Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
FrateSole Viajes y Peregrinaciones - Viajar con fe, arte y cultura
dal27 dic
domenica
al04 gen
lunedì
a partire da
1120 €
9 giorni / 8 notti

Viaggio di Capodanno tra le meraviglie della Sicilia accompagnato da Marco Tibaldi

Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti.
Pirandello

Proponiamo un tour alla scoperta del lato più intrigante della Sicilia attraverso un percorso legato alle maschere. La maschera ha da sempre funzioni misteriose e se ne trovano testimonianze già sulle pitture rupestri. Ma è nel teatro, luogo della narrazione del Mito e della quotidianità, che l’uso delle maschere ha una forte componente misteriosa (religiosa e divina) sia per la tragedia che per la commedia. In Sicilia, crocevia di popoli e culture per millenni, l’utilizzo della maschera trova le sue radici negli antichi teatri greci. Il Teatro Greco usato ancora oggi per le rappresentazioni e gli spettacoli classici, rappresenta la più imponente testimonianza archeologica del costume degli antichi greci in Sicilia e del loro amore per la tragedia, quale forma di riflessione e di denuncia sociale.
Il simbolismo che cela la maschera riaffiora anche nelle architetture tardo barocche nella Val di Noto dove si possono ammirare sontuosi ed eleganti palazzi, chiese dai preziosi interni e dalle stupefacenti facciate intarsiate.

Il viaggio
da
domenica, 27 dicembre 2020
a
lunedì, 04 gennaio 2021
durata
9 giorni / 8 notti
iscrizioni
 posti disponibili 
quota per persona
€ 1120
volo non incluso - minimo 25 partecipanti
suppl. singola
€ 250
Pacchetto ingressi (obbligatorio)
€ 68
Volo di linea individuale a/r
quotazione su richiesta a partire da € 200
Ass. annullamento Globy giallo plus con copertura covid (facoltativa)
7,5 % della quota totale
per info
iscrizioni@fratesole.com
Guida

Marco Tibaldi

Difficile riassumere in poche righe il curriculum di Marco Tibaldi, nostro collaboratore sia come teologo sia come animatore di pellegrinaggi, è un instancabile ricercatore di linguaggi sempre nuovi per comunicare il cristianesimo.continua

27 dicembre, domenica: CATANIA / ACIREALE
Il barocco Ibleo e i suoi mascheroni

Partenza per Catania con volo individuale (non incluso). Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Catania alle ore 13.00, sistemazione su pullman riservato e trasferimento ad Acireale. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita della cittadina di Acireale, piccolo centro barocco dalla raffinata architettura che affaccia sul Mar Ionio da una terrazza naturale di pietra lavica. Ammireremo l’armoniosa Piazza del Duomo, cui fanno da cornice anche il Palazzo del municipio e la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo. Di notevole interesse artistico la Chiesa di San Sebastiano, con la sua movimentata facciata ricca di putti, statue, fregi e festoni. Possibilità di partecipare alla S. Messa domenicale. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel in zona Acireale.

I mascheroni barocchi trovano collocazione nei sotto balconi dei palazzi signorili e delle chiese. Figure mitologiche sintesi delle umane paure, hanno il grande pregio di comunicare un messaggio universale, poiché raccontano qualcosa che riguarda tutti: lo sgomento di fronte all’ignoto, la lotta contro il male. A queste maschere emblema di turbamento e timore si contrappongono la pace e serenità che si percepisce appena varcata la soglia delle chiese addobbate, decorate e arricchite con motivi barocchi di volti angelici e putti.

28 dicembre, lunedì: TAORMINA / CATANIA
La bellezza della natura incontra la bellezza dell’arte

Prima colazione in hotel. Partenza per la visita di Taormina, la perla del mediterraneo: visita al Teatro greco-romano arricchito dalla magnifica vista del golfo di Schisò e sullo sfondo l’imponenza dell’Etna. Accanto al teatro il quattrocentesco Palazzo Corvaia ed il Duomo hanno reso la città tappa obbligata per tutti i viaggiatori. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita di Catania con gli edifici caratterizzati dal forte contrasto del nero basalto lavico col bianco della pietra scolpita. Il principale materiale di costruzione dei monumenti è proprio la pietra lavica: Piazza Duomo, la Statua dell’Elefante.

Passeggeremo lungo la splendida via dei Crociferi considerata l’emblema del barocco catanese, che custodisce alcune tra le più belle chiese settecentesche della città: la Chiesa di San Benedetto (si racconta che dalle balconate dell’annesso convento, nascoste dalle grate, le suore e le aristocratiche catanesi guardassero la processione durante la festa di Sant’Agata); il Convento dei Crociferi con annessa la Chiesa di San Camillo, celebre per la Madonna con Bambino su tavola, custodita al suo interno, forse di epoca bizantina. Visita al Monastero dei Benedettini di San Nicolò, uno dei plessi monastici più estesi d’Europa. La struttura dopo innumerevoli anni di restauri ad opera della locale università è oggi sede della Facoltà di lettere. Il vasto complesso rappresenta una delle massime espressioni dell’architettura barocca della città etnea e può essere considerato un emblema delle varie rinascite del centro dopo le distruzioni causate dalla colata lavica e dal terremoto del 1693. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

Quando l’unione di arte e natura amplifica la bellezza: nel Teatro Antico di Taormina sembra che il palcoscenico non sia mai vuoto, che lo spettacolo continui all’infinito, grazie alla posizione di spicco in un punto panoramico meraviglioso, da cui si ammirano la mole dell’Etna e il Mar Jonio.
Come scriveva Goethe nel suo Viaggio in Italia, “Se ci si colloca nel punto più alto occupato dagli antichi spettatori [del Teatro antico], bisogna riconoscere che mai, probabilmente, un pubblico di teatro si vide davanti qualcosa di simile”.

29 dicembre, martedì: SIRACUSA
Il teatro greco: la maschera e la nascita della tragedia

Prima colazione in hotel. Escursione a Siracusa, la città che nel passato fu la più agguerrita rivale di Atene e di Roma. Il Parco Archeologico della Neapolis conserva le più importanti testimonianze del suo passato splendore: il Teatro greco, ancora in uso per le rappresentazioni classiche, l’Anfiteatro romano e le Latomie, con il leggendario Orecchio di Dionisio. Gioiello della città è l’isola di Ortigia: è qui che tra mare e pietra bianca è possibile ammirare la Fonte Aretusa ed il Duomo, nato dalla trasformazione dell’antico Tempio di Athena, la chiesa di S. Lucia alla Badia che conserva uno dei più importanti capolavori della produzione del Caravaggio “Il seppellimento di Santa Lucia”. A Ortigia è ancora possibile trovare tracce dell’antica comunità ebraica di Siracusa attraverso i vicoli del quartiere ebraico, la Giudecca, in cui al gusto barocco siciliano si aggiungono dettagli architettonici di ispirazione ebraica. Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento alla chiesetta di San Giovanni alle Catacombe per accedere nella cripta dove secondo la tradizione religiosa l’Apostolo Paolo avrebbe predicato ai primi cristiani d’occidente. Al termine delle visite trasferimento in zona Modica/Ragusa, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Le maschere avevano un’importanza fondamentale nel teatro greco, perché toglievano all’attore la sua individualità a favore dell’effetto simbolico. La compresenza della dimensione sacra e di quella profana fa sì che la maschera abbia due funzioni: una rituale e una pratica. Il legame con il culto di Dioniso la connette alla sfera religiosa ponendola all’interno di un rito. La rigida convenzione per cui gli attori non potevano essere più di tre, ne rende indispensabile l’uso nelle rappresentazioni teatrali sia tragiche sia comiche.

30 dicembre, mercoledì: MODICA / SCICLI
Nel cuore del tardo barocco siciliano: la Val di Noto, un miracolo di rinascita e bellezza

Prima colazione in hotel. Partenza per la visita di Modica che sorge all’interno di due strette valli formate dai monti Iblei. Città barocca della Val di Noto, è parte delle città patrimonio mondiale UNESCO. Suggestiva è la vista del centro storico, che sembra voler fare da contorno alle splendide chiese barocche di San Pietro e San Giorgio, autentici gioielli di scultura e architettura dell’epoca. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita del centro storico di Scicli, un dedalo di antiche viuzze, che si inerpicano sui costoni di colline rocciose sovrastando il centro della città, ricco di maestose chiese e palazzi nobiliari tra cui domina l’imponente Chiesa di San Matteo. Splendida la Chiesa di San Bartolomeo di pietra calcarea bianca inserita in un paesaggio unico di grotte e rocce che prende il nome di Cava di San Bartolomeo. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Il volto attuale di quest’area dell’Isola è il risultato di una ricostruzione di città pensate come opere d’arte, capolavori dell’architettura tardo barocca del 17° secolo, a seguito del devastante terremoto che nel 1693 colpì tutta la Sicilia sud orientale radendo letteralmente al suolo interi centri abitati.
Grazie all’operosità della gente ed all’ingegno di architetti visionari, la Val di Noto è risorta giocando con le forme, erigendo palazzi e chiese, creando uno stile originale che complice la locale pietra calcarea, dalle tonalità rosa pallido conferiscono un aspetto antico e raffinato.

31 dicembre, giovedì: RAGUSA
L’altra Sicilia

Prima colazione in hotel. Visita dell’antica Ibla, sorta dalle rovine dell’antica città distrutta da un terribile terremoto nel 1693 e ricostruita secondo l’antico impianto medioevale, ricchissima di fascino e di storia. Vedremo il centro storico di Ragusa ricco di tesori architettonici come il Duomo di S. Giorgio, circondato da splendidi palazzi in stile Barocco, con i balconi riccamente decorati; la scalinata composta da centinaia di scalini su cui si erge la Chiesa di Santa Maria delle Scale, il Palazzo Casentini, il Palazzo della Cancelleria, il pittoresco campanile della Chiesa Santa Maria dell’Idria, il portale di S. Giorgio (l’antica Cattedrale distrutta dal terremoto del 1693), il palazzo Zacco, i Giardini Iblei. Rientro in hotel e tempo libero a disposizione. Cenone/Veglione con musica dal vivo. Pernottamento in hotel.

Seguendo la strada che costeggia il Palazzo Donnafugata, superando chiese e piccole piazze si giunge alla fine della discesa dove si trova l’ingresso dei giardini Iblei. Un lungo viale costeggiato da palme e vasi in pietra scolpiti su colonne vi porterà alla balconata: il panorama è mozzafiato. Siete su una delle valli più belle di tutta la Sicilia: sotto di voi scorre di voi il fiume Irminio, intorno colline, cave, fiumare e un verde intenso infinito.

1 gennaio, venerdì: AGRIGENTO
“Capolavoro del genio creativo dell’uomo” cit. – fondazione Unesco

 Prima colazione in hotel. In tarda mattinata partenza per Agrigento. Pranzo del primo dell’anno in ristorante. Nel pomeriggio visita della Valle dei Templi dell’antica Akragas… “la più bella città dei mortali…” (Pindaro), con la famosa area archeologica siciliana dominata dai Templi in stile dorico: il tempio di Ercole, della Concordia – tra i meglio conservati del mondo greco – e di Giunone Lacinia. Sistemazione in hotel in zona Palermo, cena e pernottamento.

Falaride tiranno di Akragas, il più crudele di tutti i tiranni, governò la città fra il 570 e il 555 a. C.. Esercitò il potere senza scrupoli e senza pietà. Famoso soprattutto per il Toro di bronzo con la pancia cava con cui torturava i nemici, tanto grande da poter ospitare un uomo che veniva arroventato mediante un fuoco che conduceva il condannato ad una morte lenta e dolorosa. Il toro di Falaride era già proverbiale nei primi decenni del sec. V a. C. (è citato anche nel ventisettesimo canto dell’Inferno di Dante), ma la sua esistenza era controversa sin dall’antichità.

2 gennaio, sabato: PALERMO
Crocevia mediterraneo di culture

Prima colazione in hotel. Visita guidata del capoluogo siciliano ricco di un patrimonio artistico reso unico dalle dominazioni arabe, normanne, sveve e spagnole. La bellezza dei monumenti affascina i visitatori, si possono ammirare: la Cattedrale di ispirazione arabo-normanna, che conserva le tombe di Federico II e di altri reali, il Palazzo dei Normanni con all’interno la Cappella Palatina definita “la meraviglia delle meraviglie” (Maupassant); visita esterna di S. Giovanni degli Eremiti, con le arabe cupole rosse, S. Maria dell’Ammiraglio (Martorana), S. Cataldo, Quattro Canti crocevia della città. Pranzo libero in cui consigliamo di provare il tradizionale “cibo di strada” palermitano: gli arancini, le panelle, gli sfincioni. In serata cena e pernottamento in hotel zona Palermo

Lo stile Arabo-Normanno è unico nel suo genere ed esclusivo di Palermo, Cefalù e Monreale e si caratterizza per l’unione di due mondi opposti: quello arabo–musulmano e quello normanno–cattolico. Oltre a convertire le moschee in luoghi di culto cattolico e a riadattare i palazzi esistenti fatti costruire dagli Arabi, i Normanni approfittarono delle grandi abilità degli artisti presenti in Sicilia per dare vita ad uno stile architettonico nuovo e unico. Uno stile frutto della perfetta fusione di elementi decorativi tipici bizantini come i mosaici, elementi latini e quelli tipici dell’arte araba, come le cupole rosa o il soffitto a muqarnas. Simbolo di questo stile è la cattedrale di Palermo, testimonianza di tutte le popolazioni e civiltà che si sono avvicendate nell’ultimo millennio intorno al golfo panormita.

3 gennaio, domenica: MONREALE / CEFALU’
Testimoni della civiltà normanna

Prima colazione in hotel. Escursione nel piccolo centro di Monreale per visitare l’imponente complesso monastico testimonianza preziosa dell’arte arabo-normanna e della tradizione musiva bizantina. Il monumentale Duomo impreziosito da un’infinita varietà di tessere colorate che adornano le navate è uno dei monumenti medievali di maggiore prestigio. Al centro della chiesa, nell’abside, spicca il grande mosaico del Cristo Pantocratore che, illuminato dalla luce esterna, crea un effetto visivo unico. Pranzo libero. Proseguimento per Cefalù dove la Cattedrale medievale con le due possenti torri quadrate domina incontrastata l’abitato del borgo marinaro. Anche qui l’abside è impreziosita dagli straordinari mosaici bizantini del Cristo Pantocratore, volto del Cristo che si trasfigura davanti a Pietro, Giacomo e Giovanni. Pantocratore, dal greco, vuol dire ‘signore di ogni cosa, onnipotente’: si tratta di una delle più importanti rappresentazioni di Gesù che l’arte romanica abbia prodotto. Emblema di maestà, potenza e sacralità, questa immagine del Cristo nacque in ambito paleocristiano ma cominciò a diffondersi con l’arte bizantina dopo il X secolo. Al termine delle visite rientro in hotel in zona Palermo per cena e pernottamento.

Secondo la tradizione il Duomo di Cefalù sorse come dono di ringraziamento da parte del re normanno Ruggero II che, sopravvissuto ad una terribile tempesta, volle ringraziare il Santissimo Salvatore con una costruzione degna di nota. Molti storici invece concordano sul fatto che il Duomo di Cefalù sia sorto come fortino difensivo almeno un secolo prima dell’ascesa di Re Ruggero. Ai lati della facciata sorgono le due torri, una scelta non casuale nello stile: la prima torre simboleggia il potere della Chiesa e la mitria papale, la seconda torre rappresenta invece il potere temporale del re e della nobiltà.

4 gennaio, lunedì: PALERMO
Mercati storici, moderni suk

Prima colazione in hotel. Passeggiata fra i colori e i sapori del Mercato del Capo, per definizione il mercato del popolo di Palermo che ha saputo mantenere con il suo intricato labirinto viario l’aspetto proprio di un suk orientale: è da considerarsi l’ultimo baluardo dei numerosissimi mercati del centro. Proseguendo nella passeggiata si potrà ammirare il monumentale Teatro Massimo, secondo per grandezza in Europa. Il giro di questa Palermo insolita si concluderà con la visita della Chiesa del Gesù, detta dai palermitani “Casa professa”, uno dei massimi esempi di costruzioni barocche dell’intera isola riaperta al culto dopo vari anni di restauri. Pranzo libero. Tempo libero a disposizione. Trasferimento libero in aeroporto (non incluso) e rientro con voli individuali (non incluso). Termine dei servizi

Non si può dire di conoscere l’essenza più profonda ed intima della città di Palermo senza aver visitato i suoi mercati storici. Il palermitano del mercato è unico nel suo genere: il suo modo di fare si avvicina soltanto a quello tipico dei mercati arabi. In nessun altro mercato d’Italia potrete trovare lo stesso modo di vendere e di esporre la merce. Il mercato, con il suo aspetto tipico di un suk orientale, propone un mix variegato di sapori e colori. Al suo interno è infatti possibile gustare numerosi piatti tipici dello street food palermitano.
All’interno del Mercato del Capo è possibile scoprire un itinerario storico e artistico di altissimo livello che conduce dal Teatro Massimo sino alla Cattedrale, costeggiando i banchi di prodotti alimentari.

La quota comprende / non comprende

La quota comprende:

  • Bus privato per tutta la durata del tour incluso pedaggi/posteggi/ZTL
  • Vitto e alloggio autista
  • Sistemazione in hotels 4 stelle in camera doppia con servizi privati
  • Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla colazione dell’ultimo
  • Cenone di fine anno con musica dal vivo (bevande incluse)
  • Pranzo il giorno di Capodanno
  • Accompagnatore e guide locali, per visite come da itinerario
  • Accompagnatore culturale Fratesole con min. 25 partecipanti
  • Auricolari per tutto il tour
  • Materiale di cortesia
  • assicurazione medico-bagaglio Allianz Global Assistance

La quota non comprende:

  • Volo di linea Alitalia A/R: quotazioni su richiesta a partire da 200 euro per persona, da verificare alla conferma del gruppo
  • Pranzi non indicati nella quota comprende
  • Bevande ai pasti
  • Pacchetto ingressi ai musei e/o monumenti ove previsti da pagare in loco (circa 68 euro da riconfermare):
    Taormina: Teatro greco/romano
    Catania: Monastero Benedettini, Zona archeologica
    Siracusa: Duomo
    Agrigento: Valle Templi
    Palermo: Cappella Palatina, Duomo Monreale, S. Maria dell’Ammiraglio (Martorana), Chiesa del Gesù (Casa Professa)
  • Tassa di soggiorno ove prevista (da pagarsi direttamente in loco in hotel)
  • Mance
  • Facchinaggio
  • Extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Modalità d’iscrizione

Per partecipare ad ogni nostro viaggio occorre iscriversi compilando il modulo di preiscrizione online presente sulla pagina della partenza.

ACCONTO    al momento dell’iscrizione    € 400.00

SALDO         entro 30 giorni prima della partenza

Dati bancari per effettuare il bonifico:
Banca Popolare dell’Emilia Romagna – Ag. 16
Intestato a: FrateSole Viaggeria Francescana
Codice Iban: IT 35 D 05387 02416 000001170344
BIC/SWIFT
: BPMOIT22XXX
Indicare nella causale: nominativo e date di partenza

Preghiamo di inviare la copia del bonifico all’indirizzo e-mail iscrizioni@fratesole.com e/o mezzo fax al numero 0516447427.

Penali di cancellazione

Se siete costretti a rinunciare al viaggio prenotato, verranno applicate delle penali, che hanno lo scopo di non far ricadere eventuali aumenti nei costi sugli altri partecipanti. Le penali sono proporzionali alla data di cancellazione, con riferimento ai giorni che mancano alla partenza da calendario, contando anche il sabato, la domenica e i festivi.

Per la quota del tour si applicano le seguenti penali di cancellazione, per cancellazioni effettuate:

  • fino al 31° giorno dalla data di partenza (esclusa), sarà trattenuta una penale del 30% della quota di partecipazione;
  • dal 30° al 21° giorno (incluso), rispetto alla data di partenza (esclusa), sarà trattenuta una penale del 40% della quota di partecipazione
  • dal 20° al 10° giorno (incluso), rispetto alla data di partenza (esclusa) sarà trattenuta una penale del 60% della quota di partecipazione
  • dal 9° giorno al 3° giorno (incluso) rispetto alla data di partenza (esclusa) sarà trattenuto il 75% della quota di partecipazione
  • Nessun rimborso per cancellazioni effettuate dal 2°gg (48 ORE PRIMA) al giorno di partenza

In caso di sinistro, la cancellazione deve pervenire tassativamente in forma scritta non oltre 24 ore dopo l’accadimento, ed entro le ore 18 del giorno in cui si comunica la cancellazione. Non saranno accettate comunicazioni verbali e/o telefoniche.

È POSSIBILE STIPULARE UNA POLIZZA CONTRO LE PENALITÀ DI ANNULLAMENTO SOLO E UNICAMENTE AL MOMENTO DEL VERSAMENTO DEL 1° ACCONTO IN UN UNICO PAGAMENTO.
Il premio della polizza è indicato sulle quote del programma.

Nota Bene

I nostri tour verranno confermati al raggiungimento del numero minimo di partecipanti previsto dalla quota di partecipazione.

Al raggiungimento del numero minimo necessario per effettuare il viaggio vi verrà inviata una conferma definitiva via mail.

VIAGGIA COVID SAFE

✅ indossa mascherine di tipo chirurgico o superiore – una nuova ogni giorno
✅ disinfetta le mani prima di salire sul pullman o di entrare nei luoghi chiusi
✅ ai fini di non creare assembramento al check-in in hotel vi chiediamo i dati personali per la registrazione (nome e cognome, nr. documento di identità, data e luogo di nascita)
✅ verrà misurata la temperatura prima di salire sul bus o entrare nei luoghi chiusi
❌ non cambiare il posto in pullman (se non autorizzato da capogruppo o conducente)
Blog, News, Eventi
Il Sacro Monte di Ghiffa (o della Santa Trinità)

Rieccoci al nostro appuntamento periodico con i luoghi sacri d’Italia: oggi vi portiamo lungo le pendici boscose del monte Cargiago, ..

continua
Il Miglio Sacro

Come ogni settimana vi proponiamo articoli alla scoperta della nostra Italia legati ai viaggi che vi proponiamo. Oggi vi portiamo nel cuore ..

continua
Citerna, uno dei borghi più belli d'Italia

Conosciuta in epoca romana come Civitas Sobariae, Citerna è una graziosa cittadina riconosciuta come uno dei Borghi più belli ..

continua
Il Santuario di Greccio

Conosciuto in tutto il mondo come la Betlemme Francescana, il Santuario è un poderoso complesso architettonico che sembra sorgere dalla ..

continua
Il Santuario della Madonna del Frassino

Custodito dai Frati Minori Francescani e meta, ogni anno, di migliaia di pellegrini, il santuario della Madonna del Frassino sorge sul ..

continua
L’abbazia di Sant’Urbano e il suo occhio luminoso

Oggi vi portiamo all’abbazia di Sant’Urbano, che sorge al centro della Valle di San Clemente, nelle Marche. Una vallata segreta, ricca ..

continua
La comunità di Mondo X al Santuario de La Foresta, Rieti

Grazie all'operato dei francescani, i luoghi santi si trasformano non solo in mete turistiche o di pellegrinaggio, ma in mondi dove le ..

continua
Santuario di Santa Maria della Foresta, Rieti

Il santuario di S. Maria de La Foresta, è uno dei quattro santuari che celebrano il passaggio di San Francesco d’Assisi nella Valle ..

continua
Assisi, il Progetto Piandarca

Valorizzare il luogo dove San Francesco parlò agli uccelli, creando un santuario all’aperto: il sogno è collocare una statua in ..

continua
Il Sacro Monte di La Verna: sulle orme di San Francesco

La Verna divenne meta di un pellegrinaggio sempre crescente nei secoli, fino a divenire oggi il luogo simbolo di questo territorio dalle ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

FrateSole Viaggeria Francescana
agenzia viaggi tour operator
UFFICIO DI BOLOGNA:
Via Castiglione, 14 - Bologna
tel: 051 6440168 - fax: 051 6447427
email: info@fratesole.com

UFFICIO DI ROMA:
Via Francesco Berni, 6 - Roma
tel: 06 77206308 – fax: 06 77254142
email: pellegrinaggicustodia@fratesole.com


IBAN: IT35 D 05387 02416 000001170344 (Banca Popolare dell’Emilia Romagna)
Versione spagnola
FrateSole Viajes y Peregrinaciones - Viajar con fe, arte y cultura
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

Iscriviti!
Seguici su..
© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372
privacy & cookie policy
 
Avviso nuovi orari

Si avvisa la gentile clientela che:

  • Gli uffici di via Castiglione 14 a Bologna sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13. Si riceve su appuntamento. L’ufficio di via d’Azeglio è chiuso al pubblico.
  • L’ufficio di Roma è chiuso al pubblico, aprirà solo previo appuntamento telefonando al numero 06/772 06 308

Grazie.

Lo staff FrateSole

continua →