Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
a partire da
1150 €
9 giorni / 8 notti
Il paese delle "pietre urlanti"

Trekking in Armenia Sulle tracce dell'arca di Noè

Al confine impercettibile tra Europa e Asia, i paesi del Caucaso dividono il Mar Caspio dal Mar Nero. Tra questi, l’Armenia appartiene geograficamente all’Asia, ma culturalmente è assai vicino all’Europa. Il trekking che proponiamo ci permetterà di evidenziare differenze e affinità, visitando villaggi, siti archeologici, foreste e cascate sparsi tra la pianura e le montagne armene. Approderemo infine a Yerevan, la capitale, il cuore culturale dell’Armenia. Scoprite con noi un paese dal fascino arcaico, che dà l’impressione a chi lo visita di avvicinarsi alle radici primordiali del mondo, tanto da farlo definire dal poeta Osip Mandelstam “il paese delle pietre urlanti”.

Il viaggio
durata
9 giorni / 8 notti
quota
€ 1150
tasse
incluse
suppl. singola
€ 90
Quota valida per
minimo 15 partecipanti
Quota minimo 10 partecipanti
1240
Assicurazione sanitaria integrativa
64

18 luglio 2017, martedì: BOLOGNA O MILANO* | VIENNA | YEREVAN  *altre città su richiesta (Roma/Venezia)

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato e partenza con volo di linea Austrian Airlines per Yeravan. Pasti e pernottamento a bordo.

*Su richiesta possibilità di richiedere partenza da Venezia o Roma.

19 luglio 2017, mercoledì: LA REGIONE DI GHEGARKUNIK E IL LAGO DI SEVAN (in pullman: 200 km; a piedi: 4,2 km)

Colazione in albergo e trasferimento per Yenovakan (da cui partirà la nostra prima escursione), ammirando sul percorso lo splendido lago di Sevan, uno dei laghi d’alta quota più noti al mondo. Sosta per la visita al monastero di Sevanavank del IX sec., che si erge vicino alla città di Sevan, una delle prime città armene cristianizzate. Pranzo in ristorante. Proseguimento per Diligian, piccola cittadina a 120 km da Yerevan, circondata da catene montuose, in una zona ricca di foreste e sorgenti. Cena di benvenuto, sistemazione e pernottamento in albergo a Dilijan.

*se possibile in base ai tempi faremo una navigazione sul Lago di Sevan.

Escursione: da Yenokavan a Lastiver

  • Distanza: 4,2 km
  • Durata: 2/3 ore
  • Dislivello: da -300 a +300 metri

Ghegarkunik è una delle più vaste regioni dell’Armenia: al centro delle sue montagne si trova il lago di Sevan, definito da Maxim Gorki “un pezzo di cielo caduto sulla terra”. Situato a 1900 mt di altezza, un tempo era chiamato “il mare Ghegarkuniants” e oggi è circondato da numerose città. È utilizzato come bacino idrico naturale, come luogo di vacanza e riserva di pesca: in Armenia il pesce più famoso è la “trota di Sevan”, prelibatezza alla tavola di molti sovrani.

20 luglio, giovedì: DILIGIAN, PITTORESCO ANGOLO DI NATURA (in pullman: 15 km; a piedi: 11 km)

Colazione in albergo e trasferimento in pullman per Shamakhyan, da dove inizieremo la seconda escursione, tra paesaggi di vallate, campi, prati verdi e pascoli, con lo sguardo che si perde nell’orizzonte. Pic-nic lungo il percorso. Arriveremo a piedi sino al monastero di Haghartsin del X sec., che sembra quasi perso nel silenzio dei boschi. Rientro in pullman a Dilijan e passeggiata nel centro storico. Cena e pernottamento in albergo.

Escursione: da Shamakhyan al monastero di Haghartsin

  • Distanza: 11 km
  • Durata: 5/6 ore
  • Dislivello: da +650 a -650 metri

“Se un giorno Dio vorrà visitare l’Armenia, lo porterò a Hovk (Dilijian)”: così il poeta Pahlavuni omaggia la bellezza di questo angolo di Armenia circondato da pendici montuose e ai margini di un Parco Naturale di oltre 24 mila ettari. Il nome della città significa secondo gli abitanti “belle parole”, ed è un centro termale molto rinomato in Armenia.

21 luglio, venerdì: LA VIA DELLA SETA (in pullman: 200 km; a piedi: 6 km)

Colazione in albergo. Trasferimento in pullman per il Lago di Parz Litch, a 9 km da Dilijan: il suo nome significa “chiaro e trasparente”. Partiremo a piedi dal Lago per raggiungere e visitare il monastero di Gosgavank del XII sec. Pranzo in ristorante e in pullman ci dirigeremo poi verso la regione di Vayotz Dzor costeggiando il lago di Sevan e sostando presso il cimitero medievale di Noraduz per ammirarne i khatchkar, “croci di pietre” caratteristiche dell’arte religiosa armena. Arrivo al passo di Selim sopra i 2000 mt e visita al suo caravanserraglio, punto di sosta per le carovane che viaggiamo tra Oriente e Occidente lungo la via della Seta. Arrivo in serata a Yeghegnadzor, sistemazionein albergo, cena e pernottamento.

Escursione: dal Lago di Parz Litch al monastero di Goshavank

  • Distanza: 6 km
  • Durata: 2/3 ore
  • Dislivello: da +200 a -300 metri

Molti pensano che esista una sola via della Seta, mentre ve ne sono diverse diramazioni sia terrestri che marittime, da Oriente a Occidente e da Settentrione a Meridione. Le strade più battute erano quelle che attraversavano montagne e valli, costellate dai caravanserragli presso i quali le carovane sostavano per far ristorare uomini e animali.

22 luglio, sabato: LA REGIONE DI VAYOTS DZOR (in pullman: 40 km; a piedi: 8 km))

Colazione in albergo e in pullman trasferimento presso il villaggio di Artabuink, da dove inizieremo la camminata in direzione del castello di Smbataberd, in cima ad una collina a nord-est del villaggio. Arrivati in cima potremo ammirare la vista sul villaggio di Yegheghis. La fortezza che visiteremo è difesa su tre lati dalle rocce a picco ed è nota nella storia armena per la sua inaccessibilità. Discesa al villaggio di Yegheghis con pic-nic lungo il percorso. Cena e pernottamento in albergo.

*se avremo tempo, aggiungeremo una visita al monastero si Arates del IX sec., situato nell’omonimo villaggio, che conserva una deliziosa chiesetta. Il nome è composto e significa “vieni e vedi”.

Escursione: dal villaggio di Artabuink alla fortezza di Smbataberd

  • Distanza: 8 km
  • Durata: 3/4 ore
  • Dislivello: da +380 a -380 metri

Siamo nel sud dell’Armenia, in una delle regioni più popolate del paese con circa 55 mila abitanti. Vayotz Dzor significa “vallata dei dolori”, a causa dei molti terremoti che l’hanno colpita nel corso della sua storia e che ne hanno determinato la fisionomia: gole profonde, montagne alte e rocciose, sorgente freddi e innumerevoli grotte. La regione conserva anche numerosi e noti monasteri medievali ed era attraversata alla via della Seta.

23 luglio 2017, domenica: LA REGIONE DI VAYOTS DZOR (in pullman: 60 km; in 4×4: 40 km; a piedi: 6 km)

Colazione in albergo e partenza in 4×4 da Yeghegnadzor per Karmrashen. Qui visitiamo il cimitero entico e poi iniziano la nostra escursione verso il monte Vayots Sar, montagna vulcanica che tocca i 2600 mt. A seguire, trasferimento al villaggio di HerHer da cui cammineremo fino alla chiesa di San Sion, santo commemorato in Armenia dal VII sec. Pic-nic lungo il percorso e rientro a Yeghegnadzor. Cena e pernottamento in albergo.

Escursione: monte di Vayots Sar

  • Distanza: 6 km
  • Durata: 2/3 ore
  • Dislivello: da +300 a -300 metri

24 luglio 2017, lunedì: IL CANYON DI NORAVANK (in pullman: 160 km)

Colazione in albergo. In pullman ritorniamo verso Yerevan, sostando per la visita del monastero di Noravank del XIII sec e al monastero di Khor Virap, costruito su una collina nella regione di Ararat. Qui fu imprigionato San Gregorio Illuminatore, l’evangelizzatore dell’Armenia. Dal monastero di gode una delle migliori viste sul Monte Ararat: nella Bibbia si racconta che dopo il Diluvio l’arca di Noè si arenò su questo monte di oltre 5 mila metri di altezza, il cui nome significa “culla della nuova umanità”. Pranzo in ristorante e Yerevan e visita panoramica della capitale armena.

Escursione: passeggiata nel canyon di Noravank

La strada di Noravank si immerge in 8 km di canyon pittoresco lungo il fiume Gnishik. Sembra che il canyon si sia formato a seguito di un terremoto e di un’eruzione. Lungo il canyon si aprono numerose grotte puntellate da una ricca flora e fauna: qui si pratica l’osservazione degli uccelli e si possono ammirare gli ultimi esemplari del Leopardo persiano, specie in via di estinzione.

25 luglio, martedì: YEREVAN

Colazione in albergo e visita di Yerevan e soprattutto dei suoi musei: il Memoriale del Genocidio sulla collina delle Rondini e il Museo dei Manoscritti (Matenadaran). Pranzo in una taverna tipica e nel pomeriggio tempo libero. Cena di congedo in ristorante con accompagnamento di canti e danze popolari. Pernottamento in albergo. Nella notte, trasferimento in aeroporto.

26 luglio, mercoledì: YEREVAN | BOLOGNA o MILANO* altre città su richiesta (Venezia o Roma)

Operazioni di imbarco e partenza con volo di linea Austrian Ailrines per l’Italia, con scalo a Vienna. Arrivo all’aeroporto concordato e termine dei servizi.

Note

  • Si richiede attrezzatura adatta al trekking.
  • I partecipanti avranno acqua a disposizione e sufficienza per i pasti e per le escursioni.
  • Pranzi a pic-nic: durante le escursioni i pranzi saranno all’aperto, con panini, verdura, frutta, acqua, dolce tè e caffè. I cibi verranno acquistati dalla guida direttamente nei luoghi delle escursioni e si mangerà apparecchiando sull’erba con tutto l’occorrente.
  • Durante le escursioni i partecipanti avranno a disposizione anche dolci tipo cioccolato e frutta secca.
  • Il pullman sarà dotato di cassetta per il pronto soccorso. È comunque consigliato stipulare una assicurazione sanitaria integrativa in caso di necessità.

Quote e condizioni

La quota comprende

  • Volo di linea Austrian Airlines da Bologna/Milano per Yerevan via Vienna. Altre città (Roma e Venezia) su richiesta.
  • Tasse aeroportuali pari a € 158 e soggette a riconferma al momento del saldo.
  • Sistemazione in alberghi 3* (3 notti a Yerevan, 2 notti a Dilijan, 3 notti a Yeghegnadzor o a Hermon) camera doppia con servizi privati.
  • Trattamento di pensione completa dalla colazione del 2° giorno alla cena dell’8° giorno. Pranzi in ristorante o a pic-nic. Cene in albergo o in ristorante.
  • Trasferimenti come da programma in pullman GT.
  • Jeep 4×4 da Yeghegnadzor a HerHer.
  • Guida locale culturale parlante italiano + guida escursionistica.
  • Acqua in pullman a disposizione e bibite durante i pasti (acqua naturale e frizzante, tè, ceffè).
  • Vino per la cena di congedo.
  • Ingressi ai siti come da programma.
  • Passeggiata in barca sul Lago di Sevan.
  • Mance per camerieri nei ristoranti e per i portieri negli alberghi.
  • Assicurazione medico-bagaglio Allianz Assistance con massimale di € 10 mila per tutto il gruppo.
  • Materiale di cortesia (zaino, guida – una per coppia).

La quota non comprende

  • Bevande alcooliche.
  • Mance per guida e autista (considerare almeno 30 € per persona).
  • Assicurazione contro le penalità di annullamento.
  • Assicurazione sanitaria integrativa (caldamente consigliata – massimale sino a 150 mila euro per persona).
  • Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Info e prenotazioni: sara@fratesole.com

 

Blog, News, Eventi
L'ultima dimora di Hripsimeh

A poca distanza dalla cattedrale di Echmiadzin, in Armenia, sorge il santuario dedicato alla santa romana Crispina, il cui martirio è ..

continua
Ricordi di viaggi: dai nostri gruppi in Armenia

Molti nostri pellegrini e viaggiatori hanno scelto quest'anno come destinazione l'Armenia: non sarebbe possibile pubblicare tutte le foto ..

continua
Ricordi di viaggio: Armenia e Georgia

Buonasera Sara, il mio giudizio sul viaggio è senz'altro positivo, le visite sono state tutte piacevoli, guide e servizi sono stati ..

continua
Armenia, profilo di una Chiesa

In occasione dalla visita del papa in Armenia dal 24 al 26 giugno, Terrasanta.net pubblica un bell'articolo sulla chiesa armena, a firma di ..

continua
Papa Francesco sarà in visita in Armenia a giugno

La Sala Stampa vaticana ha comunicato la prossima visita pontificale: accogliendo l'invito di Sua Santità Karekin II, Supremo Patriarca e ..

continua
Armenia: suggestioni invernali...

Ecco per i nostri pellegrini e viaggiatori una galleria di immagini sull'Armenia, che FrateSole ha visitato qualche tempo fa per poterla ..

continua
Celebrazione messa in rito armeno a Bologna

Sabato 14 novembre a Bologna si terrà un convegno sulla cultura e religione armena, occasione rara a Bologna per poter assistere a una ..

continua
Il fascino dell'Armenia post-sovietica su Repubblica

Yerevan è memoria, è sforzo continuo per far riconoscere e non dimenticare. "I remember and demand" si legge in cartelloni viola che ..

continua
L'Armenia in tavola: un libro di ricette "per non dimenticare"

IL LIBRO Si comincia chiedendo a una parente «quanto» di una certa cosa va in «quella» ricetta; si prosegue cercando una serie di ..

continua
Il primo film turco sul genocidio armeno

Inverno 1915. I piccoli Bedo e Maryam, fratello e sorella, trascorrono felici le loro giornate in un villaggio armeno dell’Anatolia ..

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Richiedi un preventivo

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© 2015 - "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia Minoritica dei Frati Minori dell'Emilia - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy