Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
dal19 nov
lunedì
al26 nov
lunedì
a partire da
1250 €
8 giorni / 7 notti

Pellegrinaggio in Terra Santa con don Ratislav Dvorovy

Il nostro itinerario, sulla scia degli antichi pellegrini, parte da Gerusalemme per terminare in Galilea seguendo le indicazioni che l’angelo dà alle donne al sepolcro.

Il punto di partenza è il sepolcro vuoto, gli interrogativi che esso pone e la buona notizia che contiene. Dal sepolcro vuoto comincia la rilettura del senso della morte di Gesù, chiave per poterlo incontrare risorto, come la visita in Galilea ci farà vedere.

Il viaggio
da
lunedì, 19 novembre 2018
a
lunedì, 26 novembre 2018
durata
8 giorni / 7 notti
iscrizioni
 ultimi posti disponibili 
quota
€ 1250
quota Nord e centro Italia
quota
€ 1320
quota Sud Italia e Isole
suppl. singola
€ 290
cambio euro/dollaro
1,20
per info
ester@fratesole.com
Guida

don Ratislav Dvorovy

Sacerdote, professore ordinario presso la Redemptoris Mater in Galilea e responsabile per gli ucraini immigrati in Israele. Animatore Spirituale di Terra Santa, accompagnatore esperto in Turchia.

19 novembre, lunedì: ITALIA / TEL AVIV / GERUSALEMME

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato; disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo di linea per Tel Aviv, transitando per lo scalo di Roma. Arrivo nel tardo pomeriggio, incontro con la guida e trasferimento a Gerusalemme. Sistemazione in albergo/ casa religiosa, cena e pernottamento.

20 novembre, martedì: GERUSALEMME: IL SANTO SEPOLCRO / VIA DOLOROSA
“Voi cercate Gesù il nazareno, il crocifisso. E’ risorto, non è qui.” (Mc 16,6)

In mattinata inizieremo l’incontro con la città di Gerusalemme cominciando dalla visita alla Basilica della Resurrezione, con la visita approfondita al Calvario e al Santo Sepolcro, l’incontro con la Tomba vuota.

La prima tappa del nostro itinerario alla ricerca del risorto è l’esperienza della tomba vuota. Come le donne anche noi ci rechiamo al santo sepolcro per scoprire che la pietra che lo chiudeva è già stata rimossa. Il sepolcro è vuoto. In esso un angelo, un messaggero annuncia la buona notizia: il crocefisso non è più qui è risorto. Contemplare la tomba vuota vuol dire vedere che tutto il male che si è riversato su Gesù, simboleggiato nel suo corpo martoriato, non ha avuto l’ultima parola. Il suo corpo è risorto perché anche il nostro possa risorgere. Dopo di lui, anche la nostra vita soprattutto con le sue ferite e il male subito, può risorgere, tutto si può trasfigurare per lasciare finalmente vuoto il sepolcro.

Nel pomeriggio ripercorreremo a piedi la via “Dolorosa”, chiamata così perché essa vuol seguire, approssimativamente, la via che percorse Gesù dal Pretorio al Calvario. Lungo la via sono segnate, per la devozione cristiana, le diverse stazioni della Via Crucis. Nel percorso prevediamo solo alcune visite: alla Chiesa della Flagellazione; alla 6° stazione (dedicata a Veronica); alla 7° stazione (nella cui cappella è conservata una colonna romana dell’epoca dell’ Aelia Capitolina 135 d. C. ); alla 9° stazione (dove si trova il patriarcato copto); al Monastero russo dedicato a S. Alessandro Nevski, dove si trova una soglia che, a parere di alcuni archeologi, può essere messa in relazione con l’antica porta delle Mura di Gerusalemme che Gesù ha varcato per salire al Calvario.

L’annuncio dell’angelo invita a fare memoria di chi si sta cercando Gesù il nazareno, il crocifisso. Ripercorrere l’itinerario che lo condotto al Calvario sarà l’occasione per rimeditare la sua passione

 21 novembre, mercoledì: GERUSALEMME: MONTE SION E MONTE DEGLI ULIVI
“Prendete, mangiate” (Mt 26,26)

 In primissima mattinata, raggiungeremo il Muro della cinta erodiana, denominato Ha Kothel, il posto più sacro della religione ebraica. Se possibile si salirà sulla spianata all’interno delle Mura, dove sorgevano il primo e il secondo tempio degli ebrei: ora si ergono, imponenti, le moschee islamiche Al’Aqsa e la Cupola della Roccia – non visitabili. Scendendo dalla spianata dalla parte occidentale, si raggiungerà a piedi il Cenacolo sul Monte Sion, dove leggendo il testo di Luca faremo memoria dell’ultima cena (Lc 22,1-38) e della discesa dello Spirito Santo (Atti 2,1-13). Cuore della mattinata è la visita al Cenacolo e poi al Cenacolino francescano. Sosta alla Basilica della Dormizione e alla Chiesa del Gallicantu, dove ricorderemo il tradimento di Pietro (Lc 22, 54-62).

Nel pomeriggio saliremo sul Monte degli Ulivi, che visiteremo cominciando Betfage, il santuario che fa memoria dall’ingresso messianico di Gesù a Gerusalemme. Visiteremo anche la chiesa che conserva la Grotta detta del Pater Noster  (Lc 11,2) e al Dominus Flevit dove si ricorda il lamento di Gesù sulla città, ispirato alla presa di Gerusalemme da parte dei Babilonesi. Raggiugeremo infine il Getzemani (Basilica delle Nazioni) dove la lettura del testo di San Luca ci introdurrà nel mistero della decisione di Gesù di morire, dopo una notte trascorsa a pregare nell’orto (Lc 22, 39-46); visita alla Grotta dell’arresto (Lc 22, 47-48) e alla chiesa ortodossa della Tomba di Maria. Trasferimento a Betlemme. Sistemazione in albergo/ casa religiosa, cena e pernottamento.

La chiave per capire il senso, il valore e la buona notizia contenute nella morte di Gesù è l’eucarestia. Qui Gesù, a occhi aperti, dichiara la sua disponibilità a morire per un gruppo di collaboratori che sta per tradirlo e rinnegarlo. È l’annuncio della nuova alleanza che lui fa con ciascuno di noi. Un ‘alleanza incondizionata perché lui è disposto a tutto, anche a ‘farsi mangiare’, pur di mostrarci di cosa è capace la sua amicizia. 

 22 novembre, giovedì: EMMAUS / BETLEMME
 “Spiegava le Scritture” (Lc 24,32)

In mattinata, partenza per Emmaus (Abu-Ghosh) una delle località dove la tradizione ambienta l’episodio dell’incontro del Risorto con i due discepoli.

“L’evangelista tiene fortemente a insegnarci che i nostri occhi si aprono per riconoscere il Risorto, solamente dopo che il nostro cuore si sia scaldato alla spiegazione delle Scritture fatta da Lui. Per vedere il Signore risorto è necessaria una mediazione delle Scritture lette con la chiave della persona e della storia di Gesù. La conversione al Nuovo Testamento comporta e include necessariamente quella intelligenza di tutto l’Antico, che è propria di Gesù risorto, Messia d’Israele, e che ci è comunicata dallo Spirito della sua Pasqua” (F. Rossi de Gasperis, È risorto non è qui, 62)

Nel pomeriggio visita di Betlemme e dei suoi dintorni, facendo memoria del mistero dell’incarnazione del Figlio di Dio: la Basilica della Natività, la Grotta del Latte, Beth Sahur (Campo dei pastori).

La visita a Betlemme, la città di Davide consente di proseguire l’allenamento necessario per imparare a riconoscere il risorto: “qui, nella città di Davide e di Gesù, figlio di Davide, adoriamo il mistero dell’epifania di Dio, apparso per Israele e per le genti, nella carne di Gesù, il figlio di Maria, la vergine sposa del davidico Giuseppe” (A.Carfagna – F. Rossi de Gasperis, Terra santa e Libro santo, 123).  

23 novembre, venerdì: DESERTO DI GIUDA: QASR EL YAHUD / QUMRAN / MAR MORTO / NAZARETH
“Discese agli inferi” (Credo degli apostoli)

Dopo la prima colazione, partenza per Qasr El Yahud, sul Giordano, luogo che ricorda il Battesimo ricevuto da Gesù per mano di Giovanni Battista. Raggiungeremo il sito archeologico di Qumran, e faremo una tappa sul Marto in località Kalia con possibilità di fare il Bagno. In tempo utile partenza per la Galilea, faremo una sosta nei pressi del monastero ortodosso di San Giorgio in Koziba, abbarbicato alla parete del Wadi Kelt ed esempio perfetto di un monastero nel deserto: secondo la tradizione qui soggiornò il profeta Elia durante il suo viaggio al Sinai; qui San Gioacchino pianse la sterilità della moglie Anna e qui un angelo gli annunciò il concepimento di Maria. Arrivo a Nazareth, sistemazione in albergo/ casa religiosa, cena e pernottamento.

La discesa nel deserto è immagine della discesa agli inferi di Gesù. È la memoria del sabato santo, che prelude alla risurrezione. Gesù discende nello spirito (1Pt 3,19) nel regno dei morti, per portarvi la buona notizia. La sua passione comincia a dilatare i suoi frutti anche nel ‘luogo’ più impensato.

24 novembre, sabato: LA GALILEA: IL LAGO DI TIBERIADE
 “Là lo vedrete, come vi ha detto” (Mc 16,7)

 Dopo la prima colazione, partiremo per il lago di Tiberiade, il luogo della chiamata dei primi 4 discepoli (Mc 1,16-20) e dell’attività “messianica” di Gesù (Mc 1,14-15), che comprendeva l’insegnamento nelle sinagoghe, la guarigione dalle malattie, la chiamata e la formazione dei discepoli, la preghiera. Lo costeggeremo da occidente a oriente cominciando dalla località di Tabgha per la visita alla chiesa francescana del Primato di Pietro (Giovanni 21,1-19) e alla chiesa Benedettina che ricorda la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Visita dettagliata al sito di Cafarnao, dove Marco colloca il primo miracolo di Gesù (Mc 1, 21-27). Pranzo sul monte delle Beatitudini, che conserva la memoria del discorso della montagna e in tempo utile salperemo per una breve navigazione sul lago, ricordando i tanti avvenimenti che si svolsero nei suoi pressi: il cammino di Gesù sulle acque (Mc 6,45-49), la tempesta sedata (Mc 4,35-39), le guarigioni nel paese di Gennèsaret (Mc 6, 53-56). All’arrivo sulla costa orientale, costeggeremo il lago in direzione sud. Rientro in albergo/casa religiosa.

Gesù ci invita ad andare in Galilea perché ai suoi occhi la Galilea è la terra di confine, la terra dove si incontrano i lontani. Il risorto ci precede là, è già in mezzo a loro e noi non dobbiamo ‘portarlo’ a nessuno, solo dobbiamo raggiungerli nel loro cammino per poterlo riconoscere. La Galilea, a Cafarnao e attorno al Lago, è il luogo dove è cominciata la predicazione di Gesù, il luogo dove lui è vissuto e dove ha incontrato tante persone. Fare memoria di questi incontri ci insegna a scoprirlo nel nostro quotidiano, nel lavoro, come nelle sofferenze, nelle persone che conosciamo meglio come  negli altri.

