Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
10 giorni / 9 notti
Letture consigliate

Viaggio in Armenia e Georgia Tour su richiesta

Viaggio in Armenia e Georgia, nelle “Terre di Mezzo”, lungo la Via della Seta, crocevia tra oriente e occidente, alla scoperta di grandi popoli e culture

Viaggio attraverso due stati Caucasici che hanno adottato per primi il Cristianesimo come religione di Stato. Luoghi magici di meditazione, santuari, chiese, monasteri arroccati su pendii scoscesi, testimoni di una lunga tradizione religiosa; che ha saputo dare un’identità a due popoli nel corso dei secoli e delle varie dominazioni straniere. Ci accompagnerà il prof. Francesco Maria Feltri.

ITALIA | TBILISI (GEORGIA) | DILIGIAN O DZORAGHET

In mattinata ritrovo dei partecipanti all’aeroporto. Operazioni d’imbarco e partenza con volo Turkish per Tblisi via Istanbul. Pasti a bordo. Arrivo nella capitale georgiana, incontro con la guida georgiana e proseguimento per il confine con l’Armenia. Congedo dalla guida georgiana; incontro con la guida armena e in serata arrivo a Diligian. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

DZORAGHET O DILIGIAN | HAGHBAT | SANAHIN | DILIGIAN

Dopo la prima colazione, partenza per i monasteri di Haghbat e Sanahin. Attraverseremo i villaggi dei molokans, popolazione di origine russa di antico credo cristiano, stabilitasi quasi due secoli fa in Armenia. I monasteri di Haghbat e Sanahin fanno parte del patrimonio dell’UNESCO: eretti tra il X e il XIII sec, sono articolati in una chiesa principale con campanile a sé stante, una serie di altre cappelle, un refettorio, una biblioteca, una fontana coperta. Il tutto circondato da mura ove si alternano torri cilindriche. Pranzo presso la taverna della città di Alaverdi dove assaggeremo il khorovatz, carne allo spiedo condita con spezie tradizionali. Ritorno in albergo, cena e pernottamento a Diligian.

DILIGIAN | SEVANAVANK | SELIM | TATE | GORIS

Dopo la prima colazione lasceremo la città di Diligian per raggiungere la parte meridionale dell’Armenia. La prima sosta al Lago Sevan per la visita al monastero omonimo del IX secolo. La seconda sosta sarà al caravanserraglio di Selim sull’omonimo passo, lungo la Via della Seta che collegava l’Oriente con l’Occidente. Le vie erano costellate di caravanserragli, dove trovavano alloggio i componenti delle carovane e i loro animali. Superato il passo, ci ritroviamo nella gola di Vayots Dzor. Dopo il pranzo proseguimento per il monastero di Tatev, che raggiungeremo in funivia, su un percorso di 5,7 km. Fondato nel IX sec, fu centro di un’importante scuola miniaturista e polo religioso e culturale di prim’ ordine. Cena e pernottamento in albergo a Goris.

GORIS |STONEHUNGE |NORAVANK | KHOR VIRAP | YEREVAN

Dopo la prima colazione partenza per Yerevan, la capitale dell’Armenia. Durante il trasferimento faremo una sosta presso la città di Sissian dove si trovano megaliti (menhir) simili a Stonehenge ma di basalto. Il sito megalitico fu un antico osservatorio astrale e serviva per misurare il tempo. Proseguimento per Noravank, complesso monastico del XIII–XIV sec, patrimonio dell’UNESCO. La profonda gola che conduce al monastero è un’importante oasi naturalistica in cui sono stati riportati alla luce reperti dell’età del bronzo. Pranzo in ristorante presso il monastero. Prima di arrivare a Yerevan ci fermiamo al monastero di Khor Virap (VII sec), che significa “fossa profonda” e dove secondo la tradizione San Gregorio l’Illuminatore fu tenuto a lungo prigioniero, fino alla liberazione concessagli dal sovrano Trdat III che si convertì al cristianesimo. Dall’alto delle mura del monastero si gode una delle più belle viste dell’Ararat. In serata arrivo a Yerevan. Cena e pernottamento in albergo a Yerevan.

YEREVAN – ETCHMIADZIN

Mattinata dedicata alla scoperta dei principali monumenti della città di Yerevan. Visita del museo di Storia e del Museo del Genocidio e sosta presso il sacrario. Attraverso il percorso fotografico sarà possibile ripercorrere gli eventi e le cause che hanno condotto al primo grande genocidio del XX sec, e hanno determinato l’attuale assetto diasporico del popolo armeno. Dopo il pranzo partenza per Etchmiadzin per la visita alla chiesa di santa Hripsimè (VII sec), dove sono conservate le spoglie della prima martire armena. A seguire, visita alla cattedrale patriarcale di Etchmiadzin, costruita secondo la tradizione da San Gregorio Illuminatore all’inizio del IV sec, nel luogo indicatogli da Cristo stesso durante un’apparizione: Etchmiadzin significa infatti: “è disceso l’Unigenito”. Nello stesso complesso architettonico risiede il Catholicos, capo della Chiesa apostolica armena. Visita alle rovine della cattedrale di Zvartnots (VII sec). Cena in un ristorante tipico della città di Yerevan in compagnia delle danze e canti folcloristiche (tutti i ballerini e cantanti sono in costume tradizionale). Pernottamento in albergo a Yerevan.

YEREVAN: MATENADARAN | GARNI | GHEGARD

Dopo la colazione e visita del museo dei manoscritti (Matenadaran), uno dei “sacrari” dell’identità armena. Potremo ammirare le diverse tipologie di manoscritto e le splendide miniature che li adornano. Dopo la visita si prosegue verso la regione di Kotayk con sosta all’arco di granito di Eghishé Ciarents, che si affaccia su un’ampia vallata, dominata dall’imponente scenario dell’Ararat. Arrivo al villaggio di Garni per la visita del tempio pagano e delle terme: si tratta dell’unica testimonianza rimasta del periodo ellenistico in Armenia. A seguire visita al suggestivo monastero rupestre di Ghegard (XIII sec) esempio di architettura sacra in Armenia. Il nome significa “tempio della lancia” perché secondo la tradizione conservava un frammento di lancia con cui il centurione ferì Cristo sulla croce. Pranzo presso un agriturismo caratteristico, dove parteciperemo al rito della preparazione del lavash, il pane più popolare in Armena. Proseguimento verso la cittadina di Diligian. Nel tardo pomeriggio passeggiata lungo le vie del quartiere artigianale di Sharambeyan famoso per i lavori degli artigiani della città (oggetti di ceramica, di legno, di tessuto). Cena e pernottamento in albergo a Diligian o Dzoraghet.

 GYUMRI – BAVRA | VARDZIA | AKHALTSIKHE

In mattinata partenza per il confine con la Georgia in direzione nord ovest e pranzo presso una famiglia. Prima sosta alla città rupestre di Vardzia, fondata all’epoca della Regina Tamar nel XII sec. come città sia religiosa che laica. Questa citta rappresenta l’immagine più bella della Georgia dell’Età dell’Oro e ci offre chiese di pietra con affreschi ben conservati. Lungo il trasferimento visiteremo anche la Fortezza di Khertvisi (X sec.). Cena in un locale a Varzia e sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

AKHALTSIKHE | GORI | UPLISTSIKHE | MTSKHETA | KAZBEGI

In mattinata partiremo lungo la via della seta visitando uno dei suoi posti più famosi, la città scavata nella roccia di Uplistasikhe (1000 a. C): si tratta di un complesso di vecchie ed interessanti dimore, mercati, cantine per il vino, forni e teatri…Proseguimento verso il Grande Caucaso e sosta a Mtsketa, una delle più antiche città della Georgia: qui i georgiani si convertirono al Cristianesimo nel 317 e la città è sede della chiesa ortodossa e apostolica georgiana. Arrivo a Kazbegi, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

KAZBEGI | TBILISI

In mattinata in 4×4 viaggeremo per le bellissime valli che ci porteranno alla chiesa della Trinità di Gergeti, situata a più di 2000 mt. Se il tempo lo permette si raggiungerà un ghiacciaio perenne tra i più alti del Caucaso (Monte Kazbegi 5047 mt). Arrivo a Tbilisi e visita alla parte vecchia della città. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

TBILISI | ITALIA

In mattinata visita al Museo nazionale della Georgia e tempo per le ultime visite. Pranzo e tempo libero sino al trasferimento in aeroporto.

Blog, News, Eventi
Vardavar: una festa pagana reinterpretata in chiave cristiana

Nel calendario estivo armeno, una delle più grandi celebrazioni nazionali, è la festa di Vardavar, che trae origine dai tempi antichi ..

continua
Armenia

Un viaggio sull’altopiano armeno per comprendere la sua identità cristiana.

continua
Ricordi di viaggio: Armenia

Buongiorno, siamo rientrati da un viaggio stupendo. Ci siamo trovati benissimo, eravamo un gruppo di sette persone compresa la guida ..

continua
"Ho scelto l'Armenia": un articolo di Gloria Ramera

Ho scelto l’Armenia. Un po’a caso, un po’ per l’entusiasmo mostrato dai miei genitori per l’eccellenza della guida teologica di ..

continua
Ricordi di viaggio: una riflessione dall'Armenia

In occasione di un viaggio in Armenia nell’agosto 2018,ho potuto visitare il Memoriale del Genocidio Armeno. Appena fuori la città di ..

continua
Ricordi di viaggio: Armenia

Pubblichiamo le foto delle famiglie © Rosadoni e Goretti e le signore Paggi e Saini, che sono rientrati il 30 agosto dal viaggio in ..

continua
Ricordo di viaggio: trekking in Armenia

Pubblichiamo le foto del trekking in Armenia che si è tenuto dal 6 al 14 luglio: ringraziamo in particolar modo Teresa De Angelis per le ..

continua
Ricordi di viaggio: volti e riti dell'Armenia

Un'intensa e toccante galleria fotografica, realizzata questa estate in Armenia da © Cesare Lesi e gentilmente concessa a FrateSole. I ..

continua
Ricordi di viaggio: Armenia

Bari Luis (Buona Luce) a tutti Inviamo alcune foto per farvi ripercorrere attraverso le immagini alcuni momenti del viaggio, sperando ..

continua
Ancora dall'Armenia: ricordi e riflessioni del gruppo di Giuseppe Casarin

Il viaggio è stato bellissimo e nel contempo impegnativo. Bellissimo perchè un arricchimento dal punto di vista storico, culturale e ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

Iscriviti!
© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy
chiama
051 6440168
whatsapp
327 1533257
email
info@fratesole.com