Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..

La Monna Lisa della Galilea

Sefforis è uno dei gioielli della Galilea. La tradizione le attribuisce l’ipotesi che possa essere il luogo di nascita della Vergine Maria.

Nel 70 d.C. in seguito alla caduta di Gerusalemme, Sefforis diventò il centro nevralgico della Galilea, che raggiunse il suo splendore durante l’epoca bizantina, periodo nel quale sono sorte stupende ville patrizie e lussuose abitazioni, decorate da incantevoli mosaici.
Una delle scoperte più emozionanti, è stata una magnifica villa romana con un sontuoso mosaico sul pavimento di una sala per banchetti. Questa abitazione, fu denominata “Villa di Dioniso” perché tante scene sono collegate alla leggenda e mitologia del dio della viricoltura e alle gioie della vendemmia. Alle due estremità della sala, sono presenti due ritratti di donne: una di aspetto poco gradevole, l’altra invece molto attraente. Quest’ultima è stata battezzata la Monna Lisa della Galilea, dal sorriso leggermente ambiguo ed enigmatico, come la più celebre Gioconda leonardiana.
Purtroppo è arrivata ai giorni nostri parzialmente danneggiata e ci resta solo da ammirarne l’eleganza del viso, la chioma raccolta decorata da foglie bianche sul capo e gli orecchini ad ingentilire ulteriormente il volto. Le tinte cromatiche prevalenti variano dal giallo oro, cipria, arancio e beige chiaro-scuro. Potrebbe essere una raffigurazione delle quattro stagioni, ma si ha l’impressione che dietro questo volto vi fosse una vera donna.

Non si può non osservare questo meraviglioso mosaico raffigurante una giovane ragazza di rara bellezza, dagli occhi castani e dallo sguardo indagatore, che sembra inseguire nella sala i visitatori ovunque essi si trovino.

Scopri le date delle nostre prossime partenze per la Terra Santa

(testo: Valentina Prisco)

Blog, News, Eventi
Terra Santa, sfatiamo i luoghi comuni

Con "Preferivo le cipolle" il giornalista Giorgio Bernardelli, con serietà ma anche con ironia, affronta alcuni pregiudizi che possono ..

continua
I segreti della basilica del S.Sepolcro: la cappella armena

All'interno della Basilica del S.Sepolcro oltre alle decine di cappelle e di altari, ci sono degli angoli nascosti, non visitabili dal ..

continua
Nazaret. Cinquant’anni dopo

Il 23 marzo 1969 veniva consacrata la nuova basilica dell’Annunciazione a Nazaret, dopo otto anni di lavori. Progettata da Giovanni ..

continua
L'appello dei vescovi cattolici di Terra Santa sul conflitto tra israeliani e palestinesi

Forse è giunto il tempo in cui «le Chiese e i leader spirituali indichino un altro cammino, insistano sul fatto che tutti, Israeliani e ..

continua
Il pellegrino oggi: alla ricerca di Dio e di se stesso

Spesso molti di voi, chiamando in agenzia per ricevere informazioni sui nostri viaggi, ci chiedono: "Ma in cosa consiste il ..

continua
Terra Santa in tasca

Una guida essenziale, autorevole, tascabile, ricchissima di informazioni e consigli per il turista e il pellegrino.

continua
Venite e vedete

Per diventare discepoli di Gesù occorre un incontro personale con Lui. Questo è il metodo che scaturisce dal mistero ..

continua
Gerusalemme

La testimonianza personale di Bruno Forte sulla Terra Santa, e su Gerusalemme in particolare.

continua
Il Signore del Sinai

Un testo che ci aiuta a leggere i comandamenti come il “sì” di Dio e come un “sì” a Dio.

continua
La Monna Lisa della Galilea

A Sefforis si trova il mosaico di una donna misteriosa e bellissima, dal sorriso leggermente ambiguo ed enigmatico, come la più celebre ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Contattaci

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy