Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
8 giorni/7 notti
Camminiamo nella terra in cui Dio si lascia trovare

Pellegrinaggio in Terra Santa seguendo il Credo Apostolico - Tour su richiesta per gruppi

Pensato per chi:

  • desidera fare il suo primo viaggio alle sorgenti della fede.

Scopo:

  • Per riscoprire i fondamenti sicuri della nostra fede nella terra in cui Dio ha scelto di rivelarsi
  • Per gustare gli articoli del Credo, sintesi completa di ciò che dà alla nostra vita senso e pienezza

ITALIA | BETLEMME
1° giorno

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato; disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo di linea per Tel Aviv, transitando per lo scalo di Roma o Vienna. Arrivo nel primo pomeriggio, incontro con la guida e trasferimento a Betlemme. Sistemazione in albergo/casa religiosa, cena e pernottamento.

Prepararsi a vivere il pellegrinaggio come occasione di incontro personale con il Signore e riscoprire così la fede come una buona notizia per la propria vita.

EN GEDI | QUMRAN
2° giorno

“Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra…”

Di primo mattino trasferimento verso il Mar Morto. Lungo la strada che attraversa il deserto di Giuda verso la grande depressione, sosta all’oasi di En Gedi. Successiva visita al sito archeologico di Qumran e al Mar Morto. Rientro a Betlemme.

OBIETTIVO – In questa giornata scenderemo nel deserto per ricordare e gustare il dono del creato. Attraversare le zone aride e le oasi ci fa percepire la benevolenza di Dio che sa suscitare la vita anche dove non c’è nulla. Il deserto e il Mar Morto sono metafora del peccato, ma sono anche i luoghi in cui Dio è venuto a cercare l’uomo per non lasciarlo solo.

BETLEMME | TABOR
3° giorno

 “…e in Gesù Cristo suo unico Figlio…”

Visita di Betlemme, alla Basilica della natività e al Campo dei Pastori. Salendo verso la Galilea lungo il fiume Giordano sosteremo al sito di Qasr El Yahud, il luogo che ricorda il battesimo di Gesù. Proseguimento per il Tabor, dove faremo memoria della trasfigurazione. Sistemazione in albergo/casa religiosa a Tiberiade/Nazareth.

OBIETTIVO – Oggi gusteremo la buona notizia della piccolezza di Dio che accetta di farsi uomo, e prima ancora bambino come tutti. Il mettersi in fila con i peccatori per ricevere il battesimo ci fa capire che è disposto a tutto pur di starci vicino; al Tabor scopriremo che questo modo di fare è approvato e voluto dal Padre.

LAGO DI TIBERIADE
4° giorno

“… nostro Signore”

Dopo la prima colazione, visiteremo il lago di Tiberiade, luogo della chiamata dei primi 4 discepoli e dell’attività “messianica” di Gesù, che comprendeva l’insegnamento nelle sinagoghe, la guarigione dalle malattie, la chiamata e la formazione dei discepoli, la preghiera. Sosta a Tabgha per la visita alla chiesa francescana del Primato di Pietro e alla chiesa Benedettina della Moltiplicazione dei pani e dei pesci; al sito di Cafarnao, al Monte delle Beatitudini e a Corazin. Rientro in albergo/casa religiosa.

OBIETTIVO – Nella visita al lago e ai suoi villaggi, vedremo in che modo Gesù è il Signore e il Messia. Il suo modo di fare suscita stupore, gioia, ma anche incomprensioni e ostilità. Tutti si chiedono chi è e da dove viene. Molti si aspettano da lui che guarisca tutte le malattie e liberi il popolo dai romani; i suoi miracoli però sono un invito alla condivisione e alla guarigione del cuore.

NAZARETH | SICHEM
5° giorno 

“Fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine”

In mattinata visiteremo Nazareth, il luogo dove l’evangelista Matteo pone la Santa Famiglia e dove Gesù ha insegnato di sabato nella sinagoga. La visita prosegue alla Chiesa di S. Giuseppe, alla Chiesa ortodossa di San Gabriele, detta “fontana della Vergine”.

In tempo utile saliremo a Gerusalemme attraversando la Samaria (visita da riconfermare in loco*). Sosta a Sichem, nella chiesa che secondo la tradizione custodisce il Pozzo di Giacobbe e dove avvenne l’incontro tra Gesù e la Samaritana, ma anche luogo dove Dio apparve ad Abramo, che qui eresse il primo altare. Arrivo in serata a Gerusalemme, sistemazione in albergo/casa religiosa.

OBIETTIVO – A Nazareth siamo invitati a entrare nel segreto della vita di Maria, prototipo della fede del credente. In lei, vergine e madre concepita senza peccato, possiamo ammirare come Dio aveva pensato l’umanità. Lei è la nuova Eva che recupera con il suo sì il no pronunciato da Eva.

*da riconfermare in loco al momento della partenza: in alternativa si percorrerà la via Maris che costeggia il Mediterraneo con sosta al sito di Cesarea.

GERUSALEMME
6° giorno

 “Patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso morì e fu sepolto”

In primissima mattinata, raggiungeremo il Muro della cinta erodiana, denominato Ha Kothel, il posto più sacro della religione ebraica. Se possibile si salirà sulla spianata all’interno delle Mura, dove sorgevano il primo e il secondo tempio e dove ora si ergono le moschee islamiche Al’Aqsa e la Cupola della Roccia – non visitabili. Scendendo dalla spianata si raggiungerà a piedi il Cenacolo sul Monte Sion, dove faremo memoria dell’ultima cena e della discesa dello Spirito Santo. Visita al Cenacolino francescano, alla Basilica della Dormizione e alla Chiesa del Gallicantu, dove ricorderemo il tradimento di Pietro.

Nel pomeriggio saliremo sul Monte degli Ulivi: sosta all’Edicola dell’Ascensione, alla chiesa che conserva la Grotta detta del Pater Noster e al Dominus Flevit. Raggiugeremo infine il Getzemani o Basilica delle Nazioni, la Grotta dell’arresto e la chiesa ortodossa della Tomba di Maria.

OBIETTIVO – Ripercorriamo a Gerusalemme i luoghi dove Gesù ha trascorso i suoi ultimi giorni. In particolare, nel Cenacolo facciamo memoria dell’eucaristia: Gesù si fa piccolo come un pezzo di pane e un bicchiere di vino per essere a disposizione di tutti, anche di chi lo sta tradendo o abbandonando. In questo modo ci fa vedere che l’amore è più forte del male, che l’amore dura per sempre, che Dio è amore.

GERUSALEMME
7° giorno 

“Discese agli inferi, il terzo giorno risuscitò da morte salì al cielo…”

In mattinata visiteremo la Chiesa di St. Anna e la Piscina Probatica; poi, raggiungeremo la via “Dolorosa”, lungo un itinerario dove, secondo la devozione popolare, sono segnate le diverse stazioni della Via Crucis. Nel percorso prevediamo solo alcune visite: alla Chiesa della Flagellazione;  alla 6° stazione (dedicata a Veronica); alla 9° stazione (dove si trova il patriarcato copto); ; e infine alla Basilica della Resurrezione, con la visita approfondita al Calvario e al Santo Sepolcro.

Il pomeriggio è dedicato a visite personali o alla preghiera.

OBIETTIVO – La visita al Santo Sepolcro intende infonderci una grande speranza: la tomba vuota di Gesù ci ricorda che anche noi siamo destinati a risorgere anima e corpo. Come possiamo credere che sia veramente risorto? Rileggendo i vangeli e facendo memoria del modo in cui è morto, a cominciare dalle ultime ore della sua vita, raccontate nelle stazioni della via crucis.

AIN KAREM | TEL AVIV | ITALIA
8° giorno

“Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna”

In mattinata, partenza per Ain Karem, per la visita alla Chiesa di San Giovanni Battista e alla Chiesa della Visitazione. In tempo utile trasferimento in aeroporto. Operazioni d’imbarco e partenza per l’Italia (transitando per lo scalo di Roma o Vienna). Termine dei servizi.

OBIETTIVO – Gesù risorto si prende cura di chi è rimasto deluso da lui a causa della sua morte in croce, ed ora è in fuga. Gesù risorto non se n’è andato per sempre ma è entrato nell’invisibilità; non è rimasto chiuso in una tomba ma cammina sulle strade degli uomini vestendo i panni degli altri uomini. La condivisione della loro tristezza e il sentirsi scaldare il cuore è il primo passo per riconoscere Gesù.

Blog, News, Eventi
Deserti e acque della Terra Santa: una galleria di immagini

Pubblichiamo le belle foto dell'itinerario svolto in agosto da un gruppo guidato da fra Mirko Montaguti ofm conv: la bellezza del deserto ..

continua
La Bibbia nascosta

Il racconto di 150 anni di ricerche, scoperte straordinarie e storie incredibili.

continua
Betlemme tra cielo e terra

Un viaggio per scoprire i segreti della piccola città palestinese e approfondire la Natività di Gesù e le figure che ne sono ..

continua
Ricordi di viaggio: Pellegrinaggio in Terra Santa con padre Giulio Michelini

Pubblichiamo le immagini dei pellegrini che si sono recati in Terra Santa con padre Giulio Michelini dal 25 settembre al 2 ottobre ..

continua
Ritorno a Gerusalemme

Un libro-guida con un percorso per visitare la Terra Santa avendo come traccia le prime cinque lettere pastorali di Carlo Maria Martini.

continua
Camminando sui sentieri di Gesù: un racconto del trekking biblico in Terra Santa

"Sulle orme di Gesù" a Gerusalemme ha un significato denso e vero. Puoi proprio mettere i piedi dove li ha messi lui, sia dove è ..

continua
Latte, miele e falafel (III ed.)

Un lucido ritratto di Israele a partire dai suoi abitanti, corredato da un’attenta analisi dello storico Bruno Segre a 70 anni ..

continua
L'ultima cena in versione francescana!

© Opera d'arte realizzata dai giovani del SOG francescano, in questi giorni in Terra Santa per il loro pellegrinaggio annuale!

continua
Ricordi di viaggio: Paolo Butta pellegrino in Terra Santa

Riceviamo e pubblichiamo con grandissimo piacere le immagini del viaggio effettuato dal sig. Paolo Butta i Terra Santa, alla fine di ..

continua
Ricordi di viaggio: in pellegrinaggio in Terra Santa con fra Matteo Brena

...e non potevano mancare le immagini dai pellegrinaggi in Terra Santa animati in agosto da fra Matteo Brena! Eccole, inviate direttamente ..

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy