Stampa viaggio
Decorazione front-end

Viaggio in Iran, tra Oriente e Occidente

Decorazione front-end

Durata

8 giorni

Un viaggio interiore verso una terra da sempre considerata un faro della civiltà, abbattendo il muro degli stereotipi che la circondano, entrando in punta di piedi nella cultura di un popolo dal sorriso contagioso e dalla religiosità profonda.

Viaggeremo con gli occhi all’insù per ammirare il cielo azzurro cobalto e le vertiginose cupole turchese dell’architettura islamica: con il cuore aperto per ascoltare il sussurro di piccole comunità cristiane che testimoniano un Vangelo autentico e praticano l’ecumenismo cristiano.

Se cercate un posto che non sia né Oriente né Occidente, esotico e affascinante… l’Iran è proprio la destinazione che stavate cercando!

Decorazione front-end
Decorazione front-end

Programma

  1. 1
    1° giorno

    Partenza dall’Italia con voli individuali. Disbrigo delle pratiche d’ingresso per l’ottenimento del visto, incontro con la guida e trasferimento in albergo; sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

  2. 2
    2° giorno

    Prima colazione e inizio delle visite della città di Teheran, l’attuale capitale politica-amministrativa dell’Iran. La città ha una storia recente dal momento che solo nel XVIII secolo divenne capitale. Ad oggi si presenta come una metropoli caotica e moderna, che conta all’incirca 15 milioni di abitanti e che ha subito negli ultimi anni maestosi interventi urbanistici (quali la piazza della Rivoluzione e le larghe strade di comunicazione), emblemi di una megalopoli in continua crescita. Durante la mattinata visiteremo il museo Archeologico Iran-e Bastan, ricco di reperti ed opere risalenti ai grandi periodi della storia persiana, dagli Achemenidi ai Parti e Sassanidi. Si prosegue con la visita del Palazzo reale di Golestan, complesso di edifici eretti nel XVII secolo e splendidamente decorati, recentemente inserito nel Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. A finire con il museo dei gioielli o con il museo del vetro e della ceramica, a seconda dei relativi giorni di apertura. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto. Partenza con volo interno per Shiraz. All’arrivo trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

  3. 3
    3° giorno

    Prima colazione e mattinata dedicata alla visita di Persepoli, antica capitale “spirituale” dell’Impero Achemenide. La maestosa città-palazzo dei re persiani fu edificata nel VI sec. a.C. e distrutta da Alessandro Magno come vendetta del saccheggio di Atene durante le guerre persiane. Persepoli è sicuramente uno dei complessi più importanti del mondo perché, prima Dario e poi Serse, avevano fatto affluire in Persia i migliori artigiani del loro mondo. L’escursione inizia con la visita approfondita del Palazzo di Primavera, fatto costruire da Dario I nel 518 a.C. per celebrare le feste d’inizio anno e che doveva essere la summa dell’architettura e della scultura del tempo delle regioni Mesopotamiche. L’enorme piattaforma è ricoperta di bassorilievi raffiguranti tutte le popolazioni che facevano parte dell’Impero Persiano. La visita prosegue con Naqsh-e Rostam, il sito archeologico delle tombe dei re achemenidi (Dario il Grande, Serse, Artaserse I e Dario II), celebre per i bassorilievi sassanidi. Rientro a Shiraz e proseguimento con la visita della città, nota per i suoi giardini e per la mitezza del suo clima. Si visiteranno la tomba del poeta Hafez e il complesso di Vakil, costituito dalla Moschea del Vakil, il Bazar Vakil e il Caravanserraglio di Moshi, fortezza del Karim Khan. Rientro in albergo, cena e pernottamento in albergo.

     

  4. 4
    4° giorno

    Prima colazione e partenza per Esfahan. Lungo il percorso visita al sito archeologico di Pasargade, sede della prima capitale achemenide e il cui fondatore fu Ciro il Grande, colui che liberò gli ebrei e diede loro il permesso di ricostruire il Tempio. Il sito si trova in una vasta pianura che mette in luce poche costruzioni quali l’entrata monumentale, il Palazzo delle udienze e il palazzo privato del monarca. Isolata, troneggia l’imponente e sobria tomba del grande sovrano, Ciro il Grande.  Arrivo nel tardo pomeriggio a Esfahan, cena e pernottamento in albergo.

  5. 5
    5° giorno

    Prima colazione e visita della città di Esfahan, considerata una tra le più suggestive del mondo. Un antico detto persiano afferma infatti che “Esfahan è la metà del mondo”, talmente grande è la sua bellezza, confermata anche dai numerosi viaggiatori rimasti ammaliati davanti ad essa. L’intera giornata sarà dedicata alla visita della grande oasi del deserto dove regna intatta l’atmosfera delle “Mille e una notte”. A partire dal 1585, con Abbas I “il Grande” e la dinastia safavide, la città divenne un crocevia di mercanti e artigiani illuminati e grazie a questo impulso culturale acquistò lo straordinario splendore che la caratterizza ancora oggi. Nella grande piazza centrale Naghsh-e Jahan si affacciano due ordini di archi, la cui fascia inferiore è occupata dalle botteghe di artigiani con i loro affascinanti negozi tra cui quelli di preziosi, miniature, turchesi e stoffe.  All’estremità della piazza si possono vedere i pali che in origine servivano a delimitare il campo da polo realizzato ben 400 anni fa. Tra i porticati si incastonano alcuni straordinari esempi della maestosa architettura safavide: la Masjed-e Emam (ossia la moschea dello Shah), in assoluto una delle più belle dell’intero mondo islamico per la raffinatezza della decorazione di piastrelle azzurre e gialle e per l’armonia della cupola e degli spazi interni; il piccolo gioiello della moschea di Masjed-e Lotfollah; il palazzo reale Ali Ghapu; e per finire l’ingresso al bazar centrale coperto da piccole cupole sormontate da un’apertura da cui filtra tutta la luce necessaria ad illuminare le merci esposte. Termine della visita, cena e pernottamento.

  6. 6
    6° giorno

    Al mattino proseguimento e completamento della visita della città con la Grande Moschea del venerdì o Jame, il padiglione e parco di Chehel Sotun costruito da Abbas I, la chiesa armena di Vank con l’annesso museo, il ponte Khaju a 33 archi realizzato nel 1600. Al termine della giornata cena e pernottamento in albergo.

  7. 7
    7° giorno

    In mattinata dopo la prima colazione partenza per Kashan, la residenza preferita dello Shah Abbas I, dove chiese di essere sepolto. L’origine della città risale al VI millennio a.C. e viene considerata ancora oggi culla della civiltà. Fu rasa al suolo due volte dagli invasori e sempre ricostruita dagli indomiti abitanti, fino a raggiungere il suo massimo splendore nel 1051-1220.  Città artigianalmente ricca e famosa per i suoi tappeti e velluti, per le ceramiche e le piastrelle, per l’acqua di rosa e per le curatissime case con i giardini. Visita allo storico giardino Fin, la casa bioclimatica di epoca Cagiari e la collina di Sialk. In serata arrivo a Teheran. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

  8. 8
    8° giorno

    Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto in base agli orari dei voli. Termine dei servizi.

     

Sei interessato a questo viaggio?

Ottieni un preventivo ad hoc su misura per te!

Viaggio in Iran, tra Oriente e Occidente

Ricordi di viaggio

Decorazione front-end
Chat di Messenger
Icona di Messenger