Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..

La solidarietà tra generazioni nel messaggio del ministro della Difesa israeliano 

In un momento in cui le autorità nel nostro paese ci ripetono che le innumerevoli perdite umane di questi giorni rappresentano per lo più soggetti anziani con “una o più patologie pregresse e con un quadro clinico ormai compromesso”, come se tutto ciò potesse sminuire il valore di una persona, il messaggio video rilasciato dal ministro della Difesa israeliano Naftali Bennett, è quasi un manifesto, un inno alla vita.

La cultura ebraica è particolarmente sensibile al rapporto fra le generazioni, dove i nonni sono amati e rispettati, e i figli sono l’unico vero tesoro che i genitori hanno. Infatti nell’emergenza anti-coronavirus Bennet ha invitato ad isolare gli anziani dai giovani (“nulla è più letale di un abbraccio tra nonna e nipote”) suggerendo di limitarsi a messaggi via social e alla spesa lasciata fuori dalle loro porte, sicuro anche che gli anziani non dovranno restare isolati per sempre ma potranno uscire quando le altre generazioni avranno sviluppato la cosiddetta immunità di gregge.

Buona fortuna, abbiate cura dei vostri nonni e non andategli vicino

conclude il suo messaggio video.

Le parole del ministro sono state analizzate e spiegate da David Meghnagi, docente di psicologia clinica all’Università Roma 3, secondo il quale “il ministro della Difesa israeliana ha puntato a responsabilizzare i giovani, mentre  in Italia e non solo la quarantena è stata presentata come “un sacrificio”, e non invece come un atto normale di responsabilità e di cura verso le persone che si amano. Perdere i genitori (in Italia sono mediamente più anziani che nel resto d’Europa) o i nonni, non è una passeggiata, ma una perdita incommensurabile, occorre sempre puntare su ciò che lega fra loro le generazioni. Il rischio che le persone più anziane corrono, va richiamato come un atto di responsabilità. È questo il messaggio che dobbiamo far passare. Come scritto anche nel Qoelet, il testo contenuto nella Bibbia ebraica e cristiana,“Un filo a tre punte non si spezza facilmente”. Le tre punte sono le tre generazioni di  figli, genitori, nonni, che hanno bisogno l’una dell’altra e che si rafforzano a vicenda. In Israele questo legame è forte. Lo si vede nell’abitudine conservatasi anche tra i più laici e distaccati dalla tradizione, di festeggiare lo Shabbath consumando insieme il pasto serale. Le persone rinsaldano legami importanti, che rendono possibile affrontare le sfide del futuro. Il canone biblico si chiude con la speranza che “Il cuore dei padri si avvicinerà a quello dei figli quello dei figli a quello dei padri”, un concetto importante e profondo con cui ogni generazione, anzi ogni essere umano deve confrontarsi per potere  immaginare e sognare un futuro migliore.”

  • Fonte: Agi 

 

 

Blog, News, Eventi
Settimana Santa 2020: “Siamo a casa ma non siamo soli”

Le nostre abitudini e tradizioni sono state stravolte, ma il messaggio che si vuole trasmettere è che restiamo uniti e vicini, anche e ..

continua
Israele: paramedici, uno ebreo e l'altro musulmano, pregano insieme contro il Coronavirus

L'immagine dei due paramedici è rimbalzata negli ultimi giorni sui media di tutto il mondo come immagine simbolo della pandemia che unisce ..

continua
La solidarietà tra generazioni nel messaggio del ministro della Difesa israeliano 

Il ministro della Difesa israeliana ha puntato a responsabilizzare i giovani, presentando la quarantena non come “un sacrificio”, ma ..

continua
"La Bibbia di Gerusalemme EDB" in formato APP

Vi segnaliamo l'uscita della nuova APP "La Bibbia di Gerusalemme EDB", un nuovo modo di leggere la Bibbia. L'app non solo contiene ..

continua
I cristiani siriani pregano per l’Italia

La comunità cattolica di Aleppo organizza celebrazioni e momenti di preghiera per sostenere lo sforzo dell’Italia impegnata a combattere ..

continua
Comunicato in occasione dell’emergenza sanitaria Covid-19

Riportiamo il Comunicato in occasione dell'emergenza sanitaria Covid-19 inviatoci dal Commissariato di Terra Santa del Nord Italia, a firma ..

continua
Aggiornamento Coronavirus

Amiche e Amici Pellegrini, in questi giorni siamo stati travolti da molte notizie riguardanti l’epidemia di Coronavirus in Italia, evento ..

continua
Foto di viaggio: tour in Giordania con don Luca

Quattro immagini a ricordo del viaggio in Giordania dello scorso febbraio accompagnato da don Luca.

continua
Hebron e il turismo responsabile

L'ONG "Hebron Hope Center" fa conoscere la difficile situazione quotidiana degli abitanti della città, che "si sentono in gabbia". Con i ..

continua
Foto di viaggio: in pellegrinaggio con padre Francesco Ielpo

Pubblichiamo alcune immagini che si riferiscono al pellegrinaggio in Terra Santa con padre Francesco Ielpo, che si è svolto dal 15 al 23 ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Contattaci

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

Iscriviti!
© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372
privacy & cookie policy
chiama
051 6440168
whatsapp
327 1533257
email
info@fratesole.com