Stampa viaggio
Decorazione front-end

Il Cammino di Santiago: estensione a Finisterre

Decorazione front-end

Durata

6 giorni

Il Cammino di Santiago verso Capo Finisterre (ovvero “fine della terra”) è diverso da quello che ha come meta la Cattedrale di Santiago, ma permette di continuare ad ammirare paesaggi, spiagge e posti bellissimi della costa galiziana. La tradizione tramandata nei secoli dagli antichi pellegrini medievali vuole che dopo aver raggiunto la città di Santiago ed aver pregato sulla tomba del Santo apostolo di Gesù, si giunga al punto più estremo della costa europea, per bruciare i vestiti indossati durante il cammino o parti di essi. Inoltre Finisterre è il luogo dove gli antichi pellegrini medievali raccoglievano la famosa “Conchiglia di Santiago” o “Concha de Santiago” per testimoniare a se stessi e dimostrare al mondo d’aver percorso per intero “El Camino de Santiago”.

  • Percorso di 89,6 km a piedi
  • Partendo da Santiago – l’estensione è abbinabile agli altri Cammini
  • Partenza garantita in data libera
  • Su richiesta preventivi su misura per gruppi precostituiti di almeno 10 partecipanti.
  • E’ possibile aggiungere ulteriori tappe al cammino per fare il viaggio con più calma.

Le date dei pacchetti sono indicative: potete richiedere date diverse a vostro piacere nel periodo aprile-ottobre e noi attiveremo per voi i servizi!

Decorazione front-end
Decorazione front-end

Programma

  1. 1
    1° giorno

    Arrivo a Santiago de Compostela con volo individuale. Trasferimento libero in hotel, cena libera e pernottamento.

  2. 2
    2° giorno

    Dopo la prima colazione, inizio del cammino a piedi e partenza per Negreira. Tratto di circa 21 km che alterna centri abitati, campagna, alture e macchie sparse di querce ed eucalipti. La tappa parte da piazza Obradoiro a Santiago: da qui dovrete cominciare a seguire le frecce gialle che demarcheranno l’intero cammino. Spalle alla cattedrale, tenete la destra e percorrete Rúa de Hortas fino al semaforo per poi continuare per Rua do cruceiro da Gaia; attraversando un labirinto di strade ci si dirige verso Poza de Bar e San Lorenzo. A Sarela de Baixo, dopo appena 2,3 km di strada, si lascia la vista sulla Cattedrale di Compostela, per attraversare il ponte medioevale sul fiume Roxos, ottimo luogo per una sosta rigenerante, e procedere verso Alto do Vento. Si prosegue in salita verso Mar de Ovellas da dove si gode una bella veduta sulla Valle di A Maía, per poi scendere verso ReinoBarca e poi, dopo una piccola risalita, A Chancella. Infine si arriva a NegreiraPasti liberi e pernottamento.

  3. 3
    3° giorno

    Prima colazione e partenza per Olveiroa. Il percorso è tranquillo e solitario e non incontra grossi centri abitati, ma è prevalentemente in salita e presenta qualche saliscendi “spezza gambe”. Il paesaggio cambia rispetto i giorni precedenti, si iniziano a vedere le horreos, costruzioni in pietra o legno tipiche del nord est della Spagna che poggiano su pilastri di pietra per attenuare l’umidità ed evitare l’entrata di animali, con fessure nelle pareti per ventilare gli ambienti interni. Il tragitto può essere diviso in tre parti: la prima, con un dislivello di oltre 200 m, attraversa una regione ricca di boschi passando per la Chiesa di San Mamede da Pena, uno strettissimo ponte di pietra a Cornovo arrivando a Vilaserío. La seconda parte arriva a Santa Marina, passando da Mazaricos e Maronas. La terza parte sale fino al Monte Aro offrendo ampie panoramiche sulla regione, discende poi fino a Ponte Olveira e la meta finale della tappa, OlveiroaPasti liberi e pernottamento.

  4. 4
    4° giorno

    Prima colazione e partenza da Olveiroa in direzione di Corcubion. La tappa inizia in discesa e il percorso fino al Villaggio di Hospital è un vero spettacolo grazie agli splendidi panorami con la vista del torrente Xallas che costeggia la strada. Poco dopo Hospital la strada si apre in una rotonda e troverete l’indicazione della Biforcazione del Cammino in direzione di Muxia (a destra) o Fisterra (a Sinistra): proseguite verso Fisterra, si apre davanti a voi un percorso che tra pini ed eucalipti vi condurrà al Cruceiro di Marco do Couto. Arrivo a Corcubión, il cui nome significa “fondo del lago”, dichiarata patrimonio Storico – Artistico nel 1984. Pasti liberi e pernottamento.

  5. 5
    5° giorno

    Prima colazione e partenza per l’ultima tappa di questo cammino. La strada inizia in salita verso San Roque e poi riscende per Amarela ed Estorde. Lasciando Sardineiro si arriva ad un belvedere dal quale si apre una vista panoramica sull’ampia spiaggia di Langosteira, verso la quale poi si discende. Si arriva a Fisterra attraverso il quartiere di San Roque. Ma il Cammino non è ancora giunto al termine, la meta ultima è il faro di Capo Finisterre: la salita è abbastanza sopportabile, a metà strada la presenza della statua di un pellegrino medievale sostiene il camminatore. La Pietra del KM 0 dà il benvenuto arrivati al Faro: vedere il sole scomparire nell’oceano è uno spettacolo unico che ripaga della strada percorsa. Pasti liberi e pernottamento.

  6. 6
    6° giorno

    Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Santiago. In base all’operativo, partenza con volo individuale per l’Italia.

Decorazione front-end

Sei interessato a questo viaggio?

Ottieni un preventivo ad hoc su misura per te!

Il Cammino di Santiago: estensione a Finisterre

Ricordi di viaggio

Decorazione front-end

Voglia di viaggiare?

Vedi anche

Chat di Messenger
Icona di Messenger