Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
FrateSole Viajes y Peregrinaciones - Viajar con fe, arte y cultura

Israel National Trail Scoprendo Israele lungo i quasi mille chilometri del suo percorso escursionistico più famoso

Sarà che mai come in questo periodo abbiamo sentito forte il richiamo alla natura, ed ecco che anche le nuove proposte turistiche si tingono di “green”, strizzando l’occhio soprattutto alle fasce di più giovani “turisti”, che guai a chiamarli così: amano definirsi “esploratori”, “cercatori” di una nuova spiritualità, per i quali il viaggio, nello specifico il “camminare” preferibilmente su terreni aspri e arditi, diventa una sorta di crescita personale, un passaggio all’età adulta…zaino in spalla, bacchette da trekking e via…si parte!

In realtà l’Israel National Trail è stato creato già da alcuni anni, ma sta tornando prepotentemente in auge negli ultimi tempi, con percorsi adatti un po’ a tutte le età, soprattutto a quelle persone che amano riscoprire il mondo in modo “slow”, con lo stesso passo lento e attento dell’antico pellegrino. L’Israel National Trail/Shvil Israel (nome in ebraico del Trail), è stato ideato nel 1985 da Avraham Tamir (1907- 1988), giornalista e trekker, sulla base dell’esperienza fatta sui Monti Appalachi (Usa), ed inaugurato ufficialmente nel 1995. Il percorso si snoda in Israele lungo quasi 1000 chilometri: è un cammino “nazionale”, nato per far conoscere tutto il territorio di Israele permettendo una visione completa dello Stato (ricordiamo che l’Israel National Trail, in quanto sentiero nazionale israeliano, non entra mai nei territori palestinesi).  Ma è anche e soprattutto un percorso “identitario”, dove i giovani e gli adulti affrontano il sentiero come scuola di cammino e di vita. È molto frequente trovare lungo il cammino intere scolaresche, gruppi di giovani e giovanissimi organizzati, squadre di militari di leva in allenamento: per un israeliano, il cammino è un rito di passaggio, inserito di solito in un anno sabbatico nell’intervallo fra la fine del servizio di leva e l’inizio del lavoro o dello studio.

Il percorso, segnalato da National Geographic tra i 20 sentieri più epici al mondo, attraversa tutto Israele da nord a sud. Parte da Dan, vicino al confine libanese, e si estende fino a Eilat nell’estremo sud israeliano sulle rive del Mar Rosso (golfo di Aqaba). Si snoda quindi attraverso la Galilea, il Monte Carmelo, taglia trasversalmente le regioni costiere e la Shefelah, attraversa le montagne della Giudea, attraversa il Negev toccando l’Aravà e infine termina presso le montagne di Eilat. Oltre a splendidi paesaggi, offre nelle regioni non desertiche una flora rigogliosa in ogni stagione, ovunque una fauna selvatica preziosa e soprattutto nel sud tocca aree di grande interesse anche geologico e paleontologico. Lasciamo che a descriverlo sia una delle nostre apprezzate guide escursionistiche, Francesco Gallo che ha accompagnato i nostri viaggiatori in alcuni tour FrateSole:

Il sentiero è lungo circa 940 chilometri; richiede dai 30 ai 70 giorni per essere completato. Sono mille chilometri di una terra che passa dalla neve primaverile delle alture del nord ai riflessi del mare lungo il Mediterraneo, fino ai colori e alle luci incredibili del deserto del Negev. È per questo motivo che il simbolo dello Shvil, il segno “tricolor” che ogni camminante impara a cercare e a seguire per non perdere la retta via, ha i tre colori di questa terra: il bianco della neve dell’Hermon, il blu del mare e l’arancione del deserto. Con una peculiarità: i tre colori non sono semplicemente posti l’uno accanto all’altro, come in una bandiera, ma leggermente sfalsati, ponendo più in alto e più sporgente quello corrispondente alla direzione di marcia; per cui, sarà il bianco se vado verso l’Hermon, l’arancione se vado verso il Negev e il Mar Rosso. Il blu rimane sempre al centro, quasi a legare, con i mari – il Mediterraneo, il Mar Rosso, il ‘mare’ di Galilea, il Mar Morto – una terra che ha nell’acqua, nel Giordano, nei suoi torrenti, nei suoi pozzi e cisterne e nelle sue oasi, l’elemento che ha unito e segnato tutta la sua storia.

Nel video che vi proponiamo (in inglese), seguiamo l’esperienza di un gruppo di giovani e famiglie che hanno insieme affrontato il cammino, in un totale spirito di amicizia, condivisione e fratellanza.

(written by Valentina Prisco)

Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Contattaci

* dati obbligatori

FrateSole Viaggeria Francescana
agenzia viaggi tour operator
UFFICIO DI BOLOGNA:
Via Massimo D’Azeglio, 92/d - Bologna
tel: 051 6440168 - fax: 051 6447427
email: info@fratesole.com

UFFICIO DI ROMA:
Via Francesco Berni, 6 - Roma
tel: 06 77206308 – fax: 06 77254142
email: pellegrinaggicustodia@fratesole.com


IBAN: IT35 D 05387 02416 000001170344 (Banca Popolare dell’Emilia Romagna)
Versione spagnola
FrateSole Viajes y Peregrinaciones - Viajar con fe, arte y cultura
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

Iscriviti!
Seguici su..
© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372
privacy & cookie policy
 
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!