Stampa viaggio
Decorazione front-end

Viaggio in Sicilia: tour dei borghi tra medioevo, età classica e barocco

Decorazione front-end

Durata

7 giorni

In Sicilia si possono visitare alcuni tra i più affascinanti borghi italiani, che spaziano tra diverse epoche storiche: dai teatri di epoca classica ei borghi medievali, dalle chiese barocche ai luoghi meno noti nel centro di Palermo. Un tour affascinante per visitare la Sicilia in maniera insolita e originale: esploriamo Montalbano Elicona, Marzamemi, Randazzo, Chiaramonte Gulfi, Caltabellotta, Erice e Salemi. Non mancheremo di visitare anche alcuni luoghi più noti ma irrinunciabili: Ragusa, Siracusa, Taormina e la valle dei Templi di Agrigento.

 

Decorazione front-end
Decorazione front-end

Programma

  1. 1
    1° giorno

    1° giorno: CATANIA / TAORMINA

    Arrivo dei clienti in Sicilia orientale con mezzi propri (volo aereo/treno). Visita della celebre Taormina, la perla del Mediterraneo, celebrata da illustri viaggiatori del passato come Goethe. Lo scenografico teatro greco-romano, il quattrocentesco palazzo Corvaia ed il Duomo hanno reso la città tappa obbligata dei turisti. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel in zona ionica.

  2. 2
    2° giorno

    Escursione a Montalbano Elicona, cittadina al centro del Parco dei Nebrodi. La bellezza e lo stato di conservazione del paesino le hanno permesso di essere inserito nella lista dei 90 borghi medievali più belli d’Italia. L’imponente castello è oggi fruibile in tutti gli ambienti ed ospita il “Museo delle armi” (ingresso su prenotazione). Da non perdere la visita al Duomo, dedicato a Maria Assunta. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, visita di Randazzo, una delle più caratteristiche cittadine dell’entroterra dell’isola, ai piedi del maestoso vulcano Etna. Nel 1300 Federico II d’Aragona scelse la cittadella fortificata come residenza estiva. Nel 1332 diventò Ducea, assumendo una suggestiva atmosfera medievale che ancora oggi si respira per la presenza di chiese e palazzi dai portali incorniciati di pietra.

  3. 3
    3° giorno

    Visita di Siracusa e della sua splendida area archeologica con il celebre Teatro greco, le Latomie, l’“Orecchio di Dionisio”. Passeggiata sull’isola di Ortigia, l’antico centro storico di Siracusa. Qui potrete ammirare la splendida Cattedrale che occupa l’antica area sacra del Tempio di Athena, di cui ancora oggi sono visibili le antiche colonne doriche incastonate nelle pareti. In Ortigia si trovano anche le rovine del Tempio di Apollo e di Artemide, il più antico dei grandi templi greci della Sicilia, la leggendaria Fonte Aretusa, circondata da rigogliosi papiri, e numerosi edifici barocchi di grande pregio architettonico. Pranzo in ristorante. Visita di Marzamemi, incantevole borgo marinaro che conserva una delle più antiche tonnare della Sicilia. Nella piazza del centro storico si affacciano le due chiesette del paese e il Palazzo del Principe di Villadorata, proprietario della tonnara, il tutto incorniciato dalle tipiche casette dei pescatori oggi impreziosite e decorate da fiori multicolore. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel in zona Modica/Ragusa.

  4. 4
    4° giorno

    Una giornata dedicata alla scoperta degli altipiani iblei per scoprire ed apprezzare uno dei borghi più caratteristici. A Chiaramonte Gulfi si rivivranno le atmosfere di un’autentica Sicilia contadina di altri tempi. Pranzo in azienda casearia rinomata per la produzione del Caciocavallo DOP, con breve dimostrazione delle tradizionali tecniche di lavorazione. Nel pomeriggio, visita di Ibla, il centro storico
    ed artistico di Ragusa. Capitale del barocco per antonomasia, dichiarata dall’Unesco ‘Patrimonio dell’Umanità, Ragusa Ibla affascina il visitatore per i capolavori architettonici costruiti dopo il terremoto: palazzi nobiliari e chiese, come il Duomo di San Giorgio, la Chiesa di S. Maria dell’Itria, edificati in uno stile unico nel suo genere, caratterizzato dall’uso della bianca pietra locale e dall’estro di abili artisti che
    svilupparono lo stile barocco ‘siciliano’ unendo arte e devozione. Cena e pernottamento in hotel.

  5. 5
    5° giorno

    Visita della celebre Valle dei Templi dell’antica Akragas, la città che il poeta Pindaro definì “la più bella fra quelle abitate dai mortali”. In una valle incantata, coi mandorli fioriti, si trova il più imponente complesso monumentale di tutta la Magna Grecia, dominato dai resti dei maestosi Templi della Concordia, di Giunone, di Ercole e dei Dioscuri, Castore e Polluce. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita di
    Caltabellotta, dall’arabo Qalat al Balat (fortezza costruita sulle “balate”), ameno paese adagiato su tre colline in posizione strategica di controllo sul territorio circostante. Il borgo presenta un’architettura ed un’urbanistica di gusto gotico: vicoli scoscesi alternati a gradinate che si allargano in suggestive piazzette, tipiche casette decorate con splendidi portali. Cena e pernottamento in hotel in zona Mazara
    del Vallo/Trapani.

  6. 6
    6° giorno

    Visita di Erice, l’antica città élima il cui centro storico custodisce intatto il fascino di un antico borgo medievale animato da botteghe di artigianato tipico (le pregiate ceramiche finemente decorate, i tappeti multicolore tessuti a mano, i tradizionali dolci di mandorla e canditi). Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita di Salemi, altro centro di origine araba (“salam”: pace, salute) che in epoca normanna ebbe
    notevole sviluppo. Il centro della cittadina, che fu Capitale d’Italia per un giorno durante la campagna garibaldina, si sviluppa intorno al maniero di epoca federiciana, dalla cui terrazza circolare è possibile ammirare un panorama mozzafiato. Cena e pernottamento in hotel in zona Palermo.

  7. 7
    7° giorno

    Giornata in città dedicata alla scoperta dei principali siti monumentali della città di Palermo. La Cattedrale, di ispirazione arabo-normanna, è un eccezionale esempio di sovrapposizione di stili architettonici di epoche diverse: un’antica moschea trasformata nei secoli nel gioiello architettonico che riassume fisicamente tutte le dominazioni che si sono succedute. Il Palazzo dei Normanni con all’interno la Cappella Palatina, definita “la meraviglia delle meraviglie” da Maupassant, è la massima espressione del sincretismo culturale che distinse l’epoca normanno-sveva. La visita proseguirà con la scoperta dei luoghi meno noti della città arabo-normanna, tra cui la Chiesa del Gesù, detta dai palermitani, “Casa professa”, uno dei massimi esempi di costruzioni barocche dell’isola, riaperta al culto dopo anni di restauri. Dopo una breve passeggiata fra i colori e i sapori delle variopinte bancarelle del Mercato del Capo, uno dei più suggestivi mercati storici del centro, come Ballarò e La Vucciria. Sarete catturati dai colori e i profumi delle bancarelle variopinte e dalle grida dei “banniaturi”. Si ammirerà il Teatro Massimo, fra i più importanti per acustica e dimensioni in Europa. Pranzo libero. Al termine delle visite, fine dei nostri servizi.

     

     

Decorazione front-end

Sei interessato a questo viaggio?

Ottieni un preventivo ad hoc su misura per te!

Viaggio in Sicilia: tour dei borghi tra medioevo, età classica e barocco

Ricordi di viaggio

Decorazione front-end

Voglia di viaggiare?

Vedi anche

Chat di Messenger
Icona di Messenger