Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..

Viaggio in Macedonia, Kosovo e Montenegro

Un itinerario nei Balcani occidentali, alla scoperta di un territorio che vanta origini antichissime ricco di storia e di autentica bellezza, che solo di recente si è aperto al turismo. Un viaggio tra paesi giovani, in cui tante culture si mescolano nel cuore dell’Europa.

1° giorno: MALPENSA / SKOPJE / TETOVO / OHRID

Ritrovo dei partecipanti in aeroporto concordato. Operazioni d’imbarco e partenza con volo di linea per Skopje via Vienna. All’arrivo a Skopje Partenza per Tetovo. Visita della Moschea Dipinta costruita nel XVII sec. conosciuta anche come Moschea Aladzha. Questo autentico gioiello dell’arte islamica fu costruito nel 1459 con le donazioni di due nobildonne musulmane – Hurshida e Mensure, la cui tomba si trova all’interno del giardino. La moschea si presenta a forma di cubo, interamente decorata sia all’esterno che all’interno con motivi floreali e geometrici. Gli affreschi e i decori in legno, tutti in ottime condizioni, risalgono al 1833 quando l’edificio fu ricostruito ed ampliato da Abdurahman Pasha. Proseguimento verso Ohrid. Cena e pernottamento in hotel.

2° giorno: OHRID / Escursione in barca a S. Naum

Prima colazione. Visita di Ohrid: si tratta della più bella città della Macedonia e di una delle più affascinanti della penisola balcanica dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Situata sulla riva orientale dell’omonimo lago, Ohrid si caratterizza per le sue graziose case bianche con sporti in legno, per le sue stradine tortuose e per il prestigio dei tesori d’arte. Si visitano: la Cattedrale di Santa Sofia eretta nel 1037-1056 con interessanti affreschi del XIV secolo, la chiesa di S. Bogorodica Perivlepta del 1259 con forme bizantine e la chiesa dei Ss. Costantino ed Elena della seconda metà del XIV secolo (solo all’esterno). Visita di Plaosnik (Sveti Kliment i Panteleimon). Al termine visita della Chiesa – simbolo di Ohrid: S. Kaneo. Escursione in barca per visitare il Monastero S. Naum. Ritorno ad Ohrid.

3° giorno: OHRID / HERACLEA / BITOLA / STOBI / SKOPJE (250 km)

Prima colazione. Partenza in direzione di Bitola per visitare l’antica città romana di Heraklea, fondata da Filippo II, il padre di Alessandro il Grande, verso la metà del IV secolo a.C. Tra i resti più interessanti del sito si possono ammirare: le terme, il colonnato, l’anfiteatro, i resti delle due basiliche, entrambe con gli splendidi e coloratissimi mosaici (V secolo) raffiguranti figure geometriche, alberi, uccelli, fiori ed animali. Breve visita di Bitola: conquistata dai Turchi nel 1382, la città assunse il nuovo nome di Monastir. Delle decine e decine di moschee costruite dai Turchi durante la loro dominazione durata più di cinque secoli, ne rimangono circa una dozzina; la più bella è la cinquecentesca Isak Dzamija, così chiamata perché venne costruita a spese di un ricco mercante di nome Isacco. Passeggiata lungo la via “dei Consolati”. Partenza per visitare la città romana di Stobi. Situata lungo la via Axia, Stobi era una delle più grandi città romane presenti nella regione. Attualmente sono stati riportati alla luce circa 15 ettari. Il percorso si sviluppa per alcune centinaia di metri seguendo le antiche pavimentazioni stradali circondate dalle fondamenta dei muri degli edifici pubblici, delle abitazioni, dei bagni pubblici e di alcune chiese. Alla fine, si arriva all’anfiteatro (secolo II) ed alla basilica. Collegato alla basilica è il battistero, completamente pavimentato con mosaici bellissimi. Arrivo a Skopje.

4° giorno: SKOPJE / (Kossovo) GRACANICA / PRISTINA / PRIZREN (190 km)

Prima colazione. Visita della Capitale macedone: la Chiesa S. Kliment Ohridski, la Moschea, la Fortezza, Visita del Memoriale dedicato a Madre Teresa e il luogo dove un tempo sorgeva la sua casa natale, la Chiesa S. Spas con l’incredibile iconostasi alta sei e lunga dieci metri, realizzata interamente con l’intaglio dai fratelli Filipovski tra il 1819 – 1824. Partenza per la Repubblica Kosovo. Visita del Monastero di Gracanica – uno dei luoghi di maggior impatto emotivo della zona in quanto testimone dei momenti più sanguinosi e drammatici del conflitto che l’ha lacerato. Dedicata alla Vergine Maria, la chiesa del monastero rappresenta uno straordinario esempio di architettura bizantina ed una perfetta combinazione di archi, volti, finestre e cupole. Si prosegue con la visita di Prizren – la capitale culturale del Kossovo con la splendida Moschea che domina il centro della città. Cena e pernottamento.

