Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
dal24 apr
venerdì
al03 mag
domenica
a partire da
2100 €
10 giorni / 9 notti
Il mondo è un libro da leggere e chi non viaggia ne conosce solo una pagina Sant’Agostino
Letture consigliate

Viaggio in Iran e deserto L'antica Persia si racconta

Non sono le persone che fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone (J. Steinback).

Per conoscere un paese occorre conoscere la sua storia e le sue storie, attraversare le sue città e incontrare i volti dei suoi abitanti.

C’è un Iran che vive in noi, nella nostra cultura senza che noi lo sappiamo: è nascosto nella grande narrazione che dalla Bibbia (Ester, Tobia Sara, Daniele…) a Nietszche (Così parlò Zarathustra), riprendono temi e vicende della cultura persiana.

Andare in Iran oggi significa scoprire quanto il grande poeta tedesco Goethe aveva capito duecento anni fa: “Chi si conosce e conosce gli altri riconoscerà anche questo: L’Oriente e l’Occidente non possono più essere separati” (Goethe, Il Divano occidentale-orientale 1814).

Il viaggio
da
venerdì, 24 aprile 2020
a
domenica, 03 maggio 2020
durata
10 giorni / 9 notti
iscrizioni
 posti disponibili 
quota per persona
€ 2100
minimo 20 partecipanti
tasse
€ 235
suppl. singola
€ 450
visto (modalità non urgente)
€ 95 pp
assicurazione sanitaria integrativa (consigliata)
€ 67 pp
assicurazione annullamento
6,9% della quota
per info
giuditta@fratesole.com

1° giorno, venerdì 24 aprile: ITALIA / TEHERAN

Incontro dei partecipanti in aeroporto di Milano, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per Teheran. Arrivo, disbrigo delle pratiche d’ingresso per l’ottenimento del visto, incontro con la guida, trasferimento in albergo, cena e pernottamento.

2° giorno, sabato 25 aprile: TEHERAN / KERMAN – SHAHDAD (volo interno)

Prima colazione. Al mattino inizio delle visite della città di Teheran: si comincia dal Museo Nazionale, al cui interno si trova una splendida collezione di ceramiche, terra cotte, sculture e incisioni in pietra rinvenuti nei principali scavi archeologici. Si prosegue con la visita al Museo del Vetro e della Ceramica, una splendida esposizione con centinaia di reperti provenienti soprattutto da Neishabur, Kashan, Rey e Gorgan, risalenti al II millennio A.C. Visita al Palazzo reale di Golestan (Palazzo dei Fiori), il più antico dei monumenti storici di Teheran, che ha una storia di 400 anni di costruzione e ristrutturazione.
In tempo utile partenza con volo domestico dall’aeroporto per Kerman. All’arrivo, trasferimento all’eco camp di Shahdad (se disponibile) o a Kerman, sistemazione e pernottamento.

Questa area meridionale fu sede di vari regni che si susseguirono (Elamiti, Medi, Babilonesi, Persiani). Qui sono nati i grandi poemi mitici sull’origine del mondo, sul senso della vita e sull’amicizia come la celebre Epopea di Gilgamesh che hanno influenzato i primi capitoli della genesi biblica. La Bibbia stessa poi ci offre molti libri per descrivere questa terra antica tra i quali Esdra, Neemia oltre a documenti extrabiblici, tra i quali i papiri di Elefantina e le Antichità Giudaiche di Giuseppe Flavio. Gli ebrei infatti vi erano stati trasferiti in varie circostanze dai Babilonesi dal 597 al 582 e con l’avvicendarsi delle generazioni essi si erano talmente acclimatati al nuovo ambiente che molti di loro non pensavano affatto di rimpatriare. Anzi sentivano l’esigenza di mettere le loro capacità al servizio del paese in cui risiedevano, come aveva suggerito loro il profeta Geremia (c. 29). E in questo contesto erano garantiti gli scambi culturali tra i due gruppi.

3° giorno, domenica 26 aprile: SHAHDAD / RAYEN / MAHAN / KERMAN

Partenza molto presto per un’escursione di circa 2 ore nel deserto Lut con macchine 4×4 per vedere i Kaloot, patrimonio naturale dell’UNESCO; quarta bellezza naturale della terra secondo il National Geographic, e pur essendo situata nel torrido deserto di Lut, a sud-est dell’Iran, attrae turisti da tutto il mondo, anche nel mese di agosto. I Kaloot sono collinette strette e vicine nel deserto, simili a dei minareti che creano delle strutture a U; il merito è del vento impetuoso del deserto che porta via strati di terreno argillosi e detriti del fondale del Tetide, l’antico oceano che nel periodo geologico del Miocene si estendeva sul territorio dell’attuale Iran. Dopo colazione, partenza per Rayen, una splendida cittadella, simile a Bam (seriamente danneggiata dal terremoto del 2003). Possenti mura, larghe tre metri, circondano l’abitato di mattoni, paglia e fango; il miscuglio di stili che la contraddistingue fa ritenere che risalga almeno a 1000 anni fa, ed è stata restaurata alla fine del 1996. E’ un tipico esempio di architettura ecologica del deserto, la cui visita è un’esperienza straordinariamente interessante. Nel pomeriggio proseguimento per Mahan, sosta presso i Giardini del Principe, rientro a Kerman e visita dell’animato Bazar tradizionale. Cena e pernottamento.

4° giorno, lunedì 27 aprile: KERMAN / SARVESTAN / SHIRAZ

Prima colazione e partenza per Shiraz; durante il tragitto si potranno ammirare quattro paesaggi differenti dell’altopiano Iranico (lago – deserto – montagna – pianura) e si farà sosta per la visita al palazzo reale di Sarvestan, del re Sasanide Bahram Quinto, il quale ha dato origine alle architetture delle moschee iraniane dopo l’avvento dell’Islam; proseguendo visiteremo la cittadina di Neiriz e la Moschea più antica dell’Iran. In tempo utile, proseguimento del viaggio verso Shiraz, con arrivo nel tardo pomeriggio. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

5° giorno, martedì 28 aprile: SHIRAZ / PERSEPOLI / NAQSH E ROSTAM / SHIRAZ

Dopo la prima colazione, mattinata dedicata alla visita di Persepoli, la maestosa città-palazzo dei re persiani, edificata nel VI sec. A.C. e distrutta da Alessandro Magno come vendetta per il saccheggio di Atene durante le guerre persiane. Visita approfondita del Palazzo di Primavera, fatto costruire da Dario per celebrare le feste di inizio anno. L’enorme piattaforma è ricoperta di bassorilievi raffiguranti tutte le popolazioni che facevano parte dell’Impero Persiano. Prima Dario e poi Serse avevano fatto affluire in Persia i migliori artigiani del loro mondo, costruendo un palazzo che doveva essere la summa dell’architettura e della scultura del tempo. La visita prosegue con Naqsh e Rostam, luogo delle tombe dei re achemenidi purtroppo ormai vuote, celebre per i bassorilievi sasanidi. Rientro a Shiraz e visita della città, famosa in tutto il mondo per il suo vino e per aver dato i natali ai poeti persiani Sa’di e Hafez. Nel 1504, fu conquistata dai safavidi che la elessero capitale. Visita al complesso di Vakil, con la Moschea del Vakil, e al bellissimo Bazar Vakil con il Caravanserraglio di Moshir. Cena e pernottamento in hotel.

Passeggeremo tra le rovine del sito archeologico di Persepolis, costruito da Dario I al margine di un altopiano. Città sacra dove il sovrano esercitava il suo potere in nome di Ahura Mazda, non era ancora terminata quando fu conquistata da Alessandro Magno. Con Dario si avvertiva la tendenza a credere in un unico dio, Ahura Mazda, accerchiato da una pletora di entità astratte. Nel sito di Naqsh e Rostam, la necropoli a pochi chilometri da Persepoli dove fu sepolto Dario I, possiamo riflettere sulla fede zoroastriana nella risurrezione finale già presente nel periodo achemenide, nel cui mito si intende che la sorte finale del corpo è quella di ricongiungersi con l’anima il giorno del giudizio, quando i morti verranno posti in due gruppi, uno di fronte all’altro per essere giudicati in base alle loro opere. Questa concezione ha influenzato la visione cristiana della risurrezione.

6° giorno, mercoledì 29 aprile: SHIRAZ / PASARGADE / YADZ

Giornata di trasferimento in direzione nord-est, alleggerita da una meravigliosa sosta al sito archeologico di Pasargade, sede della prima capitale achemenide, dove sorge la semplice tomba del fondatore della dinastia, Ciro il Grande, che liberò gli Ebrei e diede loro il permesso di ricostruire il Tempio. Arrivo a Yadz, la città cuore dell’antica religione zoroastriana, situata in un’oasi tra due deserti, il Dasht –e-Kavir e il Kavir-e-Lut. La città ospita la più nutrita comunità di seguaci di Zoroastro e ci offre la visita al “Fuoco Sacro”, il tempio dove si conserva una fiamma che brucia dal 470 d.C.; Visiteremo le torri zoroastriane o “Torri del Silenzio”, due colline brulle dove i zoroastriani lasciavano i propri defunti agli avvoltoi perché ne spolpassero le ossa.
Cena e pernottamento.

Yazd è la città sacra della religione zoroastriana per i suoi numerosi edifici, dove si possono ancora oggi visitare le Torri del silenzio. Ai piedi di queste torri battute incessantemente dal vento sorgevano antichi lazzaretti dove i cadaveri rimanevano in attesa del rito funebre. I cadaveri non potevano contaminare gli elementi della natura e venivano affidati agli elementi della natura, prima al sole cocente, poi all’aria e infine agli uccelli. Probabilmente la visione di Ezechiele (Ez 37,1-14) sulle ossa aride si ispira a questa esperienza, e ha subito l’influsso di questi riti persiani. Altri sono i miti persiani / zoroastriani che hanno influenzato la tradizione ebraica e cristiana: primo tra tutti quello dei Magi, in cui l’espressione “Magi da Oriente” e quanto viene sottointeso sul rapporto della stella da loro seguita con la nascita di un re, sono elementi che fanno ritenere che si tratti di sacerdoti dello zoroastrismo.

7° giorno, giovedì 30 aprile: YADZ / MEIBOD / ISFAHAN

Prima colazione e visita alla Moschea Jame, che presenta un portale rivestito di maioliche tra le più belle dell’Iran e al complesso di Mirchakhmaq con la sua bellissima piazza e il bazar. In tempo utile partenza per Isfahan via Meidbod, dove visiteremo il castello di Narin, che si presenta ancora in buono stato di conservazione ed è uno degli esempi più belli di fortificazione della zona; dalla sua cima si gode di una vista fantastica della cittadina e del deserto
Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

8° – 9° giorno, venerdì 1° maggio e sabato 2 maggio: ISFAHAN

Intere giornate dedicate alla visita di Isfahan, una delle città più belle del Medio Oriente. Il cuore della città è la bellissima piazza Meidun, una delle più grandi al mondo, su cui si affacciano gli straordinari esempi della grande architettura safavide: la Moschea dell’Imam, la Moschea dello sceicco Loftollah, il Palazzo Reale (Ali Qapu), tutte dominate dal tripudio turchese delle maioliche e dei mosaici smaltati. La fantastica Moschea del venerdì è la vera summa dell’architettura islamica, con diversi stili sovrapposti che vanno dal periodo selgiuchide e mongolo fino al barocco dell’età safavide. Il palazzo reale di Chehel Sotun, concepito come luogo di svago e ricevimenti, è celebre per i suoi affreschi. Si avrà tempo di visitare anche il quartiere Jolfa, oggi vivace centro della Chiesa Armena con la cattedrale di Vank ed il suo interessante museo; lo spettacolare ponte Khaju, costruito dallo Scià Abbas intorno al 1650 ed il bellissimo bazar che circonda la piazza Meidun. Cene e pernottamenti.

10° giorno, domenica 3 maggio: ISFAHAN / ITALIA

In primissima mattinata, trasferimento in aeroporto, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per l’Italia.

La quota comprende/non comprende

La quota comprende:

  • Voli di linea Turkish Airlines da Milano (su richiesta da altri aeroporti con tariffa soggetta a riconferma da parte della compagnia aerea) in classe economica.
  • Volo interno Teheran/Kerman.
  • Accoglienza e assistenza in aeroporto all’arrivo e alla partenza.
  • Sistemazione in hotel 4* o 5* stelle locali, in camera doppia con servizi privati.
  • Trattamento di pensione completa, compatibilmente con l’orario di arrivo e partenza e pranzi in caratteristici ristoranti iraniani.
  • Bus break: durante i trasferimenti saranno offerti the, biscotti e una bottiglia d’acqua al giorno.
  • Visite, ingressi e trasferimenti menzionati con bus
  • Escursione nel deserto in 4×4.
  • Guida locale parlante italiano.
  • Accompagnatore dall’Italia al raggiungimento di 20 partecipanti paganti
  • Assicurazione medico-bagaglio.
  • Kit e documentazione di viaggio (guida*, borsa a tracolla o zaino).

*per le coppie verrà consegnata una guida per due persone.

La quota non comprende:

  • Tasse aeroportuali soggette a riconferma ad oggi € 235,00
  • Il visto in modalità non urgente, € 95,00.
  • Le mance (considerare € 80,00 per persona).
  • Le bevande ai pasti.
  • Extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

Condizioni di vendita

Modalità di iscrizione

 NOTA BENE:

La partenza sarà confermata al raggiungimento di 20 partecipanti paganti

Per partecipare ad ogni nostro viaggio occorre iscriversi comunicando il proprio nominativo (nome cognome come da passaporto, indirizzo di residenza, contatto telefonico e codice fiscale):

  • telefonando a FrateSole Viaggeria Francescana, tel. 051 / 64.40.168
  • inviando una e-mail a: giuditta@fratesole.com
  • inviare a: giuditta@fratesole.com la scansione a colori del passaporto e di una fototessera a sfondo bianco, necessari per la pre-autorizzazione del visto di ingresso.
ACCONTO

SALDO

100 giorni prima della data di partenza

1 mese prima della data di partenza

 € 800,00

 

Dati bancari per effettuare il bonifico:
Banca Popolare dell’Emilia Romagna – Ag.16
Codice Iban: IT 35 D 05387 02416 000001170344
Indicare nella causale: numero di pratica (che vi verrà comunicato), ref. Giuditta, data di partenza

Preghiamo di inviare la copia del bonifico via e-mail a giuditta@fratesole.com e/o mezzo fax al numero 0516447427.

Penali di cancellazione

Se siete costretti a rinunciare al viaggio prenotato, verranno applicate delle penali, che hanno lo scopo di non far ricadere eventuali aumenti nei costi sugli altri partecipanti. Le penali sono proporzionali alla data di cancellazione, con riferimento ai giorni che mancano alla partenza da calendario, contando anche il sabato, la domenica e i festivi.

– 10% per annullamenti pervenuti entro 60 giorni data partenza (esclusa)
– 30% per annullamenti pervenuti da 59 giorni a 30 giorni data partenza (esclusa)
– 65% per annullamenti pervenuti da 29 giorni a 15 giorni data partenza (esclusa)
– 80% per annullamenti pervenuti da 14 giorni a 7 giorni data partenza (esclusa)
– 100% per annullamenti successivi a tale data e in caso di mancata presentazione alla partenza

La comunicazione di annullamento è valida se perviene presso i nostri uffici in forma scritta (via email) ed entro le ore 18,00 del giorno indicato.

Passaporto e visto

Il passaporto deve essere valido per almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel paese, ed avere due pagine libere consecutive.
Per il visto è necessario inviare, all’atto della prenotazione, la fotocopia a colori scannerizzata del passaporto e una fototessera a colori su sfondo bianco scannerizzata, in formato jpg.
Vi sarà chiesto anche la compilazione di un formulario con dati anagrafici, professione e nome del padre.
II visto in Iran verrà consegnato e NON INCOLLATO sul passaporto non lasciando pertanto traccia sullo stesso: a tal fine occorre portare con sé il foglio che troverete all’interno dei documenti di viaggio con l’indicazione del numero di autorizzazione per l’ottenimento del visto stesso.
Per ottenere il visto, sul passaporto NON deve comparire alcun timbro israeliano.
Ricordiamo a tutte le donne che si recano in Iran che dovranno avere il capo coperto con un velo che copra i capelli fin dal loro arrivo in aeroporto.

Informazioni utili

Assistenza FrateSole

L’assistenza è garantita durante tutto il tour dai nostri accompagnatori/guide e/o dal nostro corrispondente locale.
In caso di emergenza in corso di viaggio garantiamo il servizio di assistenza telefonica attiva 24 h. su 24 con il cellulare FrateSole: 0039 3271533257.
Il foglio notizie contiene tutte le informazioni relative al vostro viaggio: orario di partenza e numero del volo, recapito telefonico dell’albergo, e altri dettagli di viaggio. Lo riceverete assieme al materiale di cortesia. Il biglietto aereo di norma lo riceverete via mail qualche giorno prima della partenza. Vi raccomandiamo di controllare i documenti inviati dall’Agenzia prima della partenza.

Indirizzi e numeri utili in corso di viaggio:

Numeri Utili In Iran Emergenze

Vigili del fuoco

Polizia

Ambulanze

Soccorso stradale

112 (da cellulare)

125

110

118

09629

Allianz Global Assistance Attivo 24h Tel. +39 02 26609604
Agenzia locale

Arash Kamangir Tour

No.73 Qeitarieh st. Tehran

Soheila Pirmoradian

Contatto di emergenza

Tel. +98 2122248346-7

Cell.+98 9352483278

Cell.+98 9121728197

Cell.+98 9352483278

Ambasciata d’Italia in Iran Neauphle Le Chateau Ave. 66-68, Teheran

 

in situazioni di emergenza

(per chiamate dall’Italia)

(per chiamate dall’Iran).

Tel: +98-21-66726955/6

fax: +98-21-66726961

 

Tel. +98-912-1035062

Tel. 09121035062

 

Documenti

Ai cittadini italiani (adulti e minori) è richiesto il passaporto individuale con validità residua di almeno 6 mesi dall’arrivo nel paese, ed avere due pagine consecutive libere.
È necessario inviare in agenzia una copia del passaporto entro 1 mese dalla data di partenza.
Dal 24 giugno 2014 è abolita la tassa annuale del passaporto ordinario da € 40,29.
Non è previsto alcun rimborso per chi si presentasse alla partenza con un documento scaduto o non valido. Si consiglia di far riferimento alla questura per ulteriori informazioni. È obbligatorio portare con sé durante tutto il pellegrinaggio/tour il passaporto ed è consigliabile conservarne una fotocopia in valigia.
Per i cittadini di altre nazionalità: dovranno rivolgersi al consolato per conoscere le modalità d’ingresso nel paese.

Visto
OBBLIGATORIO. Occorre presentare all’iscrizione:

–           la scansione della pagina del passaporto (solo le 2 pagine con foto e dati personali) in formato Jpg a colori. Il passaporto deve essere valido per almeno sei mesi, ed avere due pagine libere.
–           la scansione di una fototessera a colori con sfondo bianco in formato jpg
–           la tabella compilata dei dati anagrafici inclusa la professione e il nome del padre
–           operativo voli di andata e ritorno (li fornisce l’agenzia FrateSole)
–           Polizza assicurativa medica e infortunio (li fornisce l’agenzia FrateSole)

II visto in Iran verrà consegnato e NON INCOLLATO sul passaporto non lasciando pertanto traccia sullo stesso: a tal fine occorre portare con sé il foglio che troverete all’interno dei documenti di viaggio con l’indicazione del numero di autorizzazione per l’ottenimento del visto stesso. Dopo lo sbarco dovrete seguire le indicazioni “VISA” e, avendo quindi ottenuto il visto, mettervi in coda ai banchi immigrazione. Per ottenere il visto, sul passaporto NON deve comparire alcun timbro israeliano. Ricordiamo a tutte le donne che si recano in Iran che dovranno avere il capo coperto con un velo che copra i capelli fin dal loro arrivo in aeroporto.

Convocazione in aeroporto
La convocazione in aeroporto per accettazione su voli internazionali deve avvenire almeno 2 ore prima della partenza (2 ore e mezzo sono consigliate in alta stagione) anche in caso di effettuazione del check-in online: presentandosi all’ultimo minuto, rischierete di non poter far valere i vostri diritti in caso di cancellazione o ritardo del volo.

Pre-assegnazione dei posti a bordo
Nel caso in cui la compagnia aerea prescelta lo consenta e a puro titolo di cortesia, l’Agenzia provvede alla preassegnazione dei posti a bordo in base alla disponibilità e cercando di venire incontro alle richieste ed esigenze dei passeggeri. Tale servizio non è sempre disponibile, ne è sempre possibile ottenerlo gratuitamente, e in ogni caso ogni compagnia aerea si riserva la facoltà di riconfermare e/o modificare il posto preassegnato, che quindi non deve essere mai considerato garantito.

Bagaglio da stiva e bagaglio a mano
Consigliamo di utilizzare valigie con serratura o lucchetto TSA, che è possibile aprire solo con la combinazione scelta dall’utente oppure con chiave passpartout in dotazione alla sicurezza aeroportuale (il lucchetto è riconoscibile dal logo identificativo TSA costituito da un rombo con due sfumature di rosso). Ogni valigia deve essere etichettata: nome, cognome e recapito telefonico di chi parte. Deve inoltre recare all’andata l’indirizzo del primo albergo, al ritorno l’indirizzo di residenza o domicilio. In classe economica, la franchigia bagaglio è generalmente di 20 kg in stiva; verificate la tabella sottostante.

Bagaglio a mano (in cabina)
Il bagaglio a mano consentito in cabina non deve mai superare specifiche misure e peso che consentano il suo posizionamento nelle cappelliere dell’aereo. È consentito un solo bagaglio a mano per persona. È consigliabile inserire nel bagaglio a mano tutti gli oggetti di valore, i documenti personali e ciò che potrebbe servire in caso di smarrimento del bagaglio (biancheria di ricambio, medicine essenziali).

Franchigia bagaglio classe economica

  Bagaglio da stiva Bagaglio a mano
  Peso Dimensioni massime per collo (altezza+ larghezza +spessore) Peso Dimensioni
Alitalia 23 kg 158 cm 8 kg 55x35x25 cm
Turkish Airlines 20 kg 158 cm 8 kg 55x40x23 cm
Austrian/Lufthansa 23 kg 158 cm 8 kg 55x40x23 cm

Consultare la normativa ENAC per i liquidi all’interno del bagaglio a mano:

https://www.enac.gov.it/passeggeri/cosa-portare-bordo

  • È consentito il trasporto di 10 confezioni da 100 ml ciascuna
  • È necessario il CERTIFICATO MEDICO per il trasporto di medicinali liquidi oltre il quantitativo consentito
  • Attenzione all’acquisto nei duty free di liquidi che rispettino nei quantitativi le norme di cui sopra

Smarrimento del bagaglio
Chi si appresta ad effettuare un viaggio in aereo in qualunque parte del mondo e con qualunque compagnia aerea, deve mettere in conto la possibilità che la propria valigia venga smarrita o danneggiata. In caso di smarrimento o danneggiamento, è necessario recarsi subito al banco Lost & Found presente nell’area bagagli di ogni aeroporto e presentare denuncia (modulo PIR = Passenger Irregularity Report). Non sarà possibile rintracciare il bagaglio o avere rimborsato il danno senza presentare una copia di tale denuncia. In caso di danneggiamento è consigliabile fotografare la valigia, per poter inviare le foto alla compagnia aerea. Siete pregati di inviare copia o immagine del PIR in agenzia il prima possibile e comunque entro 7 giorni dall’accaduto. Precisiamo che è compito del vettore aereo rintracciare, recapitare ed eventualmente rimborsare una valigia smarrita: nulla può essere fatto né dall’Agenzia né dal corrispondente locale; inoltre, il vettore è tenuto a mantenere contatto diretto solo con il proprietario del bagaglio smarrito e solo quest’ultimo può ritirare il bagaglio nel caso in cui venga ritrovato. Informiamo inoltre i viaggiatori che la compagnia aerea e l’assicurazione sono responsabili del bagaglio solo limitatamente ai massimali di rimborso previsti del regolamento del Trasporto Internazionale e dall’assicuratore specifico: gioielli, oggetti di valore e somme di denaro presenti nel bagaglio non sono coperte da assicurazione.

Norme di comportamento: alcune note
È importante che il visitatore si adegui alle norme di comportamento islamiche, in particolare per quanto riguarda l’abbigliamento (maniche, pantaloni/gonne lunghi, foulard che copra il capo e il collo per le donne; pantaloni lunghi per gli uomini). Nei luoghi sacri non è ammesso l’uso delle maniche corte neanche per gli uomini. Gli uomini devono indossare pantaloni lunghi, le donne devono essere coperte, con gonne o pantaloni lunghi e non attillati, le braccia devono essere coperte così come le gambe. I sandali sono accettati. I capelli devono essere coperti con sciarpe o foulard, anche se non serve che questi siano allacciati strettamente. Non ci sono limiti ai colori permessi, anzi i colori chiari sono consigliati durante la stagione estiva. Quando si saluta qualcuno dello stesso sesso per la prima volta è appropriata una stretta di mano, mentre molte donne si baciano e si abbracciano. Le persone di sesso opposto non dovrebbero avere alcuno contatto fisico quando vengono presentate l’un l’altra. Quando si viaggia negli autobus le donne dovrebbero sedersi nella parte posteriore e gli uomini non dovrebbero mai sedersi vicino a loro. I visitatori dovrebbero evitare di usare modi troppo vistosi e rumorosi in pubblico, perché possono essere considerati maleducati. Non è generalmente accettabile per una donna fumare in pubblico, fatta eccezione nelle case da tè, dove sia gli uomini che le donne amano fumare il tabacco aromatizzato. Raccomandiamo di non soffiarvi il naso in pubblico, dal momento che viene considerato ripulsivo. Gli alcolici sono proibiti in Iran, ed il consumo di alcol può essere punito con pene severe. In molte parti del paese non ci sono toilette di tipo occidentale, ed i bagni alla turca sono la norma. Non c’è nemmeno la carta igienica, ed al suo posto c’è una canna dell’acqua per pulirsi. Se vengono fornite delle pantofole per usare il bagno, indossatele per entrare nella toilette, ma ricordatevi che vanno usate solo in questa stanza.

Si ricorda che:

  • è proibita l’importazione, il consumo, la detenzione e lo spaccio di qualsiasi tipo di bevanda alcolica;
  • è proibita l’importazione, l’introduzione nel paese o la detenzione di qualsiasi tipo di pubblicazione o materiale audiovisivo che la morale islamica ritenga contrario al pudore. Anche normali riviste, videocassette e stampe raffiguranti persone il cui abbigliamento non rispetti i criteri islamici, possono rientrare nella categoria di “materiale pornografico”. Tali divieti comportano in genere il sequestro della merce.

Esistono limitazioni nell’uso di apparecchi fotografici e videocamere, soprattutto nelle zone di confine e in prossimità di installazioni governative civili e militari. Si consiglia di informarsi in precedenza presso la polizia del luogo circa la possibilità di fare riprese o fotografie In ogni caso, occorre chiedere agli interessati il permesso di scattare fotografie o riprendere immagini e persone, in particolar modo, donne.

Situazione sanitaria
Strutture sanitarie: Il livello professionale dei medici, soprattutto a Teheran e nelle grandi città, è buono e molti di loro parlano lingue straniere. L’Ambasciata dispone di un elenco di medici in Teheran che parlano anche l’italiano. Alcuni medicinali abitualmente disponibili in Italia non sono di facile reperibilità in loco. Si consiglia, quindi, al viaggiatore di portare con sé i farmaci di cui può avere immediato bisogno. Malattie presenti: Non vi sono situazioni di particolare allarme sanitario nel Paese in generale e, in particolare, nelle zone di maggiore attrattiva turistica. L’inquinamento dell’aria nelle aree urbane di quasi tutte le province dell’Iran è ad un livello elevato e può rappresentare un rischio per chi già soffre di disturbi respiratori o cardiocircolatori, i bambini, le donne incinta e gli anziani. Il modo migliore per minimizzare l’impatto negativo dei picchi di inquinamento, che si verificano di solito nei mesi invernali e sono annunciati dai mezzi di informazione, è di seguire le misure precauzionali suggerite dalle autorità locali ed evitare di uscire di casa quando non necessario. Avvertenze: Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una assicurazione che preveda anche la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese del malato. Si consiglia, inoltre, di non consumare cibi crudi; di lavare bene e disinfettare frutta e verdura; di bere acqua minerale o altre bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio, ovvero bollire l’acqua prima del consumo. Forme di dissenteria possono comparire, talvolta, durante il periodo di acclimatamento, soprattutto nei mesi estivi. Vanno evitati pertanto locali pubblici che non offrano sufficienti garanzie igieniche.

Valuta
La moneta ufficiale è il Rial. 1 Euro = 46446,24 Rial circa; 1 USD = 42105,00 Rial circa (cambio aggiornato al 02/12/2019). Potete cambiare in banca, ma anche dai cambiavalute allo stesso cambio della banca, presso la reception dell’hotel o in qualche negozio di tappeti. Le carte di credito internazionali non sono, per il momento, riconosciute come mezzo di pagamento e le valute straniere più comunemente accettate per il cambio in Rial sono il dollaro USA, di taglio da 100$ e l’Euro.

Telefoni
Prefisso dall’Italia: 0098
Prefisso per l’Italia: 0039
l’Iran è collegato al sistema GSM dei telefoni cellulari (roaming) con utenze italiane con contratto (per le comunicazioni telefoniche e gli sms) e con schede prepagate (solo per sms), ma il collegamento non viene garantito con regolarità. Si raccomanda di verificare con il proprio operatore telefonico italiano la possibilità – e le modalità – di utilizzo della propria sim card italiana in Iran. Generalmente negli hotel della capitale il servizio gratuito WIFI è a disposizione nella hall e in alcuni casi in camera; non sempre tale servizio è garantito nelle altre località.

Fuso orario
Sono avanti 2 ore e 30 minuti rispetto all’Italia (con ora solare), avanti 1 ora e 30 minuti rispetto all’ora legale.

Lingua
La lingua ufficiale è il persiano moderno (farsi). Le lingue internazionali (inglese, francese, tedesco) sono diffuse all’interno di una ristretta cerchia di persone abbienti, specie all’interno della capitale.

Clima
Il clima dell’Iran è di tipo continentale, con estati particolarmente calde lungo il litorale che si affaccia sul Golfo Persico e il Golfo di Oman. Clima più temperato e arido invece sugli altipiani. La presenza delle imponenti catene montuose, tuttavia, consente all’Iran di godere di una splendida primavera, quando lo scioglimento delle nevi montane alimenta i corsi d’acqua e le oasi. Le piogge sono concentrate nei mesi invernali, e nell’interno non superano i 250 mm annui mentre sui versanti esterni delle grandi catene montuose possono toccare i 1.300 mm. Pur trovandosi nel nord dell’Iran, la capitale Teheran ha un inverno un po’ meno freddo, perché le montagne dell’Elburz la proteggono parzialmente dalle ondate di freddo. Anche qui in inverno può nevicare e gelare, anche se meno spesso e con gelate meno intense (intorno a -8/-10°C). L’estate a Teheran è caldissima, con giornate torride, normalmente intorno ai 35/37 gradi a luglio e agosto; l’umidità è però bassa e il vento non manca. Nel corso dell’anno a Teheran cadono appena 230 millimetri di pioggia, gran parte dei quali da novembre ad aprile: il deserto non è molto distante. A Esfahan (o Isfahan), al centro dell’Iran e a 1.500 metri di quota, si passa dai 3 gradi di media di gennaio ai 29 di luglio: dunque le temperature assomigliano a quelle di Teheran. Le piogge sono molto scarse, a livello desertico: appena 110 millimetri l’anno Shiraz si trova nel sud, a 1.500 metri, e a questa latitudine ormai l’inverno è abbastanza mite anche ad una quota così alta: si passa dai 5 gradi di gennaio ai 28 di luglio. Nel corso dell’anno cadono 330 millimetri di pioggia. Persepoli si trova a una cinquantina di chilometri a nord di Shiraz, a 1.600 metri di quota, e dunque ha un clima simile a quello di Shiraz.

Apparecchi elettronici
Tensione a 220Volt. Normalmente le prese sono di tipo europeo a 2 poli. Altrimenti consigliamo di procurarsi un adattatore universale.

Festività
Il giorno di festa è ufficialmente il venerdì. l’Iran è un Paese musulmano a maggioranza sciita (90%). Sono presenti importanti comunità di musulmani sunniti nel sud-ovest e nel sud-est del Paese, di armeni, assiro-caldei e, in misura minore, di cattolici, ebrei e zoroastriani, cui è consentita libertà di culto.

Vaccinazioni
Nessuna vaccinazione è obbligatoria. Si consiglia, quindi, al viaggiatore di portare con sé i farmaci di cui può avere immediato bisogno. Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una assicurazione che preveda anche la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese del malato. Si consiglia, inoltre, di non consumare cibi crudi; di lavare bene e disinfettare frutta e verdura; di bere acqua minerale o altre bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio, ovvero bollire l’acqua prima del consumo. Forme di dissenteria possono comparire, talvolta, durante il periodo di acclimatamento, soprattutto nei mesi estivi. Vanno evitati pertanto locali pubblici che non offrano sufficienti garanzie igieniche.

Mance
È buona consuetudine, a fronte di un buon servizio, lasciare una mancia nei ristoranti, negli alberghi e per il facchinaggio. Le mance sono escluse dalla quota del pellegrinaggio. Sul foglio notizie troverete indicazioni in merito all’importo da consegnare al capogruppo.

Shopping
I posti migliori per gli acquisti sono i bazar di Teheran, di Shiraz e di Isfahan. Molti gli articoli interessanti: seta, tappeti persiani, oggetti in argento, tessuti ricamati, oggetti in ceramica o in vetro soffiato, oggetti smaltati o in legno intarsiato, miniature.

Gastronomia
La cucina iraniana è per lo più a base di riso, spesso aromatizzato con lo zafferano, pane, verdure, erbe aromatiche e frutta. La carne, in genere agnello o montone tritati o tagliati a tocchetti, è usata per aggiungere sapore ma è raramente l’ingrediente principale, tranne che nel kebab; la carne di cammello viene considerata una vera prelibatezza. Nominiamo solo alcune delle moltissime specialità regionali: il torrone di Isfahan, i pistacchi di Rafsanjan, i datteri di Bam, le marmellate di Shiraz. Da assaggiare poi il caviale iraniano. Altre specialità della cucina iraniana sono il kuku, una specie di frittata, i dolme, verdure o frutti ripieni di riso e verdure o carne, il fesenjun, stufato d’anatra. La frutta è squisita e varia, fichi secchi e pistacchi sono imperdibili. Lo yogurt è eccellente e viene spesso servito con l’aggiunta di cetrioli, aglio o erbe fresche e spezie. La bevanda nazionale dell’Iran è il thè, sempre servito nero, forte e bollente.

Programma di viaggio
Il programma potrebbe subire delle variazioni per ragioni logistiche. Sarà fatto il possibile per garantire l’intero svolgimento del programma e di tutte le visite, che potranno subire modifiche di ordine cronologico e salvo casi di forza maggiore (ordine pubblico, motivi di sicurezza, etc.).

Allergie e diete specifiche
L’Agenzia provvederà a informare i corrispondenti locali circa le specifiche richieste alimentari relative a diete speciali, ma tali richieste sono da considerarsi solo come segnalazioni. I viaggiatori sono sempre tenuti a verificare personalmente in loco la composizione dei cibi. L’Agenzia non si riterrà responsabile di eventuali problematiche in questo senso, restando in carico al viaggiatore la responsabilità di ciò che ritiene di potere o non potere mangiare.

Assicurazione medico-bagaglio inclusa nel pacchetto
Il pacchetto comprende assicurazione medico bagaglio Allianz Global Assistance, che offre una copertura di 30.000 € per spese mediche, 750 € per mancata riconsegna del bagaglio, 100 € per spese di prima necessità in caso di ritardo superiore alle 8 ore nella riconsegna del bagaglio. Sono assicurabili solo cittadini italiani o di diversa nazionalità purché residenti in Italia e in possesso del codice fiscale italiano. In caso di problemi di salute è necessario: avvisare tempestivamente la Centrale Operativa (trovate il numero in alto), che si prenderà carico del sinistro; farsi sempre rilasciare certificati medici/ricevute delle prestazioni ricevute per successive richieste di rimborso.

 

 

 

 

Blog, News, Eventi
Iran: un itinerario fra i culti religiosi minori dell'antica Persia

Da un punto di vista demografico, la larga maggioranza della popolazione (89%) è musulmana sciita, il 10% sunnita e solo il restante 1% (o ..

continua
Viaggio in Iran tra luci e colori

L'Iran è un insieme armonioso e talvolta accecante di colori, luci e ombre che lo rendono un posto magico e a tratti irreale. Una ..

continua
Iran: guida storico-archeologica

L’Iran custodisce alcune delle più antiche testimonianze della civiltà umana. Qui, nell’antica Persia, sono nati grandi imperi le cui ..

continua
Iran e niente altro: perché è un Paese da non perdersi

E’difficile non innamorarsi dell’Iran e del suo popolo. Perché è un paese che ti sorprende per le sue meraviglie e la sua civiltà, ..

continua
Ricordi dall'Iran

Foto di Patrizia di Palma.

continua
Iran. Un viaggio nell'antica Persia

Per il ciclo "Aperitivi d'autore" la Libreria Terra Santa propone: Iran, un viaggio affascinante nell'antica Persia Martedì 24 ..

continua
Ricordi di viaggio: Iran

Immagini dal viaggio in Iran di giugno 2017.

continua
Ricordi di viaggio: Iran con fra Tommaso Proietti

Ricordi dal viaggio in Iran appena concluso, accompagnato da fra Tommaso Proietti.

continua
FrateSole alla BIT per raccontare l'IRAN

L'Iran ha una delle più ricche eredità per quanto riguarda l'arte e la storia al mondo, incluse importanti testimonianze per comprendere ..

continua
Iran da Oscar

Agli Oscar ha trionfato l'Iran, vincitore del premio per il miglior film in lingua straniera con il lungometraggio "Il Cliente" del regista ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

Iscriviti!
© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy