Stampa viaggio
Decorazione front-end

Viaggio in Libano

Decorazione front-end

Durata

7 giorni
Decorazione front-end
“Se il Libano non fosse stato il mio Paese, lo avrei scelto comunque.”

Khalil Gibran

Decorazione front-end
Decorazione front-end

Programma

  1. 1
    1° giorno

    Ritrovo dei partecipanti in serata all’aeroporto di Bologna. Operazioni d’imbarco e partenza con volo di linea per il Libano.  Cambio aeromobile a Francoforte. Pasti a bordo. Arrivo a Beirut nella notte, incontro con la guida locale e trasferimento in hotel per il pernottamento.

  2. 2
    2° giorno

    Dopo la prima colazione, in tempo utile partenza per Beittedine, nota per il fiabesco palazzo dell’Emiro Bechir II Chehab: sosta a Deir El Qamar, dove visiteremo la chiesa maronita Saydet Al Talleh e rientro a Beirut.

     

  3. 3
    3° giorno

    Dopo la prima colazione, partenza per il Nord del paese, dove visiteremo la foresta dei “Cedri del Signore”, la più famosa in Libano nella regione di Bsharreh: si tratta di una delle più grandi riserve naturali del Libano, dal 2005 patrimonio dell’Unesco.

    Alcuni degli oltre 300 alberi che compongono la foresta hanno tra 1200 e 2000 anni: il legno dei cedri del Libano venne utilizzato da Re Salomone per costruire parti del suo palazzo e del tempio di Gerusalemme; ma anche fenici, egiziani e greci attingevano a queste foreste per costruire case, imbarcazioni, sarcofagi.

    Proseguimento per Becharre, dove visiteremo il museo del grande poeta Gebran Khalil Gebran, che qui ebbe i suoi natali. Da Becharre ci sposteremo nella valle di Qadicha, una profonda gola scavata dal fiume omonimo e costellata di foreste di cedri, querce e ginepri. Abbarbicati sui suoi fianchi si trovano alcuni dei più importanti insediamenti monastici del Medio Oriente. Visiteremo il Monastero dedicato a S. Antonio Kozhaya, fondatore del monachesimo cristiano. Rientro a Beirut.

  4. 4
    4° giorno

    Prima colazione in hotel e partenza per Sidone, caratterizzata dal suo centro storico, un cuore medievale nel quale si espande il suq; vi si trovano diversi caravanserragli, formati da un piano terra composto da un portico con al centro una fontana, e da un secondo piano dove si trovavano gli alloggi per mercanti e viaggiatori. Sono noti anche il Castello del Mare – castello di epoca crociata costruito su un isolotto di fronte al litorale, a cui è collegato con un ponte gettato dagli arabi – e la Moschea Omari, antica fortificazione crociata convertita dopo la conquista araba. Ritorno a Beirut, cena e pernottamento in hotel.

    Fiorente porto e centro di commerci fondato oltre 4000 anni prima di Cristo, Sidone viene citata da Matteo per il miracolo della guarigione della figlia della cananea
    (Mt 15, 21-28).

    Partenza per Tyre passando per Maghdouche, dove visiteremo la chiesa di Nostra Signora di Mantara (Nostra Signora dell’Attesa).
    Arrivo a Tyre, e visita alla Chiesa delle prime Crociate.

    Tiro, antico porto fenicio sulla costa meridionale del Libano, a pochi chilometri dal confine israeliano, è una delle più antiche arcidiocesi cristiane, fondata intorno all’anno 1000 sotto il Patriarcato ortodosso di Antiochia. Dopo la conquista da parte dei crociatI passò al patriarcato latino di Gerusalemme, e divenne poi capitale del Regno di Gerusalemme quando quest’ultima fu conquistata dagli arabi. Oggi è nota soprattutto per l’imponente sito archeologico di All-Bass, che conserva le rovine del più grande ippodromo dell’epoca.

  5. 5
    5° giorno

    Dopo la prima colazione partenza per le grotte di Jeita, nella valle di Al-Kalb di Nahr, al cui interno si possono ammirare stalattiti e stalagmiti di ogni forma e dimensione.

    Via Bkerke, sopra la baia di Jounieh, dove si trova la sede del Patriarcato Maronita, raggiungeremo Harissa, dove visiteremo la chiesa di Nostra Signora del Libano: si tratta del principale santuario mariano dei cristiani del Libano, particolarmente devoti alla figura della Vergine Maria.

    La chiesa libanese è particolarmente devota alla figura della Vergine, che viene associata alla sposa del “Cantico dei cantici”: “vieni dal Libano mia sposa”. Il santuario fu inaugurato nel 1908, e vi troneggia una enorme statua della Vergine Maria, in una posa suggestiva in cui sembra rivolgersi a braccia aperte al mare. Da allora è divenuto un importante centro di pellegrinaggi per i cristiani di tutto il Medio Oriente.

    Nel pomeriggio raggiungeremo Byblos (Jbeil), antico porto fenicio, dove visiteremo la città e il sito archeologico che conserva i resti di un castello crociato. Ritorno a Beirut per la cena e pernottamento.

  6. 6
    6° giorno

    Dopo la prima colazione partenza per la valle di Beqa dove raggiungeremo Baalbeck, uno dei principali siti archeologici del Medio Oriente, e visiteremo i templi di Giove – che in epoca romana era il più grande tempio conosciuto – e di Bacco.

    Proseguimento per Zahle, “città del vino e dei poeti” e in tempo utile arrivo a Anjar, conosciuta come “il Palazzo del Deserto”: visita all’importante sito archeologico che conserva un complesso architettonico di epoca omayyade, costruito su modello delle città ellenistico-romane. Rientro a Beirut, cena e pernottamento.

  7. 7
    7° giorno

    Dopo la prima colazione, giro orientativo della città con la visita al Museo; pranzo e nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per l’Italia. Termine dei servizi.

Sei interessato a questo viaggio?

Ottieni un preventivo ad hoc su misura per te!

Chat di Messenger
Icona di Messenger