Stampa viaggio
Decorazione front-end

Pasqua a Napoli e Pompei: due città il cui nome è leggenda

Decorazione front-end

Durata

5 giorni
Decorazione front-end

Napoli, complicata e incantevole, lascia i visitatori senza fiato: le sue leggende, la sua storia straordinaria, le tradizioni e la gastronomia ne fanno una città indimenticabile nella quale lasciarsi trasportare e cullare. Venite a Napoli con noi: la scopriremo lentamente, osservando e assaporando, perdendoci tra i palazzi barocchi e i vicoli sconosciuti, ascoltando i racconti della gente che la abita e ammirando le sue innumerevoli opere d’arte.

Decorazione front-end
Decorazione front-end

Programma

  1. 1
    1° giorno

    Alle ore 14 ci ritroviamo alla stazione Centrale di Napoli: incontriamo la guida, depositiamo i bagagli in albergo (a pochi metri) e iniziamo ad esplorare questa città incredibile.

    La prima meta del nostro viaggio è il centro sacro di Napoli il suo cuore spirituale che percorriamo a piedi (circa 1,5 Km) facendo delle soste imperdibili:

    • alla chiesa di San Lorenzo Maggiore, luogo celebre per l’incontro avvenuto durante la messa del sabato santo nel 1331 tra lo scrittore Boccaccio e la nobildonna napoletana di cui si innamorò, Fiammetta;
    • alla chiesa di Santa Chiara, il complesso monumentale francescano tra i più belli della città, con il suo chiostro maiolicato e un magnifico giardino decorato con piastrelle dipinte;
    • alla chiesa di Santa Maria delle anime del purgatorio, chiesa barocca che custodisce dietro l’altare maggiore un teschio alato, simbolo del corpo che vola verso il cielo: luogo esoterico per i napoletani che si prendono cura di questi teschi portando offerte e doni e rendendo così eterno il ricordo della loro esistenza;
    • alla Cappella San Severo, che custodisce il famosissimo Cristo Velato.

    Al termine delle visite, proseguiamo insieme per l’albergo, per la cena e il pernottamento.

  2. 2
    2° giorno

    Dopo la prima colazione, in pullman riservato partiamo per Pompei e insieme alla guida visitiamo l’antica città romana sepolta nel 79 d.C. dall’eruzione del Vesuvio.

    Nel pomeriggio rientriamo a Napoli , lasciamo il pullman e passeggiamo lungo via San Gregorio Armeno, anima pulsante e colorata della città. Andiamo alla scoperta di una nuova arte, si tratta delle opere che i writers hanno lasciato come segno del loro passaggio: in Piazza Gerolomini, troviamo il murales di Banksy, Madonna con Pistola; il volto di Sophia Loren in Vico dei Zuroli e il murales di Yuri Hopnn in Vico Pallonetto; uno degli ultimi murales comparsi è quello di Hogre in Piazza San Gaetano. Il murales di 15 metri di Jorit raffigurante San Gennaro segna il confine tra Spaccanapoli e il quartiere di Forcella. Rientro in albergo per la cena e il pernottamento.

  3. 3
    3° giorno

    Dopo la prima colazione ancora una passeggiata a piedi attraverso l’area monumentale della città:

    • l’emiciclo di Piazza del Plebiscito
    • Piazza del Municipio
    • la Galleria Umberto I (una delle gallerie urbane più imponenti e raffinate d’Italia)
    • il Teatro San Carlo (esterni), il teatro d’opera più antico d’Europa
    • il Palazzo Reale (esterno)
    • il Maschio Angioino.

    Saremo liberi per il pranzo e ci ritroveremo per la visita alla Galleria Borbonica, voluta nel 1853 dal re Ferdinando II di Borbone allo scopo di creare un collegamento segreto tra il Palazzo Reale e piazza Vittoria. Rientro in hotel per cena e pernottamento

  4. 4
    4° giorno

    Dopo la prima colazione ci dirigiamo in pullman al Pio Monte della Misericordia, un palazzo storico dove insieme alle opere del più famoso pittore napoletano Francesco de Mura si incontra il dipinto delle sette opere di Misericordia di Caravaggio.

    Arrivati con il pullman in prossimità del centro, a piedi ci dirigiamo verso il Duomo, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, per conoscere la storia del santo più amato di Napoli, San Gennaro, morto martire durante le persecuzioni di Diocleziano e amato protettore della città, unico in grado di fermare la lava del Vesuvio e salvare Napoli dalla distruzione. Celebrazione della Santa Messa con partecipazione libera.

    Pomeriggio a disposizione per visite individuali. Rientro in albergo per la cena.

  5. 5
    5° giorno

    In mattinata lasciamo l’albergo e Napoli per raggiungere in bus riservato la Reggia, un autentico capolavoro dell’architetto Luigi Vanvitelli. In tempo utile trasferimento alla stazione di Napoli e fine del nostro viaggio.

Decorazione front-end

Sei interessato a questo viaggio?

Ottieni un preventivo ad hoc su misura per te!

Voglia di viaggiare?

Vedi anche

Chat di Messenger
Icona di Messenger