Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
dal21 giu
domenica
al29 giu
lunedì
a partire da
1310 €
9 giorni / 8 notti
Ancora vi dico, che in questa Grande Ermenia è l’Arca di Noè, in su una grande montagna negli confini di mezzodì inverso lo levante, presso al reame che si chiama Mosul, che sono cristiani…- Marco Polo
Letture consigliate

Viaggio spirituale in Armenia – partenza da Bologna Accompagnato da don Riccardo Pane

Per chi vuole conoscere meglio l’Armenia, le sue origini e la sua storia, proponiamo un itinerario di viaggio indimenticabile alla scoperta del popolo vissuto ai piedi dell’Ararat, il monte dove secondo la tradizione biblica si fermò l’arca di Noè dopo il diluvio.
Avrete la possibilità di visitare regioni dalle forti e antiche tradizioni e di conoscere il culto armeno ortodosso, in quello che fu il primo Stato ad adottare il cristianesimo come religione ufficiale, nel 301 d.C. Esploreremo i principali monasteri del paese, il sito megalitico di Stonehenge, e Yerevan, la metropoli moderna che conserva ancora tracce del suo antico passato.

Il viaggio
da
domenica, 21 giugno 2020
a
lunedì, 29 giugno 2020
durata
9 giorni / 8 notti
iscrizioni
 lista d'attesa 
quota per persona
€ 1310
quota per persona in camera doppia
suppl. singola
€ 230
Supplemento alta stagione partenze luglio e agosto
€ 60
Assicurazione annullamento (facoltativa) da maggio a settembre
5.6% della quota totale
Assicurazione annullamento (facoltativa) da ottobre ad aprile
6.9% della quota totale
Integrazione alla copertura assicurativa fino a € 200 mila
€ 67
per info
iscrizioni@fratesole.com
Guida

don Riccardo Pane

Sacerdote diocesano della Chiesa di Bologna e professore abilitato di Armenistica e Caucasologia. Per farvi conoscere meglio il suo itinerario di vita, riportiamo l'intervista rilasciata alla Parrocchia Sacro Cuore di Gesù e San Giovanni Battista di Castel Guelfo (Bologna), rilasciata in occasione dei dieci anni di sacerdozio: Dove e quando hai percepito per la prima volta che il Signore ti chiamava alla vita sacerdotale? La vocazione del Signore normalmente non è un fatto puntuale che avviene un giorno preciso, sicché uno alla sera possa ...continua

21 giugno, domenica: MALPENSA / YEREVAN

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Malpensa (o altre città su richiesta). Operazioni d’imbarco e partenza nel tardo pomeriggio con volo di linea Austrian Airlines per Yerevan via Vienna. Pernottamento a bordo.

22 giugno, lunedì: YEREVAN / ETCHMIADZIN – il Vaticano Armeno (100 km)
Il Vaticano armeno. Le origini cristiane in Armenia

In tarda mattinata, partenza per Etchmiadzin per la visita alla chiesa di santa Hripsimè (VII sec), gioiello della più antica architettura armena, dove sono conservate le spoglie della prima martire armena. A seguire, visita alla cattedrale patriarcale di Etchmiadzin, costruita secondo la tradizione da San Gregorio Illuminatore all’inizio del IV secolo, nel luogo indicatogli da Cristo stesso durante un’apparizione: Etchmiadzin significa infatti “è disceso l’Unigenito”. Nello stesso complesso architettonico risiede il Catholicos, capo della Chiesa apostolica armena. Nel tardo pomeriggio, incontro con la comunità mechitarista presso il Seminario minore di Yerevan. Qui sarà celebrata, per chi desidera, la Santa Messa.

23 giugno, martedì: TOUR DELLA CITTA DI YEREVAN / MATENADARAN / TSITSERNAKABERD
Il pensiero scientifico armeno medievale e l’Armenia pagana

Mattinata dedicata alla visita del museo dei manoscritti (Matenadaran), uno dei “sacrari” dell’identità armena. Potremo ammirare le diverse tipologie di manoscritto e le splendide miniature che li adornano. Trasferimento al Museo del Genocidio e pranzo.
Il genocidio armeno, il grande Male.
Visita al Museo del Genocidio e sosta presso il sacrario. Attraverso il percorso fotografico sarà possibile ripercorrere gli eventi e le cause che hanno condotto al primo grande genocidio del XX sec, e hanno determinato l’attuale assetto diasporico del popolo armeno.

Dopo pranzo, partenza per la regione di Kotayk. Arrivo al villaggio di Garni per la visita del tempio pagano e delle terme: si tratta dell’unica testimonianza rimasta del periodo ellenistico in Armenia. A seguire, visita al suggestivo monastero rupestre di Ghegard (XIII sec) esempio di architettura sacra in Armenia. Il nome significa “tempio della lancia: conservava un frammento di lancia che la tradizione attribuiva alla lancia con cui il centurione ferì Cristo sulla croce.
Rientro a Yerevan, dove, per chi desidera, sarà celebrata la Messa prefestiva.

24 giugno, mercoledì: KHOR VIRAP / NOVARANK / SISSIAN / GORIS (270 km)
Dalla prima evangelizzazione alla nascita del monachesimo

Dopo la prima colazione lasceremo Yerevan e partiremo verso il Sud dell’Armenia. La prima sosta è al monastero di Khor Virap (VII sec), che significa “fossa profonda”: si tratta del luogo in cui San Gregorio l’Illuminatore fu tenuto a lungo prigioniero, fino alla liberazione concessagli dal sovrano Tiridate. Secondo le fonti, il re, come punizione per aver martirizzato la giovane vergine cristiana Hripsime e le sue compagne, era stato trasformato in cinghiale e potè assumere nuovamente le sembianze umane solo grazie all’intervento miracoloso di San Gregorio. Di qui non solo la liberazione del santo, ma anche la conversione del sovrano e la cristianizzazione dell’Armenia. Dall’alto delle mura del monastero si gode si una delle più belle viste dell’Ararat. Proseguimento per Noravank, complesso monastico del XIII–XIV sec, patrimonio dell’UNESCO. La profonda gola che conduce al monastero è un’importante oasi naturalistica in cui sono stati riportati alla luce reperti dell’età del bronzo. Pranzo presso il monastero di Noravank.
Partenza per la regione di Siunik, vicino al confine con l’Iran: presso la città di Sisian si trovano megaliti simili a quelli di Stonehenge: tutte le pietre sono di basalto, alcune scolpite con fenditure. Il sito megalitico fu probabilmente un antico osservatorio che serviva a seguire i movimenti dei corpi celesti ed a misurare il tempo. Arrivo in serata a Goris, sistemazione in hotel, cena e pernottamento. Per chi desidera, la Santa Messa sarà celebrata in hotel.

25 giugno, giovedì: GORIS / TATEV / SELIM / NORADUZ / DILIGIAN (330 km)
Il monastero di Tatev: importante scuola miniaturista e polo religioso-culturale

Dopo la prima colazione lasceremo Goris e la prima sosta è prevista al monastero di Tatev, a cui ci si accede in funivia, su un percorso di 5,7 km. Fondato nel IX sec, fu centro di un’importante scuola miniaturista e polo religioso e culturale di prim’ordine. Pranzo in corso di escursione.
L’Armenia di Marco Polo, sulla via della seta.
La Via della Seta era composta da tanti tragitti che collegavano l’Oriente con l’Occidente, e si incrociavano
in Armenia. Le vie erano costellate di caravanserragli, dove trovavano alloggio i componenti delle carovane e i loro animali. Superato il passo di Selim, si scende verso il lago Sevan, il più grande dell’Armenia e del Caucaso. Tempo permettendo, visita al monastero di Sevanavank, sulla penisola che domina il lago.
Arrivo in serata a Tsakhadzor, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

26 giugno, venerdì: HAGBAT / AKHTALA / DZORAGHET (150 km)
Le dispute cristologiche, e il rapporto con la Chiesa georgiana

Dopo la prima colazione, visita al monastero di Hagartsin, immerso nel silenzio di un bosco lussureggiante. Partenza per il confine con la Georgia. Visita ai maoinasteri di Haghbat e di Akhtala. Il monastero di Haghbat fa parte del patrimonio dell’UNESCO: eretto tra il X e il XIII sec, è articolato in una chiesa principale con campanile a se stante, una serie di altre cappelle, un refettorio, una biblioteca, una fontana coperta. Il tutto circondato da mura ove si alternano torri cilindriche. Pranzo presso la taverna della città di Alaverdi dove assaggeremo il khorovatz, carne allo spiedo condita con spezie tradizionali.
Proseguimento delle visite con il monastero fortificato di Akhtala (X-XIII sec) noto per i suoi bellissimi e antichi affreschi. All’interno della fortificazione del monastero, sarà celebrata, per chi desidera, la Santa Messa. Arrivo in serata a Dzoraghet, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

27 giugno, sabato: GYUMRI / ASHOTSK / YEREVAN (240 km)
Turismo etico: un’incursione nella vita dei villaggi armeni del nord-ovest. L’ospedale Redemptoris Mater.

Dopo la prima colazione, partenza per il paese di Asotsk e visita all’Ospedale Redemptoris Mater, voluto da Giovanni Paolo II e gestito dai padri camilliani italiani. Attraverso la voce e la testimonianza di Padre Mario sarà possibile toccare con mano i frutti della solidarietà e conoscere le difficoltà reali delle popolazioni armene che vivono al di fuori della capitale. Per chi desidera, Santa Messa nella cappella dell’ospedale. Il pranzo sarà presso l’ospedale stesso.
Dopo pranzo, rientro a Yerevan. Lungo la strada sosta al monastero di Hovannavank, fondato da san Gregorio Illuminatore, che qui depose alcune reliquie di san Giovanni Battista, portate con sé da Cesarea di Cappadocia. Arrivo in serata a Yerevan, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

28 giugno, domenica: YEREVAN / MALPENSA

Dopo la prima colazione, Santa Messa solenne in rito armeno presso la cattedrale di San Gregorio a Yerevan: la solennità dei canti e dei riti testimonia una delle più antiche tradizioni liturgiche della cristianità, molto distante, per sensibilità e forme, dalla tradizione latina. Dopo pranzo, tempo libero: vi sarà la possibilità di visitare il variopinto mercato dell’artigianato, detto “Vernissage”, o visitare il ricco Museo di Storia. In serata, cena di congedo in ristorante tipico e riposo. In nottata trasferimento in aeroporto.

29 giugno, lunedì: MALPENSA

Pernottamento a bordo e arrivo in mattinata all’aeroporto concordato.

La quota comprende / non comprende

 LA QUOTA COMPRENDE:

  • Volo di linea Austrian Airlines da Malpensa in classe economica con franchigia bagaglio di 23 kg.
  • Tasse aeroportuali pari a € 121 soggette a riconferma sino a 21 giorni prima della partenza.
  • Sistemazione in alberghi 3 o 4* stelle locali, in camera doppia con servizi privati:

21.06 – 24.06 Hotel Yerevan Center a Yerevan
24.06 – 25.06 Hotel Mina a Goris
25.06 – 27.06 Hotel Dilijan Resort a Dilijan
27.06 – 29.06 Hotel Yerevan Center a Yerevan

  • Trattamento di pensione completa dalla colazione del 2° giorno alla cena del penultimo.
  • Guida locale parlante italiano dall’arrivo in aeroporto alla cena del penultimo giorno.
  • Animatore culturale/spirituale dall’Italia con almeno 20 partecipanti paganti.
  • Trasferimenti come da programma in pullman privato, con acqua a disposizione (1/2 litro per persona al giorno).
  • Bibite durante i pasti (acqua gassata o naturale, tè, caffè). Vino incluso SOLO per la cena di congedo dell’ultimo giorno.
  • Visite ed escursioni come da programma con ingressi ai siti e guide locali nei musei, inclusa funivia per il monastero di Tatev.
  • Organizzazione dei canti spirituali nel monastero di Gheghard od altro monastero
  • Assicurazione medico-bagaglio Allianz Global Assistance Assistenza Gruppi (con massimale di € 8 mila per persona).
  • Mance nei ristoranti e negli alberghi.
  • Materiale di cortesia (guida*, borsa a tracolla o zaino).

*per le coppie verrà consegnata una guida per due persone.

 LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Alcolici durante i pasti.
  • Mance a guida/autista (obbligatorie): considerare € 35 per persona.
  • Accompagnatore in caso di meno di 20 partecipanti.
  • Eventuali supplementi per cambio di aeroporto di partenza/arrivo.
  • Facchinaggio
  • Assicurazione contro le penalità di annullamento Globy Giallo (facoltativa):
Da maggio a settembre

Da ottobre ad aprile

5,6% della quota

6,9% della quota

  • Assicurazione sanitaria integrativa Globy Rosso con massimale di 155 mila euro per persona: € 67 per persona.
  • Extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

 

Blog, News, Eventi
Consigli di lettura: l'Armenia in tavola, un libro di ricette "per non dimenticare"

In questo periodo di clausura forzata nelle nostre case, molti di noi si stanno cimentando in cucina, sperimentando nuove ricette e piatti ..

continua
"I passi e il silenzio a piedi sulle strade di Chiara d'Assisi"

Consigli di lettura: la prima guida a piedi sulle strade di Santa Chiara, per ripercorrere insieme a lei il breve ma intenso pellegrinaggio ..

continua
Video - Armenia

Viaggiare alla scoperta di paesi e di scrigni inaspettati di arte e cultura preziosissimi. Qui troviamo antichi monasteri, dove possiamo ..

continua
Vardavar: una festa pagana reinterpretata in chiave cristiana

Nel calendario estivo armeno, una delle più grandi celebrazioni nazionali, è la festa di Vardavar, che trae origine dai tempi antichi ..

continua
Armenia

Un viaggio sull’altopiano armeno per comprendere la sua identità cristiana.

continua
Ricordi di viaggio: Armenia

Buongiorno, siamo rientrati da un viaggio stupendo. Ci siamo trovati benissimo, eravamo un gruppo di sette persone compresa la guida ..

continua
"Ho scelto l'Armenia": un articolo di Gloria Ramera

Ho scelto l’Armenia. Un po’a caso, un po’ per l’entusiasmo mostrato dai miei genitori per l’eccellenza della guida teologica di ..

continua
Ricordi di viaggio: una riflessione dall'Armenia

In occasione di un viaggio in Armenia nell’agosto 2018,ho potuto visitare il Memoriale del Genocidio Armeno. Appena fuori la città di ..

continua
Ricordi di viaggio: Armenia

Pubblichiamo le foto delle famiglie © Rosadoni e Goretti e le signore Paggi e Saini, che sono rientrati il 30 agosto dal viaggio in ..

continua
Ricordo di viaggio: trekking in Armenia

Pubblichiamo le foto del trekking in Armenia che si è tenuto dal 6 al 14 luglio: ringraziamo in particolar modo Teresa De Angelis per le ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Contattaci

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

Iscriviti!
© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372
privacy & cookie policy