Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
8 giorni / 7 notti

Viaggio in Marocco: il festival Gnawa a Essaouira Tour su richiesta

Essaouira ha una lunga tradizione di città cosmopolita e nessun’altra meglio di lei poteva ospitare questo festival, nato per la musica Gnaoua, creata nel tempo dagli schiavi e dai loro discendenti rimasti in Marocco.

Oggi gruppi musicali di tutto il mondo si incontrano in vere e proprie fusion.

Il festival sarà anche l’occasione di scoprire un Marocco poco conosciuto, con Tafraout e la nascosta “valle incantata”, la città fortificata di Taroudant, gli spettacolari paesaggi del passo del Tizi’n Test per finire a Marrakech, brulicante di gente e di colori.

1° giorno: MARRAKECH

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Marrakech e trasferimento privato in un riad della medina. Cena libera. Pernottamento.

2° giorno: MARRAKECH / ESSAOUIRA: IL FESTIVAL

Trattamento di pernottamento e prima colazione.

Trasferimento nella città del festival. Essaouira ha origini antichissime, fu frequentata dai Fenici sin dal VI secolo a.C. e divenne poi insediamento romano per la lavorazione della porpora “getula”. Fu sempre un porto di pesca, che nel XIV sec. vide un tentativo di insediamento da parte dei Portoghesi, presto scacciati. La città attuale, protetta da alte mura, rinacque nel XVIII secolo ad opera del sultano, divenne un importante sbocco commerciale per le carovane sahariane, e proprio la presenza di molti schiavi diede origine a quella forma musicale originale che è la musica gnawa. I concerti si svolgono dal pomeriggio fino a notte inoltrata in vari punti della città, tutti gratuiti e ogni partecipante può scegliere a quale assistere. Pasti liberi, pernottamento in riad o albergo.

3° giorno: ESSAOUIRA: la città e il festival

Trattamento di pernottamento e prima colazione.

Programma della giornata in libertà, per esplorare la cittadina dalla struttura urbana che ricorda un po’ Venezia, con vicoli, mercato coperto del pesce, fundouk. Fu scelta da Orson Welles per girare alcune scene del suo “Otello”. Si possono visitare la “Sqala” (le fortificazioni a mare con batterie di cannoni del XVII e XVII secolo), il porto dove sono costruiti artigianalmente i piccoli battelli da pesca, il Museo Etnografico. Concerti, pasti liberi, in riad o albergo.

4° giorno: TAFRAOUT: l’Atlantico e l’Anti-Atlante

Trattamento di mezza pensione (colazione e pranzo).

Prima colazione. Partenza per Agadir lungo la sinuosa strada costiera, fra alberi di argan e spettacolari scorci panoramici. Ad Agadir sosta ai ristorantini del porto, per una gustosa frittura di pesce. Lasciata Agadir, inizia la salita lungo le pendici settentrionali dell’Anti Atlante, montagna abitata da pastori e agricoltori berberi sin dalla notte dei tempi, in villaggi arrampicati sui pendii con terrazze minuscole coltivate con cura. Cena libera e pernottamento in albergo.

5° giorno: TAFRAOUT / TAROUDANT: la “valle incantata”

Trattamento di mezza pensione (colazione e pranzo).

Prima colazione. Escursione a Tafraout, villaggio di montagna circondato da ciclopici massi di granito. Si scende poi nel versante sahariano dell’Anti Atlante lungo la ‘‘Valle Incantata’’, poco conosciuto e spettacolare canyon dove villaggi di pietra e oasi lillipuziane fanno da cornice ad una camminata non impegnativa. Pic-nic nella valle, all’ombra di olivi e palme. Prosecuzione poi verso Taroudant. Cena libera e pernottamento in hotel di charme.

6° giorno: TAROUDANT/MARRAKECH: il valico del Tizi’n test e l’Alto Atlante

Trattamento di mezza pensione (colazione e pranzo).

Prima colazione. Taroudant si trova al centro della fertile pianura del fiume Souss. La città è detta “la piccola Marrakech” per le possenti mura merlate che la circondano, per la vita brulicante della medina e per i suoi souk animati. Partenza verso l’Alto Atlante e tornante dopo tornante raggiungiamo il Tizi ‘n Test (2200 mt), da cui si gode una strepitosa vista sulla pianura. La discesa verso Marrakech non è da meno: foreste di tipo alpino, villaggi, scorci panoramici e un importante monumento: la moschea almohade di Tin Mal, di poco più antica della Koutoubia di Marrakech. Arrivo e sistemazione in riad o albergo. Pranzo in corso di viaggio, cena libera.

7° giorno: MARRAKECH

Trattamento di pernottamento e prima colazione.

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita di Marrakech: il fascino della città risiede soprattutto nella vita pulsante della sua famosa piazza, la Jemaa el Fna, nelle stradine strette e colorate che compongono la Medina e i suoi souk. Il pomeriggio Jemaa el-Fna è il palcoscenico per ogni sorta di esibizione, dai saltimbanchi agli incantatori di serpenti, dai ballerini ai musicisti. Intorno agli artisti che si esibiscono prospera il commercio di generi di ristoro, bevande, articoli artigianali, profumi, spezie. La notte l’affollamento non cambia, ed intensificano l’attività i ristoratori, che offrono insalate colorate, spiedini e calde zuppe, ma anche piatti tipici come le teste di montone bollite e le grandi lumache di Essaouira. E naturalmente tanto tè verde, dolce e forte, aromatizzato con profumata menta fresca. Pasti liberi. Pernottamento in riad o albergo.

8° giorno: MARRAKECH  

Prima colazione. In coincidenza con il volo prenotato, trasferimento privato in aeroporto e partenza. Termine dei servizi.

Blog, News, Eventi
Ricordi dal Marocco

Immagini gentilmente concesse a FrateSole da ©Valentina Cirio.

continua
Marocco: Centre Saint Antoine, incontro con fra Natale ofm

A Meknes è possibile incontrare fra Natale ofm, che gestisce insieme a padre Stephane un centro di lingue ed istruzione con ben 1300 ..

continua
Ricordi dal Marocco: colori, volti, natura

Galleria fotografica realizzata da © Pozzobon Pietro - © Betti Daniela - © Silvestri Giovanni - © Rapetti Donata, immagini gentilmente ..

continua
Marocco: incontro con un Sufi

In Marocco FrateSole è riuscita ad incontrare un mistico Sufi, come rappresentante della fede islamica. L'incontro è avvenuto in ..

continua
Marocco: Chiesa di San Francesco a Fes

A Fes è possibile partecipare alla messa presso la chiesa di San Francesco d’Assisi, con don Matteo, parroco italiano. La parrocchia ..

continua
Marocco, incontro a Midelt con i monaci trappisti

A Midelt, in Marocco, è possibile incontrare i monaci trappisti, che vivino nell'unica realtà monastica del Maghreb. Qui vive tra gli ..

continua
Ricordi di viaggio dal Marocco

Pubblichiamo quasi in diretta le belle immagini di Elisabetta Di Massimo, una viaggiatrice di FrateSole che si trova in Marocco con un ..

continua
Marocco "mon amour"

Proponiamo un reportage fotografico, intimo e spirituale, per il quale ringraziamo di cuore Donata e Gabriele. Il Marocco non è solo una ..

continua
Marocco, campanili tra le moschee

Un Maghreb inedito, tra bellezze naturali, arte islamica e presenza cristiana ed ebraica, alle radici di una convivenza possibile. ..

continua
Il miracolo del Marocco

Vi invitiamo a leggere questo interessante articolo di Repubblica, dove si tratteggia un ritratto forse inedito per molti del Marocco: ..

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© 2015 - "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia Minoritica dei Frati Minori dell'Emilia - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy