Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
FrateSole Viajes y Peregrinaciones - Viajar con fe, arte y cultura
dal23 ago
lunedì
al30 ago
lunedì
a partire da
1465 €
8 giorni / 7 notti
Vivete come pellegrini e forestieri in questo mondo
San Francesco

Pellegrinaggio in Terra Santa 2021 con fra Matteo Brena ofm

Il pellegrinaggio in Terra Santa è il viaggio della vita. La Terra Santa non è una meta come tutte le altre: è un viaggio dell’anima, che – nel rumoreggiare caotico del suq, nel profumo intenso delle spezie, nell’orizzonte infinito del deserto e nei profondi occhi dei popoli che la abitano – racconta una storia fatta di sogni e di desiderio.
Lasciamoci sorprendere dalla terra sacra degli ebrei (adamat ha kodesh), e dei cristiani.. Ritorniamo là dove tutto ebbe inizio. “Mettiamoci da parte” e percorriamo nuovi sentieri, per incontrare l’”Altro” e vivere un’esperienza che rimarrà  per sempre nel nostro cuore.

Dal 23 maggio Israele riapre ai gruppi di turisti vaccinati!

In questa prima fase, in attesa che vengano fatti accordi con i vari Paesi per la convalida dei certificati vaccinali, tutti i visitatori dovranno:

  • sottoporsi a un test PCR con esito negativo, entro 72 ore dall’ingresso in Israele
  • fare un test sierologico all’arrivo a Ben Gurion, così da dimostrare di aver ricevuto la vaccinazione

Leggi il comunicato completo dell’Ente del Turismo Israeliano.

(aggiornamento dell’informazione 15 aprile)

Il viaggio
da
lunedì, 23 agosto 2021
a
lunedì, 30 agosto 2021
durata
8 giorni / 7 notti
iscrizioni
 iscrizioni chiuse 
quota per persona
€ 1465
Nord Italia e Roma
quota per persona
€ 1525
Sud Italia e Isole
suppl. singola
€ 390
ass. annullamento Globy Giallo Plus (facoltativa)
5,9% della quota
cambio euro/dollaro
1,18
Guida

fra Matteo Brena ofm

Francescano e Commissario di Terra Santa della Toscana, risiede nel Centro di Evangelizzazione e Missione a Firenze e promuove incontri di dialogo ecumenico e interreligioso. Ripartiamo dalla bellezza, insieme! Insieme al Commissariato di Terra Santa della Toscana abbiamo pensato tre itinerari per scoprire insieme l'Italia, e capire come gli storici legami con la Terra Santa hanno influenzato la cultura e lo sviluppo delle nostre città.

1° giorno: UN SOGNO CHE DIVENTA REALTÀ – arrivo a in Terra Santa

Finalmente si parte! Dopo circa quattro ore di volo sul Mar Mediterraneo appare nei finestrini la costa di Israele, una lunga distesa di sabbia e alti grattacieli moderni, che ci fanno presagire quali grandi sorprese ci riserverà questa terra. Dopo diversi controlli, saliamo sul pullman riservato e ci dirigiamo a Tel Aviv in ossequio alle disposizione sanitarie che ci impongono di attendere l’esito dei test appena effettuati in aeroporto. Cena e pernottamento in albergo: introduzione al viaggio con la nostra guida.

2° giorno: CON LA GIOIA DEI DISCEPOLI – il Lago di Galilea

In prima mattinata partiamo per la Galilea dove iniziamo le visite dal Lago di Galilea: circondati dalle suggestive alture del Golan e inebriati dal profumo della lussureggiante vegetazione della valle di Genneseret, immergiamo i piedi nel lago e ci lasciamo trasportare nella Palestina del I secolo. Entriamo nella storia attraverso la Parola e le pietre: seguiamo il percorso della predicazione di Gesù a Cafarnao, a Tabgha, al Primato di Pietro, a Magdala e al Monte delle Beatitudini e scopriamo, con la stessa gioia dei discepoli, che il vero miracolo non fu solo la guarigione delle malattie del corpo, ma soprattutto di quelle del cuore.

3° giorno: UN VOLTO CHE RISPLENDE COME IL SOLE – Monte Tabor, Nazareth e dintorni

Restiamo nella Galilea del I secolo e cerchiamo di immergerci nella complessità del mondo ai tempi di Gesù. Ci aiuterà una passeggiata tra le vestigia e i mosaici dell’antica Sefforis (Zippori), città che avrà fatto sicuramente parte del suo paesaggio familiare; città che si trova per ricchezza e splendore all’opposto del modesto villaggio di Nazareth, ma che non viene mai citata né nell’Antico né nel Nuovo Testamento (forse accolse Maria e i suoi genitori?). A poca distanza dalla perla della Galilea raggiungiamo le pendici del Monte Tabor e insieme a Gesù, a Pietro, a Giacomo e a Giovanni lo risaliamo, per ritrovare quel volto che risplendette “come il sole”.

Al termine rientriamo a Nazareth, oggi una grande città trafficata, allora il modesto villaggio teatro dell’infanzia di Gesù, e visitiamo la Basilica dell’Annunciazione.

4° giorno: COME ROMPERE LE CONVENZIONI – il Monte Carmelo, Emmaus e Gerusalemme

Oggi raggiungiamo Gerusalemme costeggiando il Mar Mediterraneo: in mattinata, raggiungiamo il Carmelo, in località Muhraka, dove la tradizione ricorda la sfida di Elia contro i sacerdoti di Baal. Da questo Santuario Carmelitano si gode un meraviglioso panorama sulla piana di Yzraeel, la terra che ha visto crescere Gesù. Continuiamo la nostra salita verso la città santa facendo una sosta in località Abu Gosh, che una tradizione crociata identifica come una delle quattro Emmaus. Secondo la tradizione biblica, invece, fu il luogo dove sostò l’Arca dell’Alleanza prima di essere spostata a Gerusalemme al tempo di David. La tradizione lucana colloca qui l’episodio dei due discepoli che riconobbero Gesù allo spezzare del pane. Saliamo infine sul Monte della Gioia in località Nebi Samuel, ora area archeologica oggetto di importanti scavi.

Ed eccola infine, Gerusalemme, la città santa per le 3 religioni: ci arriveremo al tramonto del sole quando i suoi raggi la tingeranno d’ oro e le stelle si accenderanno per la notte.

5° giorno: DIO È COLUI DEL QUALE NON SI PUÒ PENSARE NULLA DI PIÙ PICCOLO – Betlemme, Qasr el Yahud e il Mar Morto

In mattinata raggiungiamo Betlemme: il senso di tutte le cose che abbiamo visto e che continueremo a vedere diventeranno chiare nel momento in cui ci chineremo – facendoci piccoli – per entrare in quella che si rivelerà l’imponente Basilica della Natività. Guidati dai suoi splendidi mosaici scenderemo di nuovo verso il basso sino a raggiungere l’umile mangiatoia dove Gesù fu posato ancora in fasce. Se possibile incontriamo Vincenzo Bellomo, arrivato in Palestina nel 2006 come volontario e oggi un collaboratore della Custodia Francescana: attraverso le sue parole intuiamo che il cuore di un turismo sostenibile è “accogliere ciascuno come se fosse Gesù in persona”.

In tempo utile scendiamo a 400 metri sotto il livello del mare per ritrovare, a poca distanza dal Mar Morto, Qasr el Yahud, sulle sponde del fiume Giordano: Rinnovo delle promesse battesimali nel luogo dove Giovanni Battista ha battezzato Gesù e dove il popolo entrò nella Terra Promessa. Tempo di relax sul Mar Morto con la possibilità di fare un “bagno” in area attrezzata.

* La visita di Betlemme sarà da riconfermare in base alle disposizioni sanitarie in vigore al momento del viaggio.

6° giorno: A TAVOLA CON I DODICI – Gerusalemme: quartiere ebraico, Cenacolo e Getzemani

Finalmente conosciamo Gerusalemme, la città celeste in cui ognuno di noi ha sognato di poter camminare! Ci lasciamo trasportare dal suono alternato delle campane delle chiese e del canto del muezzin; ci lasciamo inebriare dai profumi del pane, delle spezie e del tè nel suk arabo; ci lasciamo abbagliare dalla luce accecante di questa città incredibile, culla e centro per ebrei, cristiani e musulmani. Facciamo nostra la città vecchia visitandone i luoghi fondamentali: la spianata dove sorgeva l’antico tempio e dove oggi si stagliano le moschee di Al Aqsa e la Cupola della Roccia; il Kothel (chiamato il Muro del Pianto) e il quartiere ebraico abitato dalle comunità della diaspora. Vangelo alla mano, entriamo poi nel cuore del pellegrinaggio, accompagnando Gesù nelle tappe del cammino della Passione: dal Cenacolo sul Monte Sion al giardino degli ulivi dove si consumò la notte del Getzemani, sperimentando l’agonia del silenzio di Dio, il sonno dei discepoli e il fallimento delle aspettative, intuendo, tuttavia che proprio nel punto più basso si dipana il mistero infinito dell’amore di Dio.

7° giorno: QUANDO L’IMPOSSIBILE DIVENTA POSSIBILE  – Gerusalemme: Monte degli Ulivi e Santo Sepolcro

Oggi saliamo sul Monte degli Ulivi, che ha ancora molto da raccontare:  i suoi ultimi istanti sulla terra trascorsi presso l’Edicola dell’Ascensione; la grotta dove si raccoglieva in preghiera e insegnava agli apostoli, detta Pater Noster; e infine la terrazza dalla quale pianse guardando la sua amata Gerusalemme, il Dominus Flevit. Dopo questa intensa mattinata siamo pronti per vivere il momento più importante del pellegrinaggio: entrati dalla Porta dei Leoni, dopo aver percorso alcune tappe della “Via Crucis”, arriviamo al Santo Sepolcro, dove si svela tutto il senso del nostro cammino: il Calvario e la Tomba Vuota che, nonostante siano luoghi di sofferenza e morte, sono divenuti per milioni di cristiani il punto di partenza della “buona notizia”, il luogo in cui Gesù ha sconfitto per sempre la morte: “chi vorrà salvare la sua vita la perderà e chi la perderà… la salverà”.

8° giorno: UN ANNUNCIO CHE METTE IN CAMMINO – ritorno a casa

Prima di risalire sull’aereo e di ritornare alla nostra quotidianità ci prendiamo del tempo per passeggiare nelle strette strade del suq e per incontrare le diverse anime di questa incredibile città sospesa nel tempo. Stiamo per ritornare alle nostre case, ma questi giorni insieme ci hanno resi diversi, questa terra parlando direttamente al nostro cuore, ci ha permesso di arrivare alla consapevolezza che anche quando tutto sembra perduto è possibile che il mondo risorga e torni a nuova vita. Il dialogo e l’incontro, reclamati da questa narrazione, ci hanno resi pellegrini per sempre.

La quota comprende / la quota non comprende

La quota comprende:

  • Volo di linea a/r dai principali aeroporti italiani in classe economica con franchigia bagaglio in stiva di almeno 20 kg.
  • Tasse aeroportuali soggette ad adeguamento sino al momento del saldo 30 giorni prima della partenza.
  • Sistemazione in alberghi equivalenti a 3/ 4 stelle locali, Purple Standard, conformi alla normativa Codiv-safe, in camera doppia con servizi.
  • Trattamento di mezza pensione (prima colazione e cena).
  • Animatore spirituale in loco per tutto il periodo.
  • Visite ed escursioni come da programma con ingressi inclusi, nel rispetto della normativa codiv-safe come da indicazioni del Ministero del Turismo.
  • Assicurazione  medico-bagaglio Allianz Global Assistance Globy Rosso Plus: massimale spese mediche di 200 mila euro a persona e copertura Covid inclusa.
  • Materiale di cortesia (guida*, borsa a tracolla o zaino).

*per le coppie verrà consegnata una guida per due persone.

La quota non comprende

  • Bevande ai pasti.
  • I pranzi: per ragioni logistiche i pranzi sono liberi e la guida indicherà i luoghi più appropriati per consumare i pranzi.
  • Mance – obbligatorie – circa € 40 per persona.
  • I test molecolari e il test sierologico (cifra indicativa USD 150).
  • Assicurazione contro le penalità di annullamento Globy Giallo Plus (premio della polizza pari al 5,9% della quota da assicurare).
  • Extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

COVID: modalità di viaggio

Ingresso in Israele:

  • Tutti i visitatori saranno tenuti a sottoporsi a un test PCR prima di imbarcarsi sul volo per Israele e un test sierologico dovrà essere eseguito all’arrivo all’aeroporto Ben Gurion, così da dimostrare di aver ricevuto la vaccinazione.
  • Prima della partenza saranno richiesti dati sensibili personali da inviare al corrispondente per l’ottenimento di un pass per l’ingresso in Israele.

Spostamenti e misure adottate in Israele:

  • Voleremo con Alitalia che sta attuando i protocolli di sicurezza previsti dal Governo italiano e dall’Enac.
  • Si soggiornerà in alberghi a Nazareth e a Gerusalemme che hanno adottato i protocolli di sanificazione anti-codiv previsti dal ministero degli interni israeliano.
  • Viaggeremo in bus riservati con un numero limitato di posti, per garantire il distanziamento sociale.

Rientro in Italia:

  • obbligatorio compilare il modulo di localizzazione del passeggero (Digital Passenger Locator Form – dPLF) sul sito https://app.euplf.eu/#/: per farlo, occorre scegliere l’Italia come paese di destinazione, registrarsi al sito creando un account personale e poi compilare il modulo online seguendo la procedura guidata.
    Una volta compilato si riceverà sulla mail il dPLF in formato pdf e QRcode da mostrare all’imbarco.
  • obbligatorio presentare la certificazione verde Covid-19 da cui risulti di essersi sottoposti, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone e risultato negativo.

Considerato il costante aggiornamento delle misure precauzionali per il covid-19 adottate dai singoli paesi, prima della partenza consultare sempre il sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it

 

Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Contattaci

* dati obbligatori

FrateSole Viaggeria Francescana
agenzia viaggi tour operator
UFFICIO DI BOLOGNA:
Via Castiglione, 14 - Bologna
tel: 051 6440168 - fax: 051 6447427
email: info@fratesole.com

UFFICIO DI ROMA:
Via Francesco Berni, 6 - Roma
tel: 06 77206308 – fax: 06 77254142
email: pellegrinaggicustodia@fratesole.com


IBAN: IT35 D 05387 02416 000001170344 (Banca Popolare dell’Emilia Romagna)
Versione spagnola
FrateSole Viajes y Peregrinaciones - Viajar con fe, arte y cultura
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

Iscriviti!
Seguici su..
© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372
privacy & cookie policy
 
Avviso: orario estivo di apertura al pubblico

A partire da lunedì 12 luglio l’ufficio di Bologna in via d’Azeglio 92/D adotterà un orario di apertura “estivo”: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 15 in orario continuato.

L’ufficio di Roma rimane chiuso al pubblico, aprirà solo previo appuntamento telefonando al numero 06/772 06 308

continua →