25 novembre, domenica: NAZARETH / TABOR
“Da Nazareth può venire qualcosa di buono?”  (Gv 1,46)

In mattinata visiteremo Nazareth, il luogo che Marco ricorda perché Gesù ha insegnato di sabato nella sinagoga (Mc 6,1-5) e dove l’evangelista Matteo pone la Santa Famiglia, come luogo di ritorno dall’Egitto (Mt 2,21-23). Soprattutto la memoria di Nazareth è associata alla Basilica dell’Annunciazione (Lc 1,26-38), costruita su quella che la tradizione definisce la “casa di Maria”. La visita prosegue alla Chiesa di S. Giuseppe e, se possibile, del museo francescano. Attraversando il suq raggiungeremo la Chiesa ortodossa di San Gabriele detta anche ‘fontana della Vergine’.

Nel pomeriggio raggiungeremo il Tabor, dove faremo memoria della trasfigurazione, la migliore icona del mistero pasquale, punto di continuità tra la prima e l’ultima alleanza: la contemplazione dal Tabor sulla piana di Esdrelon (Yizr’e’l = Dio semina), è una delle più fruttuose di un pellegrinaggio: su quella piana Dio ha davvero seminato gran parte del buon grano di cui sarà fatto il suo pane messianico.

Maria ci insegna il giusto atteggiamento da avere verso suo Figlio: accogliere l’insperata promessa della sua visita. Lui viene quando e dove meno ci si aspetta. Per questo è importante ripercorrere a Nazareth le  vie del nascondimento di Gesù, che per anni ha lavorato,  pregato, è cresciuto come ogni buon ebreo. Una vera e propria “scuola del Vangelo” come l’ha definita Paolo VI. La memoria del Tabor, conferma l’efficacia del modo di essere di Gesù, risorto e vivo, presente in ogni cosa. 

26 novembre, lunedì: CESAREA / TEL AVIV / ITALIA
“Entra nella città e ti sarà detto ciò che devi fare” (At 9,6)

In mattinata, partenza per Cesarea un sito archeologico di rara bellezza che si affaccia sul mare; qui troviamo le testimonianze della Chiesa che si diffonde sino ai confini della terra grazie all’apostolo Paolo che fu prigioniero due anni prima di essere imbarcato per Roma.

Arrivo all’aeroporto di Tel Aviv, operazioni d’imbarco e partenza per l’Italia. Termine del pellegrinaggio.

A Cesarea termina il nostro itinerario. Ricordando l’esperienza di Paolo, che ha incontrato il risorto nel momento in cui meno se lo aspettava, ci lasciamo stupire dal modo di fare di Gesù, che non si rassegna ai nostri rifiuti e continua a cercarci e ad aspettarci lì dove noi siamo.

La quota comprende/non comprende

 La quota comprende

  • Volo di linea Alitalia da Napoli via Roma in classe economica.
  • Tasse aeroportuali da confermare al momento dell’adesione (€219 a persona).
  • Sistemazione in alberghi / Case religiose equivalenti a 3 stelle locali in camera doppia con servizi.
  • Trattamento di pensione completa dalla cena del 1° giorno alla colazione dell’ultimo.
  • Animatore spirituale.
  • Auricolari con un minimo di 20 partecipanti.
  • Visite ed escursioni come da programma con ingressi inclusi.
  • Assicurazione medico-bagaglio Allianz Global Assistance Assistenza Gruppi (massimale di 10.000 € per persona).
  • Materiale di cortesia (guida*, borsa a tracolla o zaino).

*per le coppie verrà consegnata una guida per due persone.

La quota non comprende

  • Bevande ai pasti.
  • Mance – obbligatorie – circa € 35 per persona.
  • Assicurazione contro le penalità di annullamento Globy Giallo (facoltativa): vedi supplementi.
  • Assicurazione sanitaria integrativa fino a € 50,000 o € 150,000 euro (facoltativa): vedi supplementi.
  • Extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Condizioni di vendita

Modalità Iscrizioni

Per partecipare ad ogni nostro viaggio occorre iscriversi compilando il modulo di preiscrizione online presente sulla pagina della partenza.

ACCONTO      al momento dell’iscrizione:   € 350,00
SALDO            30 giorni data partenza: con eventuale conguaglio cambio e tasse aeroportuali

Dati bancari per effettuare il bonifico:
Banca Popolare dell’Emilia Romagna – Ag. 16
Intestato a: FrateSole Viaggeria Francescana
Codice Iban: IT 35 D 05387 02416 000001170344
BIC/SWIFT
: BPMOIT22XXX
Indicare nella causale: nominativo e date di partenza

Preghiamo di inviare la copia del bonifico all’indirizzo e-mail indicato sulla pagina della partenza  e/o mezzo fax al numero 0516447427.

Penali di cancellazione

Se siete costretti a rinunciare al viaggio prenotato, verranno applicate delle penali, che hanno lo scopo di non far ricadere eventuali aumenti nei costi sugli altri partecipanti. Le penali sono proporzionali alla data di cancellazione, con riferimento ai giorni che mancano alla partenza da calendario, contando anche il sabato, la domenica e i festivi.

Per cancellazioni effettuate:

    • fino al 31° giorno dalla data di partenza (esclusa), sarà trattenuta una penale pari all’acconto versato.
    • dal 30° al 21° giorno (incluso), rispetto alla data di partenza (esclusa), sarà trattenuta una penale del 35% della quota di partecipazione
    • dal 20° al 10° giorno (incluso), rispetto alla data di partenza (esclusa) sarà trattenuta una penale del 60% della quota di partecipazione
    • dal 9° giorno al 3° giorno (incluso) rispetto alla data di partenza (esclusa) sarà trattenuto il 75% della quota di partecipazione
    • Nessun rimborso per cancellazioni effettuate dal 2°gg (48 ORE PRIMA) al giorno di partenza

In caso di sinistro, la cancellazione deve pervenire tassativamente in forma scritta non oltre 24 ore dopo l’accadimento, ed entro le ore 18 del giorno in cui si comunica la cancellazione. Non saranno accettate comunicazioni verbali e/o telefoniche.

È possibile stipulare una polizza contro le penalità di annullamento al momento dell’iscrizione, versando il premio insieme all’acconto.

Informazioni importanti

Documenti
Ai cittadini italiani (adulti e minori) è richiesto il passaporto individuale con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di rientro e due pagine libere per l’apposizione di eventuali timbri. Dal 24 giugno 2014 è abolito il bollo annuale. Vi invitiamo a controllare bene la validità del passaporto, in quanto non è previsto alcun rimborso per chi si presentasse alla partenza con un documento scaduto o non valido. Si consiglia di far riferimento alla questura per ulteriori informazioni. Consigliamo di conservare in valigia una fotocopia del documento, che può essere utile in caso di smarrimento o furto dello stesso.

  • La legislazione israeliana prevede la registrazione dei dati del vostro passaporto all’ingresso di ogni albergo/ struttura recettiva

Sicurezza: integrazione alle condizioni di vendita dei pacchetti turistici
Articolo 13, comma 4
“Inoltre, al fine di valutare la situazione sanitaria e di sicurezza dei Paesi di destinazione, e, dunque, l’utilizzabilità oggettiva dei servizi acquistati e da acquistare, il turista reperirà (facendo uso delle fonti informative indicate al comma 2) le informazioni di carattere generale presso il Ministero Affari Esteri che indica espressamente se le destinazioni sono o meno assoggettate a formale sconsiglio: la decisione del turista di usufruire del pacchetto all’esito di dette verifiche comporterà l’assunzione consapevole del rischio di viaggio, anche ai fini dell’esonero di responsabilità di cui all’art. 46 del Codice del Turismo”.

  • La visita nei territori Palestinesi dovrà essere sempre riconfermata dalla guida locale.

Visto
Necessario solo per soggiorni superiori ai 90 giorni. Consigliamo di non avere sul passaporto timbri e/o visti di Paesi quali: Siria, Yemen, Iran, Libano, Libia.

Quote
Le quote di partecipazione sono espresse in Euro, calcolate in base al cambio euro/dollaro in vigore al momento della proposta. Si intendono sempre per persona in camera doppia e comprendono quanto indicato alla voce “la quota comprende”. Al momento del saldo saranno adeguate al cambio dollaro/euro corrente.

Tasse aeroportuali e adeguamento carburante
L’importo delle tasse aeroportuali e gli adeguamenti relativi al costo del carburante sono aggiornati al momento della proposta. Eventuali variazioni saranno quantificate e applicate entro e non oltre 21 giorni prima della partenza.

Mance
Le mance sono da considerare indispensabili per la buona riuscita del viaggio in ogni parte del mondo. L’importo delle mance viene sempre indicato nei documenti e deve essere considerato obbligatorio (salvo se diversamente indicato). Le mance non possono essere mai versate all’Agenzia in Italia, ma vanno sempre consegnate in loco e in contanti alla guida o all’accompagnatore locali.

Note sulla logistica dei Pellegrinaggi/Tour
I tour sono effettuabili con un numero minimo di partecipanti e saranno confermati entro 21 gg dalla partenza. In caso di mancato raggiungimento del minimo richiesto, sarà proposto lo stesso tour con quota di partecipazione adeguata al numero di partecipanti iscritti o si procederà all’annullamento del viaggio e alla restituzione della caparra versata. I programmi potrebbero subire modifiche nell’ordine cronologico delle visite e dei pernottamenti e per motivi indipendenti dalla nostra volontà. Alcune visite potranno essere cancellate in base al calendario delle festività delle diverse religioni presenti nel territorio di destinazione e alla particolare situazione socio-politica del momento e sarà cura dell’assistente-guida in loco proporre visite alternative al bisogno. Non è possibile assegnare posti fissi sul pullman. Durante il Pellegrinaggio/Tour è garantita la celebrazione della Santa Messa nei giorni festivi e talvolta anche giornalmente: la partecipazione è facoltativa. Le guide locali si occupano della parte storico/culturale del viaggio; l’animazione spirituale è a carico del sacerdote/animatore spirituale.

Sistemazioni in Terra Santa
Nei nostri itinerari privilegiamo – ove e quando possibile e se non diversamente concordato – gli alloggi ubicati vicino ai luoghi santi (raggiungibili a piedi); si tratta di case religiose (francescane e non) e di alcuni alberghi di cat. 2 sup./3 stelle locali, ubicati o all’interno della città vecchia o appena fuori le mura di Gerusalemme, nell’area abitata dalla popolazione araba locale. Visionate il video di presentazione delle Case Nove

Bagaglio in stiva
Consigliamo di utilizzare valigie munite di combinazione o lucchetto. Ogni valigia deve essere etichettata: nome, cognome e recapito telefonico di chi parte. Deve inoltre recare all’andata l’indirizzo del primo albergo, al ritorno l’indirizzo di residenza o domicilio. In classe economica, la franchigia bagaglio è generalmente di 20 kg in stiva; eventuali eccedenze comporteranno al momento del check-in il pagamento di un supplemento di costo o il mancato imbarco della valigia: consultate i documenti di viaggio dove troverete le esatte indicazioni di peso da seguire.

Bagaglio a mano (in cabina)
Il bagaglio a mano consentito in cabina non deve mai superare specifiche misure (generalmente 23x36x56 cm) che consentano il suo posizionamento nelle cappelliere dell’aereo. È consentito un solo bagaglio a mano per persona, generalmente di peso non superiore agli 8 kg. È consigliabile inserire nel bagaglio a mano gli oggetti di valore, i documenti personali e ciò che potrebbe servire in caso di smarrimento del bagaglio (biancheria di ricambio, medicine essenziali).

Smarrimento del bagaglio
Chi si appresta ad effettuare un viaggio in aereo in qualunque parte del mondo e con qualunque compagnia aerea, deve mettere in conto la possibilità che la propria valigia venga smarrita o danneggiata. In caso di smarrimento o danneggiamento, è necessario recarsi subito al banco Lost & Found presente nell’area bagagli di ogni aeroporto e presentare denuncia (modulo PIR = Passenger Irregularity Report). Non sarà possibile rintracciare il bagaglio o avere rimborsato il danno senza presentare una copia di tale denuncia. In caso di danneggiamento è consigliabile fotografare la valigia, per poter inviare le foto alla compagnia aerea. Siete pregati di inviare copia o immagine del PIR in agenzia il prima possibile e comunque entro 7 giorni dall’accaduto.
Precisiamo che è compito del vettore aereo rintracciare, recapitare ed eventualmente rimborsare una valigia smarrita: nulla può essere fatto né dall’Agenzia né dal corrispondente locale; inoltre, il vettore è tenuto a mantenere contatto diretto solo con il proprietario del bagaglio smarrito e solo quest’ultimo può ritirare il bagaglio nel caso in cui venga ritrovato. Informiamo inoltre i viaggiatori che la compagnia aerea e l’assicurazione sono responsabili del bagaglio solo limitatamente ai massimali di rimborso previsti del regolamento del Trasporto Internazionale e dall’assicuratore specifico: gioielli, oggetti di valore e somme di denaro presenti nel bagaglio non sono coperti da assicurazione.

Convocazione in aeroporto
La convocazione in aeroporto per accettazione su voli internazionali deve avvenire almeno 2 ore prima della partenza (2 ore e mezzo sono consigliate in alta stagione) anche in caso di effettuazione del check-in online: presentandosi all’ultimo minuto, rischierete di non poter far valere i vostri diritti in caso di cancellazione o ritardo del volo.

Preassegnazione dei posti a bordo
Nel caso in cui la compagnia aerea prescelta lo consenta e a puro titolo di cortesia, l’Agenzia provvede alla pre-assegnazione dei posti a bordo in base alla disponibilità e cercando di venire incontro alle richieste ed esigenze dei passeggeri. Tale servizio non è sempre disponibile, ne è sempre possibile ottenerlo gratuitamente, e in ogni caso ogni compagnia aerea si riserva la facoltà di riconfermare e/o modificare il posto pre-assegnato, che quindi non deve essere mai considerato garantito. Consigliamo vivamente, in questo senso, di eseguire il check-in on line sul sito della compagnia aerea, disponibile da 24 ore prima della partenza del volo. La procedura di check-in online è a carico del viaggiatore. Il check-in online consentirà la scelta del posto a bordo e la stampa diretta della carta di imbarco. In caso di presenza di bagaglio da imbarcare, dovrete semplicemente consegnarlo presso i banchi del drop-off in aeroporto.

Tipologia delle camere
Le prenotazioni presso gli alberghi sono fatte sempre per camere “standard”. La richiesta di camere matrimoniali è da ritenersi sempre una segnalazione e mai una garanzia: potrà capitare l’assegnazione di camere doppie con letti singoli. Chi viaggia da solo è tenuto a corrispondere il supplemento per la camera singola. L’Agenzia, su richiesta, è disponibile a tentare abbinamenti con altri partecipanti, ma in nessun caso questi abbinamenti devono ritenersi garantiti. Il numero di camere singole disponibili è solitamente limitato e soggetto a riconferma.

Allergie e diete specifiche
L’Agenzia provvederà a informare i corrispondenti locali circa le specifiche richieste alimentari relative a diete speciali, ma tali richieste sono da considerarsi solo come segnalazioni. I viaggiatori sono sempre tenuti a verificare personalmente in loco la composizione dei cibi. L’Agenzia non si riterrà responsabile di eventuali problematiche in questo senso, restando in carico al viaggiatore la responsabilità di ciò che ritiene di potere o non potere mangiare.

Assicurazione inclusa nel pacchetto
Il pacchetto comprende assicurazione medico bagaglio Allianz Global Assistance, che offre una copertura di 10.000 € per spese mediche, 500 € per il bagaglio, 100 € per spese di prima necessità in caso di ritardo superiore alle 12 ore nella riconsegna del bagaglio. Sono assicurabili solo cittadini italiani o di diversa nazionalità purché residenti in Italia e in possesso del codice fiscale italiano. In caso di problemi di salute è necessario: avvisare tempestivamente la Centrale Operativa (trovate il numero nei documenti di viaggio), che si prenderà carico del sinistro; farsi sempre rilasciare certificati medici/ricevute delle prestazioni ricevute per successive richieste di rimborso.

Assicurazioni integrative e facoltative
È possibile stipulare una polizza integrativa per aumentare il massimale delle spese sanitarie in viaggio, fino a 50.000 € o fino a 155.000 €.
È possibile stipulare una polizza contro le penalità di annullamento, da attivare in caso di personali e certificabili motivazioni che impediscano la partenza. La polizza si può stipulare SEMPRE e SOLTANTO al momento dell’iscrizione, versando il premio insieme all’acconto. Il premio è pari dal 5,6% della quota totale di partecipazione (maggio-settembre compresi) oppure al 6,9% (ottobre-aprile compresi). Sono assicurabili solo cittadini italiani o di diversa nazionalità purché residenti in Italia e in possesso del codice fiscale italiano.

Blog, News, Eventi
Latte, miele e falafel (III ed.)

Un lucido ritratto di Israele a partire dai suoi abitanti, corredato da un’attenta analisi dello storico Bruno Segre a 70 anni ..

continua
L'ultima cena in versione francescana!

© Opera d'arte realizzata dai giovani del SOG francescano, in questi giorni in Terra Santa per il loro pellegrinaggio annuale!

continua
Ricordi di viaggio: Paolo Butta pellegrino in Terra Santa

Riceviamo e pubblichiamo con grandissimo piacere le immagini del viaggio effettuato dal sig. Paolo Butta i Terra Santa, alla fine di ..

continua
Ricordi di viaggio: in pellegrinaggio in Terra Santa con fra Matteo Brena

...e non potevano mancare le immagini dai pellegrinaggi in Terra Santa animati in agosto da fra Matteo Brena! Eccole, inviate direttamente ..

continua
Ricordi di viaggio: 139 giovani in Terra Santa

Un meraviglioso e gioioso gruppo di 139 giovani della Diocesi di Milano ha calcato i sentieri della Terra Santa, dal deserto del Negev sino ..

continua
Ricordi di viaggio: Giordania e Terra Santa con don Marco Bonfiglioli

Pubblichiamo le immagini che ci ha inviato don Marco Bonfiglioli dalla Giordania e dalla Terra Santa, quasi in diretta per il gruppo dall'8 ..

continua
Ricordi di viaggio: pellegrinaggio in Terra Santa con fra Adriano Contran

Pubblichiamo le immagini che ci sono state inviate dalla Terra Santa dal nostro mitico fra Adriano Contran, che ha guidato un gruppo ..

continua
Colori d'estate dalla Terra Santa

Seguite la nostra nuova diretta dalla Terra Santa! I nostri pellegrini ci stanno inviando bellissime foto, per condividerle con tutti i ..

continua
800 anni dei francescani in Terra Santa in mostra a Perugia

Dal 9 al 23 maggio sarà possibile visitare la mostra: 800 anni di presenza dei francescani in Terra Santa La mostra sarà ospitata alla ..

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© 2015 - "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy