Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
9 giorni / 8 notti
Le sette chiese dell'Apocalisse di Giovanni
Letture consigliate

Pellegrinaggio in Turchia Tour su richiesta per gruppi

Pensato per chi:

  • desidera accostarsi alla storia delle origini della nostra Chiesa
  • desidera conoscere l’opera di predicazione di San Giovanni
  • desidera incontrare i cristiani di oggi in Turchia e conoscere il loro rapporto con l’Islam

La Turchia vanta un territorio immenso: quasi 775 mila kmq, un’estensione pari a 36 volte quella di Israele. Vanta anche una storia che si perde negli albori dell’umanità e si interseca con le più importanti civiltà del passato: Sumeri, Babilonesi, Ittiti, Greci, Romani, Selgiuchidi. Qui l’ellenismo e il cristianesimo si incontrano nella figura di Paolo e degli altri apostoli e discepoli missionari, così come oggi qui si incontrano il cristianesimo e l’Islam. Solo comprendendo e accogliendo la diversità di questa terra come una ricchezza – come fece San Paolo – potremo accostarci a questa “terra santa”, che ha molto da raccontarci sulla nascita della nostra Chiesa, ma anche sul modo in cui oggi possiamo e dobbiamo “essere cristiani” nel mondo.

ITALIA | ISTANBUL | SMIRNE
1° giorno
L’esilio di Giovanni e la stesura dell’Apocalisse: le Chiese dell’Asia Minore

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato; disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo di linea per Smirne, via Istanbul. Arrivo nel tardo pomeriggio, incontro con la guida proseguimento in pullman riservato per l’hotel. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Io, Giovanni (…) mi trovavo nell’isola chiamata Patmos a causa della parola di Dio e della testimonianza resa a Gesù. Rapito in estasi, nel giorno del Signore, udii dietro di me una voce potente, come di tromba, che diceva: Quello che vedi, scrivilo in un libro e mandalo alle sette Chiese: a Efeso, a Smirne, a Pèrgamo, a Tiàtira, a Sardi, a Filadèlfia e a Laodicèa” (Apocalisse, 1, 9-12)

SMIRNE | BASILICA DI SAN GIOVANNI | EFESO | SELCUK
2° giorno
Smirne (“amarezza”), la chiesa perseguitata e Efesi (“amabile”), la chiesa senza amore

Partenza per il distretto di Selcuk, dove visiteremo la gli scavi della Basilica di San Giovanni – che conserva la sepoltura dell’Evangelista – e il Santuario della Casa di Maria. Se possibile, incontro con la comunità dei Frati Cappuccini che custodisce il sito. Pranzo e proseguimento per Efeso, dove visiteremo gli scavi archeologici dell’antica città. Proseguimento per Kusadasi, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Non temere ciò che stai per soffrire: ecco, il diavolo sta per gettare alcuni di voi in carcere, per mettervi alla prova e avrete una tribolazione per dieci giorni. Sii fedele fino alla morte e ti darò la corona della vita. Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese: Il vincitore non sarà colpito dalla seconda morte. (Apocalisse, 2, 10-11)
Sei costante e hai molto sopportato per il mio nome, senza stancarti. Ho però da rimproverarti che hai abbandonato il tuo amore di prima. Ricorda dunque da dove sei caduto, ravvediti e compi le opere di prima. Se non ti ravvederai, verrò da te e rimuoverò il tuo candelabro dal suo posto. (Apocalisse 2,3-7)

LAODICEA | PAMUKKALE | HIERAPOLIS (200 km)
3° giorno
Laodicea (“come piace al popolo”), la chiesa compiacente

In mattinata, partenza per Laodicea e visita agli scavi. Pranzo e proseguimento per Pamukkale per la visita al sito archeologico di Hierapolis e alle famose cascate di pietra bianca da cui sgorga acqua termale. Tempo libero presso le cascate. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca. Tu dici: “Sono ricco, mi sono arricchito; non ho bisogno di nulla”, ma non sai di essere un infelice, un miserabile, un povero, cieco e nudo. (Apocalisse, 2, 15-18)

SARDI | FILADELFIA | TIATIRA | PERGAMO (270 km)
4° giorno
Sardi (“residuo”), la chiesa moribonda
Filadelfia (“amore fraterno”), la chiesa fedele
Tiatira (“colei che offre sacrifici”), la chiesa delle buone opere

Pranzo e proseguimento per Sardi, per la visita al sito archeologico. Lungo il percorso, brevi soste presso Filadelfia (Alasehir) e Tiatira (Akhisar), delle quali però rimangono poche tracce. Arrivo in serata a Pergamo (Bergama), sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Conosco le tue opere; ti si crede vivo e invece sei morto. Svegliati e rinvigorisci ciò che rimane e sta per morire, perché non ho trovato le tue opere perfette davanti al mio Dio. Ricorda dunque come hai accolto la parola, osservala e ravvediti. (Apocalisse 3, 1-3)

PERGAMO | BURSA (271 km)
5° giorno
Pergamo (“fortezza”), la chiesa perseverante

Visita agli scavi dell’antica città di Pergamo: Ascelpion e Acropoli. Pranzo e partenza per Bursa. All’arrivo, visita alla Moschea Verde e al mercato delle erbe. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

So che abiti dove satana ha il suo trono; tuttavia tu tieni saldo il mio nome e non hai rinnegato la mia fede neppure al tempo in cui Antìpa, il mio fedele testimone, fu messo a morte nella vostra città, dimora di satana. (Apocalisse, 2, 13)

BURSA | NICEA | CALCEDONIA | ISTANBUL (250 km)
6° giorno
La Chiesa in cammino: “Dio da Dio, luce da luce, Dio vero da Dio Vero”

Partenza l’antica Nicea, dove nell’estate del 325 si tenne il primo concilio indetto dall’imperatore Costantino.

Dopo la prima fase di predicazione, che ha condotto alla formazione intorno ai missionari di comunità cristiane lungo tutta l’Asia Minore, dall’Egeo all’Anatolia, la Chiesa inizia piano a piano a organizzarsi e definirsi. Lo fa soprattutto a mezzo dei Concili, che riuniscono i Vescovi delle diverse “chiese”.
Quello di Nicea fu il primo Concilio della storia della Chiesa. Causa del concilio fu la disputa teologica sorta per opera di Ario, presbitero della Chiesa di Alessandria d’Egitto. Il Sinodo giunse alla stesura di una formula di fede che costituisce uno sviluppo del Credo Apostolico.

Pranzo e proseguimento per Calcedonia, oggi quasi un quartiere di Istanbul, in un paesaggio di vecchie case in legno nello stile tipico e suggestivo del Bosforo: questo luogo in epoca cristiana fu reso famoso dal suo celebre concilio ecumenico del 451. Arrivo in serata a Istanbul, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

A Calcedonia, si giunse a definire in Cristo le 2 nature: umano/divina senza confusione, immutabile, indivise, inseparabili, mantenendo ciascuna delle due la sua proprietà e concorrendo a formare una sola persona o ipostasi.

ISTANBUL
7° giorno
“Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita”

Giornata dedicata alla visita di questa meravigliosa città, ponte tra oriente e occidente, antica Bisanzio che conta ben 15 milioni di abitanti. Prima tappa alla Moschea Blu capolavoro di eleganza e di armonia, seconda solo a La Mecca. Si prosegue con la visita dell’Ippodromo, piazzale che per secoli rappresentò il centro della vita bizantina prima e ottomana. Visita alla chiesa di Santa Sofia, dedicata alla Divina Sapienza. La mattinata terminerà con l’esplorazione della parte più curiosa della città, quella sotterranea, rappresentata dalle cisterne. La più famosa è la Yerebatan Saravi, la Cisterna Basilica coperta da un soffitto a volte sorretto da 336 colonne. Dopo il pranzo visita al Palazzo Topkapi con la sala del tesoro (non è incluso harem), adibito a residenza dei sultani, oggi è uno dei più grandi musei esistenti al mondo. Cena e pernottamento.

Tra il Concilio di Nicea e quello di Calcedonia si tenne il Consilio di Costantinopoli, nell’anno 381, che portò quasi a compimento il Simbolo della Fede, insistendo sulla divinità del Figlio, ma anche dello Spirito Santo, lasciando aperta solo la problematica della processione dello Spirito dal Padre “attraverso il Figlio” o “dal Figlio”.

ISTANBUL
8° giorno
Gli ultimi Concili e il periodo iconoclasta

Mattinata dedicata alla visita alla Chiesa di San Salvatore in Chora, che significa ‘fuori le mura’, eretta da Costantino, ora un museo. Partenza per una mini crociera sul Bosforo, lo stretto sinuoso che separa l’Europa dall’Asia. Si potranno ammirare dall’esterno due famosi palazzi di Istanbul: Dolmabahce e Ciragan Sarai. Sosta al Gran Bazar. Tempo libero. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Dopo il Concilio di Calcedonia del 451 si tennero ancora quattro Concili, tra Costantinopoli e Nicea, che specificarono l’unione delle due nature divina e umana e in Cristo e si concentrano per un periodo di oltre 100 anni sul problema del culto delle immagini.

ISTANBUL | ITALIA
9° giorno

Possibilità di incontrare i frati della comunità francescana di Istanbul, con eventuale celebrazione della Santa Messa (da riconfermare). In tempo utile, trasferimento per l’aeroporto, operazioni di imbarco e partenza con volo di linea per l’Italia. Arrivo all’aeroporto concordato e termine dei servizi.

I Concili sono arrivati sino ad oggi, come un fiume carsico di grazia e Vangelo che arriva sino ai nostri giorni con il Concilio Vaticano II. Riflettiamo sul Cammino che la Chiesa ha condotto da allora, e sulle sfide che ancora ci pone “l’essere cristiani oggi” nella nostra società che oggi come allora è caratterizzata dalla multiculturalità e dal culto di tanti e diversi “idoli”.

Blog, News, Eventi
Ricordi di viaggio: Pellegrinaggio in Turchia

Tre immagini a ricordo del pellegrinaggio in Turchia del gruppo di don Adriano Castagna, Parrocchia di Santa Teresa, ..

continua
Ricordi di viaggio: pellegrinaggio in Turchia

Pubblichiamo alcune delle immagini dal gruppo di pellegrini che ha viaggiato per la Turchia dal 13 al 22 agosto, Parrocchia di Castel ..

continua
Ricordi di viaggio: pellegrinaggio in Turchia

Pubblichiamo le belle foto di © Raffaele Montuori, che si trova in pellegrinaggio in Turchia. Molti si chiedono perché scegliere di ..

continua
Mosaico Turchia

"Questo libro è una guida preziosa, che ci accompagna con intelligenza fra le onde agitate e spesso ambigue di quel continente ..

continua
Turchia

Il pellegrinaggio in Turchia ruota intorno alla figura di san Paolo e alle prime comunità cristiane che qui fiorirono: fu proprio qui, ..

continua
Pellegrinaggio in Turchia con padre Paolo Bizzeti, vescovo dell'Anatolia

In Turchia guidati da padre Paolo Bizzeti SJ, Vescovo dell'Anatolia: dal 22 al 30 aprile 2017

continua
Pellegrini sulle orme di San Paolo: ricordi del pellegrinaggio in Turchia

E se non vi era bastata la diretta dalla Turchia, pubblichiamo anche le foto scattate da fra Luciano Pugliese in corso di ..

continua
In diretta dalla Turchia: pellegrini sulle orme di San Paolo

Seguite i nostri pellegrini in Turchia, guidati da fra Mirko Montaguti dalla Cappadocia all'Egeo.

continua
Dialogo ecumenico e interreligioso in Turchia: la Fraternità Internazionale

L'esperienza del nostro animatore spirituale Luca Bombelli in Turchia al corso della Fraternità francescana di Istanbul.

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy
chiama
051 6440168
whatsapp
327 1533257
email
info@fratesole.com
 
Chiusura uffici per corso di aggiornamento

Comunichiamo che gli uffici di FrateSole saranno chiusi nella giornata del 15 novembre per un corso di aggiornamento interno aziendale.

Lo Staff di FrateSole

continua →