Pellegrinaggio in Terra Santa con la Diocesi di Assisi

Decorazione front-end

Durata

8 giorni
(7 notti)

Scopri subito tutte le date disponibili per questo viaggio!

Il pellegrinaggio in Terra Santa è il viaggio della vita: è un viaggio dell’anima, che – nel rumoreggiare caotico del suq, nel profumo intenso delle spezie, nell’orizzonte infinito del deserto e nei profondi occhi dei popoli che la abitano – racconta una storia fatta di sogni e di desiderio. Lasciamoci sorprendere dalla terra sacra degli ebrei (adamat ha kodesh).  Ritorniamo là dove tutto ebbe inizio. Rinunciamo ad ogni aspettativa e percorriamo nuovi sentieri, per vivere un’esperienza che rimarrà impressa per sempre nel nostro cuore.

Questo viaggio è realizzato in collaborazione con l’Ufficio Pellegrinaggi della Custodia di Terra Santa.

Decorazione front-end
Decorazione front-end

Programma

  1. 1
    1° giorno

    Finalmente si parte! Dopo alcune ore di volo sul Mar Mediterraneo appare nei finestrini la costa di Israele, una lunga distesa di sabbia e alti grattacieli moderni, che ci fanno presagire quali grandi sorprese ci riserverà questa terra. Dopo i soliti controlli ci dirigiamo a Nazareth, dove ci sistemeremo in albergo. Lungo il tragitto sosta al Carmelo.

  2. 2
    2° giorno

    Dopo la prima colazione, Santa Messa e visita di Nazareth, dominata dalla Basilica dell’Annunciazione; visita alla chiesa di San Giuseppe e alla sua grotta, e alla Sinagoga. Pranzo e nel pomeriggio raggiungiamo l’antica Sefforis, sfarzosa capitale della Galilea ai tempi di Gesù, per una passeggiata tra le vestigia e i mosaici: questo luogo avrà fatto sicuramente parte del suo paesaggio familiare. Rientro a Nazareth facendo una sosta a Cana di Galilea. Cena e pernottamento a Nazareth.

  3. 3
    3° giorno

    In prima mattinata raggiungiamo il lago di Galilea dove, circondati dalle suggestive alture del Golan, ci lasciamo trasportare nella Palestina del I secolo ed entriamo nella storia attraverso la Parola e le pietre: seguiamo il percorso della predicazione di Gesù a Cafarnao, a Tabgha, al Primato di Pietro, a Magdala e al Monte delle Beatitudini e scopriamo che il vero miracolo fu soprattutto la guarigione del cuore. Cena e pernottamento a Nazareth.

  4. 4
    4° giorno

    Dopo la prima colazione raggiungiamo le pendici del Monte Tabor e insieme a Gesù, a Pietro, a Giacomo e a Giovanni lo risaliamo, per ritrovare quel volto che risplendette “come il sole”. Successivamente partiamo per la Giudea e arriviamo a Betlemme, inizio delle visite. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento a Betlemme.

  5. 5
    5° giorno

    Betlemme: oggi ci inchiniamo, facendoci piccoli, davanti a quella porta che custodisce l’imponente Basilica della Natività: guidati dai suoi splendidi mosaici scendiamo verso il basso sino a raggiungere la mangiatoia, dove Gesù fu posato ancora in fasce. In pullman raggiungiamo Qasr el Yahud, sulle sponde del Giordano, per il rinnovo delle promesse battesimali nel luogo dove Giovanni Battista ha battezzato Gesù, e dove il popolo entrò nella Terra Promessa. Proseguimento per Qumran per la visita e il pranzo. Prima di rientrare a Betlemme sosta sul Mar Morto. Cena e pernottamento a Betlemme.

  6. 6
    6° giorno

    Finalmente saliamo a Gerusalemme! Vangelo alla mano, entriamo nel cuore del pellegrinaggio, accompagnando Gesù nelle tappe del cammino della Passione: raggiungiamo il Monte Sion dove visitiamo il Cenacolo e il Cenotafio del Re David, meta dei pellegrini ebrei; raggiungiamo poi la terrazza del Gallicantus, con i resti visibili della scalinata romana, molto probabilmente percorsa da Gesù dopo la cena pasquale. Da qui, scendendo la valle del Cedron, raggiungiamo l’orto degli ulivi, il Getsemani, dove Gesù sperimentò l’agonia del silenzio di Dio e il sonno dei discepoli prima della consegna. Tempo per la preghiera. Pranzo e nel pomeriggio entrando dalla Porta dei Leoni, dopo aver visitato la Chiesa di Sant’Anna e la piscina probatica percorriamo alcune tappe della “Via Crucis” e arriviamo al Santo Sepolcro, che custodisce da secoli i segni visibili della nostra fede: il Calvario e la Tomba Vuota che, nonostante siano luoghi di sofferenza e morte, sono divenuti per milioni di cristiani il punto di partenza della “buona notizia”, dove Gesù ha sconfitto per sempre la morte. Cena e pernottamento a Gerusalemme.

  7. 7
    7° giorno

    Dopo la prima colazione visita approfondita del Santo Sepolcro. Al termine passeggiata nel quartiere ebraico fino al Kothel, l’unica cosa che rimane dell’antico Tempio. Pranzo a Betania e nel pomeriggio concludiamo le visite del Monte degli Ulivi, che conserva molte memorie della vita di Gesù: sosta all’Edicola dell’Ascensione; alla grotta dove si raccoglieva in preghiera e insegnava agli apostoli, detta Pater Noster; e infine alla terrazza dalla quale pianse guardando la sua amata Gerusalemme, il Dominus Flevit. Cena e pernottamento a Gerusalemme.

  8. 8
    8° giorno

    In mattinata, in base all’operativo aereo, partiamo per Abu Gosh, che una tradizione crociata identifica come una delle quattro Emmaus. Secondo la tradizione biblica invece, fu il luogo dove sostò l’Arca dell’Alleanza, prima di essere spostata a Gerusalemme al tempo di David.  Proseguiamo il nostro ritorno a casa raggiungendo l’aeroporto; in base all’operativo del volo, operazioni d’imbarco e congedo dai nostri amici di viaggio, consapevoli che questa esperienza ci ha resi pellegrini per sempre. Arrivo in Italia e termine dell’esperienza.

Decorazione front-end

Pellegrinaggio in Terra Santa con la Diocesi di Assisi

Partenze Disponibili

  • Viaggio confermato
  • Ci siamo quasi
  • Ultimi posti disponibili
  • Al completo
Ci scusiamo, non è stata trovata alcuna soluzione per questo viaggio.
Decorazione front-end

Vuoi ulteriori informazioni su questo viaggio?

Contattaci
Decorazione front-end

Sei un capogruppo?

Ottieni un preventivo ad hoc per il tuo gruppo.

Decorazione front-end

Voglia di viaggiare?

Vedi anche

Chat di Messenger
Icona di Messenger