Stampa viaggio
Decorazione front-end

Weekend lungo a Roma, sempre da scoprire: ville, musei, quartieri

Decorazione front-end

Durata

3 giorni

Scopri subito tutte le date disponibili per questo viaggio!

Roma è sempre la città che riesce a stupirti per il tesoro immenso che ospita, tesoro che ci siamo riproposti di visitare a tappe, prevedendo nell’arco dell’anno vari fine settimana che ci permetteranno di approfondire le tante anime di questa città che non è solo un museo a cielo aperto ma tanto di più!

Decorazione front-end
Decorazione front-end

Programma

  1. 1
    1° giorno

    Alle ore 12,00 Incontro con  la nostra accompagnatrice alla stazione Termini di  Roma . Lasciati i bagagli in Albergo, e approfittato per un pranzo leggero libero, saliremo sul  nostro pullman riservato per raggiungere e visitare Galleria Borghese, uno dei più affascinanti e sorprendenti musei, voluto dal Cardinale Scipione Caffarelli, grande collezionista di opere d’arte. Qui si potranno ammirare capolavori di ogni tempo, dall’ Apollo e Dafne al l Ratto di Proserpina di Gian Lorenzo Bernini, la Venere Vincitrice del Canova, alcune tele di Caravaggio, Raffaello, solo per citare i nomi a noi più noti. Termineremo la nostra giornata con un balzo nel quartiere Coppedè, non proprio quartiere ma un’insieme di bizzarri edifici intorno a Piazza Mincio che accolgono tutti i possibili stili dal Liberty, al Barocco ma anche Gotico e a volte medievale coniugati in una tale maestria che li rende quasi “fantasti” così voluti dall’architetto Gino Coppedè che li realizzò fra il 1915 e il 1927. Rientreremo in Hotel per la cena ed il pernottamento. Possibilità di effettuare facoltativamente un tour panoramico della città.

     

  2. 2
    2° giorno

    Prima colazione in albergo. Nella mattinata passeggiata con la guida per ammirare i Mercati di Traiano  (solo esterno), arriveremo a Piazza Venezia, sulla quale si affaccia il maestoso Vittoriale, monumento dedicato a Vittorio Emanuele II e  la Piazza del Campidoglio, progettata da Michelangelo sull’omonimo colle, da sempre centro politico della città . Visita dei Musei Capitolini, il museo pubblico più antico del mondo, fondato nel 1471 da Sisto IV con la donazione al popolo romano dei grandi bronzi lateranensi, si articola nei due edifici che insieme al Palazzo Senatorio delimitano la piazza del Campidoglio, il Palazzo dei Conservatori e il Palazzo Nuovo la più antica raccolta pubblica esistente al mondo, qui sono conservati  tutti i materiali provenienti  dall’antica  Roma o dai suoi dintorni. Dopo un lungo lavoro di restauro e ristrutturazione, il complesso museale ha un nuovo percorso espositivo, per poter ammirare capolavori quali l’Esedra di Marco Aurelio, e le sale degli Horti Lamiani, tanto per citarne alcuni. Raggiungeremo il quartiere ebraico dove ci sarà il pranzo libero. Il ghetto secondo solo a Venezia per realizzazione, racchiude molti reperti sia archeologici che edifici storici e piazze una fra tutte quella Delle Tartarughe del Bernini, ma permette di poter assaggiare le specialità della cucina giudaico-romana. La nostra giornata prevederà tempo libero nell’area di San Pietro, dove ceneremo anticipatamente in ristorante per poter accedere all’ingresso serale ai Musei Vaticani alle ore 20,30. Un luogo d’emozione e di tale bellezza che può essere visto e rivisto e dove sempre scopriamo dettagli e particolari nuovi diversi, dove assimiliamo il senso puro della bellezza e della spiritualità. Rientro in Hotel per il pernottamento.

     

  3. 3
    3° giorno

    Prima colazione e mattinata dedicata ad un altro tesoro la Domus Aurea, residenza dell’imperatore Nerone costruita dopo il devastante incendio del 64 d.C. il titolo Aurea si rifà alla grandiosità ed estensione poiché formata da tanti edifici inframezzati da boschi, vigne e addirittura un lago dove oggi sorge il Colosseo, ovviamente dopo la morte dell’Imperatore, si volle cancellare coprendo l’intera area su cui costruire altro. Le parti oggi visitabili sono quelle sul colle Oppio: ambienti probabilmente destinati a feste e banchetti che rimasero sconosciuti sino al Rinascimento. Solo allora, artisti appassionati di antichità come Pinturicchio, Ghirlandaio, Raffaello e Giulio Romano iniziarono a calarsi dall’alto in quelle “grotte sotterranee”, per copiare i motivi decorativi che esse conservavano e che, proprio dalla loro collocazione, presero il nome di “grottesche”. Pranzo libero e parte del pomeriggio a disposizione per visite individuali. Nel tardo pomeriggio  partenza in treno per il rientro alle città di destinazione.

     

Decorazione front-end

Weekend lungo a Roma, sempre da scoprire: ville, musei, quartieri

Partenze Disponibili

  • Viaggio confermato
  • Ultimi posti disponibili
  • Sold out
Ci scusiamo, nessun pacchetto di viaggio trovato per questo viaggio.
Decorazione front-end

Vuoi ulteriori informazioni su questo viaggio?

Contattaci
Decorazione front-end

Sei un capogruppo?

Ottieni un preventivo ad hoc per il tuo gruppo.

Voglia di viaggiare?

Vedi anche

Chat di Messenger
Icona di Messenger