Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..

Gita in Toscana: da Orvieto a Saturnia Tour su richiesta per gruppi precostituiti

Alla scoperta dei borghi toscani nato su speroni di roccia di tufo: Pitigliano, Sovana, Sorano e Saturnia. Non mancheremo di fare un salto anche nella meravigliosa Orvieto.

Tutto cominciò quattro milioni e mezzo di anni fa, quando dalle eruzioni vulcaniche fuoriuscirono lapilli e ceneri che, depositandosi, dettero origine al tufo. Questa roccia, friabile e leggera, fu scavata, incisa e lavorata dalla preistoria fino ai giorni nostri oggi. L’uomo preistorico si servì di grotte rupestri, gli Etruschi ci hanno consegnato ricche necropoli con spettacolari tombe monumentali e suggestive vie cave, luoghi surreali celati dalla vegetazione selvaggia. Nel Medioevo potenti famiglie fondarono sui naturali speroni tufacei castelli e fortezze da cui si svilupparono dei borghi. Oggi per noi una splendida opportunità di fare un fantastico viaggio nel tempo! Nel nostro percorso visiteremo la magnifica Orvieto e il territorio di Pitigliano, Sovana e Sorano, sino a raggiungere Saturnia.

ITALIA / ORVIETO / BOLSENA 

Ritrovo dei partecipanti e via autostrada si raggiunge Orvieto, bella città che si erge maestosa su una rupe tufacea, dominata dal bellissimo Duomo gotico. All’arrivo, salita al centro storico e incontro con la guida per una passeggiata alla scoperta dei suoi interessanti edifici medievali, le caratteristiche stradine e il Duomo al cui interno, tra i tanti capolavori, è conservato uno splendido reliquario gotico che contiene il Corporale del Miracolo di Bolsena.  Pranzo libero. Nel pomeriggio si raggiunge la cittadina di Bolsena, che sorge sull’omonimo lago, dove si trova l’importante Basilica di Santa Cristina, sorta sul luogo di sepoltura della santa, martire dei primi secoli del cristianesimo. Questo luogo ospitò il famoso Miracolo Eucaristico, le cui reliquie sono conservate a Orvieto. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

PITIGLIANO / SOVANA

Dopo la prima colazione, incontro con la guida e partenza per Pitigliano, paese di straordinario interesse per i suoi intatti valori ambientali, in posizione singolare su un alto sperone tufaceo, circondato da burroni. Le case, costruite sul ciglio della rupe, formano un’ininterrotta bastionata, come una fortificazione, di grande effetto scenografico. Una delle peculiarità più vistose della cittadina è data dal contrasto tra l’impianto e l’aspetto medievale e i monumenti rinascimentali o tardo rinascimentali. Pitigliano è un importante centro vinicolo e annovera diversi stabilimenti per la produzione enologica. Visita del centro con Palazzo Orsini, la Chiesa di Santa Maria, il ghetto ebraico e il Duomo di S. Pietro e S. Paolo. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio si raggiunge Sovana, piccolo borgo della Maremma, situato su uno sperone tufaceo, che mantiene tutt’oggi l’aspetto di un classico borgo medievale. Cittadina antichissima viene anche ricordata per essere la città natale di Ildebrando di Sovana, divenuto nel 1073 Papa Gregorio VII. Passeggiata nel centro storico per ammirare l’imponente Duomo in stile romanico, la particolare Chiesa di Santa Maria, che conserva al suo interno uno stupendo Ciborio pre-romanico (unico esempio in Toscana). Si prosegue la visita alla necropoli Etrusca. Le tombe Ildebranda, del Tifone, della Sirena e dei Demoni Alati rappresentano rarissimi esempi di tombe monumentali in cui sono raffigurate divinità e demoni che nella vita degli Etruschi assumevano importanti significati. Santa Messa prefestiva. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

SORANO / SATURNIA / ITALIA

Dopo la prima colazione, incontro con la guida e partenza per Sorano, borgo protetto e reso più volte inespugnabile dall’imponente mole della Fortezza Orsini, e definito “Zolfanello d’Italia”. Lo sperone sul quale si adagia domina sulle profonde gole percorse da fiumi e torrenti e ha fornito una naturale e strategica funzione difensiva. Il Masso Leopoldino, terrazzamento tufaceo naturale, si pone come sentinella sul paese e offre una vista panoramica sui tetti delle case arroccate sullo sperone come torri irregolari. Si prosegue per Saturnia, posta su un masso di travertino nella valle dell’Albenga. Prende il nome da Saturno, dio o re italico del mito. La cittadina sorse lungo il tracciato dell’antica Via Clodia, strada che conduceva a Roma, e proprio grazie a questa vicinanza la città visse un periodo di grande rilevanza economica e politica, in considerazione anche delle acque termali solfuree, molto apprezzate in epoca romana: proprio in questo periodo nascono i primi bagni, luoghi di ritrovo per politici e commercianti. Si farà una passeggiata tra le vie storiche del paese per ammirare la Cinta Muraria che ha origini romane II secolo a.C., eretta su preesistenti fortificazioni sorte in epoca etrusca ed ampliata e fortificata nel Medioevo, la chiesa di Santa Maria Maddalena, la rocca Aldobrandesca. Pranzo in ristorante. Nel primo pomeriggio raggiungiamo le Cascate del Mulino di Saturnia, uno dei luoghi più belli della Maremma toscana, un piccolo regno creatosi grazie alle acque sulfuree termali, che hanno scavato naturalmente la roccia di travertino, creando delle piccole piscine che si riempiono continuamente. Proseguimento del viaggio di rientro, con arrivo a destinazione previsto in serata.

Blog, News, Eventi
In bicicletta tra i santuari francescani della Valle Santa reatina

L’itinerario descritto e mostrato in questo video, nasce dall’idea di raggiungere in bicicletta i 4 santuari della Valle Santa ..

continua
Assisi, il Progetto Piandarca

Valorizzare il luogo dove San Francesco parlò agli uccelli, creando un santuario all’aperto: il sogno è collocare una statua in ..

continua
Meraviglie siciliane: il Cristo Pantocratore

Il Duomo di Cefalù è un’imperdibile meraviglia artistica e architettonica: caratterizzato da due imponenti torri gemelle, questo ..

continua
Il Sacro Monte di La Verna: sulle orme di San Francesco

La Verna divenne meta di un pellegrinaggio sempre crescente nei secoli, fino a divenire oggi il luogo simbolo di questo territorio dalle ..

continua
Valpolicella: tra i vigneti spuntano i resti di una villa romana

Sta facendo il giro del mondo l'immagine dell'archeologo nello scavo di Negrar, provincia di Verona. Sotto i vigneti, infatti, gli ..

continua
Il Sacro Monte di San Francesco d’Assisi: Orta San Giulio

Il Sacro Monte di Orta, posto scenograficamente su un’altura a fianco del lago, è considerato tra i più importanti luoghi di devozione ..

continua
Le “piccole Gerusalemme”: evocazioni di Terra Santa sul Sacro Monte di Varallo Sesia

Il Sacro Monte di Varallo venne fondato a partire dal 1486 per volontà del francescano, Padre Bernardino Caimi. L’idea di Caimi già ..

continua
Le Gerusalemme d’Italia: la Chiesa del Santo Sepolcro a Milano

Nel pieno centro, a pochi passi dal Duomo, è possibile visitare una chiesa molto amata dai milanesi, la Chiesa del Santo Sepolcro di ..

continua
Le Gerusalemme d’Italia: Sansepolcro

Prosegue il nostro viaggio fra le “Gerusalemme d’Italia”! La scorsa settimana vi avevamo portato nell’Alto Lazio, in provincia di ..

continua
Le Gerusalemme d’Italia: il duomo di Acquapendente

Per molti di noi la visita al Santo Sepolcro di Gerusalemme è una tappa fondamentale per la propria vita religiosa. Ma se vi dicessimo che ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

FrateSole Viaggeria Francescana
agenzia viaggi tour operator
UFFICIO DI BOLOGNA:
via M. D'Azeglio, 92/d Bologna
tel: 051 6440168 - fax: 051 6447427
email: info@fratesole.com

UFFICIO DI ROMA:
Via Francesco Berni, 6 Roma
tel: 06 77206308 – fax: 06 77254142
email: pellegrinaggicustodia@fratesole.com


IBAN: IT35 D 05387 02416 000001170344 (Banca Popolare dell’Emilia Romagna)
Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

Iscriviti!
© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372
privacy & cookie policy