Capodanno in Thailandia

Decorazione front-end

Durata

11 giorni
(10 notti)

Scopri subito tutte le date disponibili per questo viaggio!

Partiamo insieme, in occasione del Capodanno, per questo paese dalla forte spiritualità. Vedremo i grandi templi, i siti archeologici e i luoghi simbolo del buddismo, come Chiang Mai e Chiang Rai, ai quali dedicheremo più di un giorno per le nostre visite approfondite. Avremo la possibilità di provare il cibo locale nei mercati cittadini e di sperimentare particolari attività, tra cui il rafting sul bamboo.

Decorazione front-end
Decorazione front-end

Programma

  1. 1
    1° giorno

    Partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa alle ore 06.55 con arrivo ad Istanbul alle ore 11.55. Proseguimento alle ore 15.35 per Bangkok, pasti a bordo e pernottamento.

  2. 2
    2° giorno

    Ben arrivati a Bangkok! Fondata nel 1782, è il centro spirituale, culturale, diplomatico e commerciale oltre che educativo della Thailandia. La città stima circa 10.000.000 di abitanti, che rappresentano ben il 10% della popolazione complessiva. Oggi la capitale è una moderna, eccitante e sofisticata metropoli dove modernità e tradizione si fondono, convivendo peraltro con la sacralità dei rinomati luoghi santi che ospita.

    Alle ore 05.00 arriveremo a Bangkok:  dopo aver svolto le operazioni doganali, ci dirigeremo al nostro Hotel, dove potremo già sistemarci nelle camere assegnate per godere di un po’ di riposo. Pranzo in hotel. Nel primo pomeriggio, incontreremo la nostra guida per iniziare la scoperta della città con una visita al divertente Chatuchak Market: stato definito il più grande mercato nazionale e il più grande mercato del fine settimana al mondo: al suo interno si trovano più di 15 000 negozi suddivisi in 27 sezioni, tra cui quelle dedicate a piante, antiquariato, elettronica, alimenti e generi vari di consumo, ceramiche, mobili, articoli per la casa, abbigliamento, libri. Rientro in hotel per la serata di gala e per festeggiare tutti insieme l’arrivo del nuovo anno! Pernottamento.

  3. 3
    3° giorno

    Prima colazione in hotel. Alle 08:30 incontro con la guida nella lobby dell’hotel. In questa giornata proseguiamo con la nostra visita alla capitale. Partenza per il Palazzo Reale attualmente utilizzato per le cerimonie reali e le visite di Stato: all’interno del complesso è collocato il più famoso tempio della Thailandia, il Wat Phra Keo, detto “Il Tempio del Buddha di Smeraldo”. Si prosegue con la visita di 2 templi tra i più importanti di Bangkok, Wat Trimit con il massiccio Buddha d’oro e il Wat Po, con l’imponente Buddha Sdraiato. Pranzo in ristorante tipico. A seguire visita al Palazzo Vimanmek, il più grande edificio al mondo in legno di teak dorato. Per chiudere la giornata, visiteremo un centro di produzione e vendita di sete thailandesi. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

  4. 4
    4° giorno

    Prima colazione in hotel. Partenza per uno degli angoli più conosciuti e caratteristici della Thailandia, la zona di Kanchanaburi con il famoso ponte sul fiume Kwai, teatro di importanti e tragici eventi storici. Durante la seconda guerra mondiale, i giapponesi utilizzarono i prigionieri per la costruzione, a mani nude, della “ferrovia della Morte“ che avrebbe collegato la Thailandia alla Birmania. Tante vite vennero sacrificate per le disumane condizioni lavorative e successivamente venne scritto un film che rese questa storia famosa in tutto il mondo. Pranzo leggero in corso di viaggio. Raggiungeremo poi Prasat Muang Sing, un’area archeologica ancora poco conosciuta ma di grande importanza per il tempio Khmer del XII sec. riportato alla luce solo 50 anni fa.  Arrivo nel nostro hotel e sistemazione nelle camere. Avremo la possibilità di sperimentare alcune attività veramente particolari della zona: il Bamboo rafting sul fiume e il bagno con gli elefanti. Cena e pernottamento.

  5. 5
    5° giorno

    Prima colazione in hotel e partenza per Ayuttaya, l’antica capitale del regno di Siam, fondata nel 1350. Sul trono di Ayuthaya si succedettero trentatré sovrani di varie dinastie siamesi, finché la città non fu conquistata dai birmani. Nel periodo di maggior prosperità, qui fiorirono la cultura thailandese ed il commercio internazionale. Quest’epoca segnò l’apice della storia della Thailandia: i sovrani di Ayuthaya erano corteggiati da mercanti olandesi, portoghesi, francesi, inglesi, cinesi e giapponesi. Alla fine del 17° secolo i viaggiatori sostenevano che era la più bella città del mondo. Visita ai templi più importanti del parco storico, uno dei più ricchi di tutta l’Asia, con i palazzi, i templi buddisti, i monasteri e le tante statue già patrimonio UNESCO. Pranzo in un ristorante locale. Proseguimento per Sukothai, la prima capitale del Regno Siam del 13° secolo e oggi Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, dove visiteremo il parco archeologico. L’antica capitale era circondata da tre bastioni concentrici e da due fossati attraversati da quattro porte: oggi all’interno delle mura si possono vedere i resti di 21 siti storici e di quattro grandi stagni. Durante la visita potremo ammirare le rovine dei templi Wat Mahathat, dell’imponente tempio del Palazzo Reale, il grazioso Wat Sa Sri ed il Wat Sri Sawai, preesistente al regno di Sukhothai, inizialmente dedicato al culto induista. Raggiungeremo poi Phrae dove ci sistemeremo in albergo per la cena ed il pernottamento.

  6. 6
    6° giorno

    Prima colazione in albergo. Inizieremo oggi le nostre visite a Phrae con la celebre Wongburi House, la casa di “Pan di Zenzero”, uno degli edifici più caratteristici; è rosa e bianca e fu costruita tra il 1897 e il 1907. Sebbene la casa in legno di teak sia ora aperta al pubblico come museo, parte del complesso è ancora occupata dai discendenti dei signori di Phrae, i nobili che governavano la provincia in un momento in cui la regione non era sotto il dominio diretto di Bangkok. Seguendo la strada verso Chiang Rai faremo una sosta per il pranzo a Phayo, situata in una regione montuosa sullo spartiacque tra i sistemi fluviali del Mekong e del Chao Phraya, più precisamente su un pittoresco lago di montagna che sfocia nel fiume Ing, un affluente del Mekong.  Nel pomeriggio potremo ammirare il Wat Phra That Suth, conosciuto come il Tempio Bianco, uno dei templi più stravaganti e facilmente riconoscibili in Thailandia. Situato poco fuori la città di Chiang Rai, attira un gran numero di visitatori. Lunicità di Wat Rong Khun è dovuta al colore bianco e agli specchietti, presenti nell’intonaco, che scintillano alla luce del sole. Il colore bianco simboleggia la purezza del Buddha, mentre gli specchietti ne simboleggiano la saggezza. L’opera è stata progettata da Chalermchai Kositpipat, famoso artista Thai. Arrivo in hotel e assegnazione camere. Questa sera uscita per il Night Market, dove consumeremo anche la nostra cena. Rientro in hotel e pernottamento.

  7. 7
    7° giorno

    Prima colazione in hotel. Oggi partiremo alla volta di Mae Sai, città di confine con il suo famoso ponte che divide la Thailandia dalla Birmania.  Ci imbarcheremo su motolance per la navigazione sul fiume Mae Khok per raggiungere il famoso Triangolo d’Oro, il punto di incontro di tre paesi: Birmania, Laos e Thailandia. Seguirà la visita al museo dell’Oppio, un piccolo museo in cui sono esposti reperti storici relativi alla sua coltivazione. Pranzo in ristorante locale. Sulla via per Chang Mai, sosteremo presso un villaggio dove avremo la possibilità di conoscere la popolazione locale e sostenerla un po’ con l’acquisto di souvenir di loro produzione. All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

  8. 8
    8° giorno

    Prima colazione in hotel. Oggi inizieremo la visita di questa città, fondata nel 1296 dal re Mengrai, che divenne capitale del regno Lanna. Oggi la sua importanza è seconda solo a quella della capitale, con cui condivide l’enorme presenza di templi: quasi trecento, prevalentemente intarsiati in legno e nascosti tra quel dedalo di stradine e di casette che fanno di Chiang Mai un luogo unico al mondo. Ci dedicheremo al Wat Phrathat Doi Suthep, luogo di pellegrinaggio perché accoglie una reliquia del Buddha (duplicazione del tempio di Suan Dok che visiteremo il giorno successivo). La leggenda narra che il duplicato della reliquia venne posta sul dorso di un elefante bianco che fu lasciato libero di girovagare in attesa che si fermasse ed indicasse il luogo dove far sorgere un nuovo wat per custodire la reliquia. L’elefante si diresse sul monte Doi Suthep, dove si fermò e morì. In questo posto, nel 1383 venne eretto il Wat Phrathat Doi Suthep. Vi si accede per mezzo di una scalinata di 300 gradini, oppure utilizzando una piccola funicolare, fiancheggiata da due muretti a forma di serpenti Naga con mosaici colorati e scintillanti. All’interno del Wat si trova uno dei chedi (o stupa) più venerati (e fotografati) dell’intera Thailandia, completamente ricoperto in foglia d’oro. Si potrà godere di una grande terrazza che affaccia sulla città di Chiang Mai: una vista affascinante, che permette di comprendere la reale estensione della città e di individuare con esattezza il nucleo centrale, segnalato dai viali e dal fiume che crea un quadrato perfetto. Il tempio è un centro di venerazione popolare, ospita una vasta comunità monastica ed un interessante scuola di meditazione. Rientro in città; in serata raggiungeremo il Night Bazar per assaporare la vita quotidiana dei Thailandesi sempre protesi per la vita più esterna che all’interno delle proprie case. Cena a base di street food. Rientro in hotel e pernottamento.

  9. 9
    9° giorno

    Prima colazione in albergo. Oggi ci dedicheremo al centro della città di Chiang Mai: inizieremo dal Wat Chedi Luang che si trova nel centro storico, all’interno delle mura della città. È uno dei templi più importanti di Chiang Mai ed è un luogo di culto molto attivo, frequentato da numerosi monaci. Il suo grande chedi in rovina e gli edifici che lo circondano rendono il complesso molto suggestivo. A seguire il Wat Phra Singh – “Il Tempio del Buddha Leone”, la cui costruzione risale al 1345, anno in cui il sovrano Pha Yu – del Regno Lanna – commissionò la costruzione di una chedi per custodire le ceneri del padre.  Pranzo in ristorante e nel pomeriggio partiremo per il tempio Suan Dok, del secolo XIV, che ha l’edificio principale aperto ai quattro lati. Tutto intorno ci sono diversi “chedi” contenenti le ceneri dei governatori della città. Il suo stupa principale contiene una reliquia del Buddha che, secondo la leggenda, si sarebbe miracolosamente duplicata. Avremo poi la possibilità di visitare alcuni laboratori per ammirare la maestria degli artigiani nella lavorazione del legno o della seta così come per l’argento. Cena Kantoke presso il Chiang Mai Cultural Centre dove le pietanze vengono servite su un vassoio, il Kantoke, che dà il nome a questa tradizione – la serata sarà all’insegna anche delle musiche e danze del nord del Paese. Rientro in hotel per il pernottamento.

  10. 10
    10° giorno

    Mattinata a disposizione per attività o visite libere in questa splendida cittadina. Verso le ore 12.00 ci sarà il trasferimento verso l’aeroporto per il volo che ci porterà a Bangkok. All’arrivo dovremo ritirare i nostri bagagli e rifare il check in per imbarcarli sul volo Turkish Airlines in partenza alle ore 23.15 per Istanbul. Cena e pernottamento a bordo.

  11. 11
    11° giorno

    Arrivo alle ore 06.10 a Istanbul e alle ore 08.40 proseguimento per il rientro a Malpensa con arrivo alle ore 09.40.

Decorazione front-end

Capodanno in Thailandia

Partenze Disponibili

  • Viaggio confermato
  • Ci siamo quasi
  • Ultimi posti disponibili
  • Al completo
Ci scusiamo, non è stata trovata alcuna soluzione per questo viaggio.
Decorazione front-end

Vuoi ulteriori informazioni su questo viaggio?

Contattaci
Decorazione front-end

Sei un capogruppo?

Ottieni un preventivo ad hoc per il tuo gruppo.

Decorazione front-end

Voglia di viaggiare?

Vedi anche

Chat di Messenger
Icona di Messenger