5° giorno: PROZREN / DECANI / PEC / (Montenegro) MORACA / PODGORICA (300 km)

Visita al Monastero di Decani. Venne fondato nel 1327 da San Stefano Uros III. Nel 1331 Re Stefano venne assassinato dal figlio Dusan. Vissuto da santo e morto da martire, Stefano venne seppellito nella chiesa del monastero, dove ancora oggi il suo corpo completamente integro, riposa nel reliquiario di fronte all’iconostasi. Il complesso monastico comprende la chiesa dedicata all’Ascensione di Cristo, i dormitori di Milos e di Leontije, il refettorio, l’Arhimandriija (la dimora dell’abate), la torre campanaria e la torre d’ingresso. Visita del Monastero di Pec. Situato all’inizio della gola di Rugovo, alcuni chilometri dalla città di Pech, il monastero contiene quattro chiese realizzate nel corso di due secoli da alcuni patriarchi ed arcivescovi serbi. La più antica, dedicata ai Santi Apostoli e conosciuta anche come Chiesa di San Salvatore, venne costruita attorno alla metà del 1200 dall’Arcivescovo Arsenie I, successore di San Sava. Partenza verso il Montenegro. Sosta per la visita del Monastero di Moraca. Sistemazione in hotel a Podgorica. Cena e pernottamento.

6° giorno: PODGORICA / OSTROG / CETINJE / PODGORICA (200 km)

Partenza per il monastero Ostrog, il più grande Santuario Montenegrino. Inserito nella roccia dell’alta montagna è da sempre meta di pellegrinaggio di cristiani e musulmani e custodisce le spoglie di S.Basilio. Partenza per la visita alla città di Cetinje, ex capitale del Montenegro, Visita del Monastero di Cetinje e il Palazzo Reale. Visita del mausoleo Njegosh. (Attenzione circa 450 gradini da fare in salita!). Rientro a Podgorica.

7° giorno: PODGORICA / KOTOR / PERAST / BUDVA / PODGORICA (200 km)

Partenza per la vista di Kotor situato nel golfo Bocche di Cattaro – zona protetta dall’UNESCO. La ricchezza di monumento storico – culturali testimonia il passaggio di diverse civiltà, culture e stili dalla preistoria al barocco. Tra i monumenti più significativi del centro storico è sicuramente la Cattedrale di S. Trifone che fu consacrata nel 1166 e che conserva le spoglie del santo dall’ 809. Visita della chiesa di San Luca (XIII sec), la chiesa di Sant’Anna (XII sec), la chiesa di Santa Maria (XIII sec). Si possono anche ammirare il palazzo del Rettore (XVII sec), il teatro di Napoleone (XIX sec) e le bellissime piazze che sono punto di incontro delle viuzze che attraversano la città. Escursione in battello alle Isole di Perast. Si naviga nei pressi dell’isola di San Giorgio ospita un’abbazia benedettina del 1166, che nel Medioevo fu un importante centro di irradiazione culturale, e si visita l’isola dello Scalpello dove sorge il Santuario della Madonna dello Scalpello del XVII secolo. Visita della città antica di Budva: la cittadella fortificata, in stile tipicamente mediterraneo. La città sorge su un’isoletta collegata alla terraferma da una lingua di sabbia che con il tempo si è trasformata in penisola, mantiene il suo intreccio urbanistico medievale ed è circondata da bastioni risalenti al XV secolo. Rientro a Podgorica. Cena e pernottamento.

 8° giorno: PODGORICA / MALPENSA

 Visita di Podgorica. La città si trova a 44 metri sul livello del mare, nella fertile pianura a settentrione del lago di Scutari. E’ di origine romana e successivamente importante centro del principato omonimo sino al 1400. Visita alla città vecchia con alcune costruzioni che risalgono al periodo ottomano, tra cui la torre dell’orologio (XVIII secolo), il vecchio ponte sulla Ribnica (XV secolo) e gli scarsi resti della fortezza sita alla confluenza tra Ribnica e Morača (XV secolo), quindi la moderna Cattedrale della Risurrezione di Cristo principale edificio religioso della città, costruita nel 1993 e la Chiesa di San Giorgio (Crkva Svetog Đorđa), chiesetta del XVI secolo tra le pendici boscose della collina di Gorica, subito a nord del centro. Alle 12:00 Trasferimento in aeroporto.

Calendario Partenze
Blog, News, Eventi
Ricordi di viaggio: Armenia e Georgia

Buonasera Sara, il mio giudizio sul viaggio è senz'altro positivo, le visite sono state tutte piacevoli, guide e servizi sono stati ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy