Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..

E se unissimo l’aspetto spirituale a quello gastronomico…? Segui la nostra diretta nella Terra dei 7 sapori!

I nostri pellegrini si trovano in Terra Santa, cercando di conoscere meglio la storia e il mistero di questa terra per la via gastronomica; non un approccio irriverente, piuttosto un’obbedienza rigorosa alla logica di Dio, che descrive la terra promessa al suo popolo nel deserto come la terra dei sette sapori. Seguite insieme a noi le foto che ci stanno inviando da questo particolare itinerario di viaggio.

È il momento di mettersi in cammino, in questo mondo così complesso c’è ancora voglia di semplicità e di terra, anche a tavola. Il pellegrinaggio aiuta la fede, e il cibo che consumiamo durante la strada è parte di un significato più ampio. I cammini verso la Terra Santa sono segnati da storie e sapori: tra hummus e scalogni, torte dolci e salate delle più diverse tradizioni gastronomiche si cammina anche stando in cucina.

Così è l’annuncio del Vangelo, itinerante e saporito, e ogni mettersi in viaggio, anche solo con la fantasia. Se per ogni itinerario la meta è fondamentale, anche il cibo che lo accompagna diventa momento di conoscenza ed esplorazione. Partiamo per questo nuovo viaggio, noi viaggiatori nell’anima.

Tratto da: ”Andrea Ciucci e Paolo Sartor, Nutrire l’anima. Cinquanta ricette di pellegrini e viaggiatori, Edizioni San Paolo 2018, pp. 144”.

Guida l’esperienza don Andrea Ciucci, prete milanese imprestato alla Santa Sede che ha approfondito in questi anni il rapporto tra cibo e religione, con particolare attenzione alla gastronomia biblica.

06 Gennaio 2019
12:24 Gerusalemme / Tel Aviv / Roma: PANE e VINO
Purtroppo l'ultimo giorno è arrivato, ma prima di ripartire, sveglia al mattino presto per la Santa Messa alle 6:30 presso la Crocifissione al Golgota per celebrare l’Eucaristia di ringraziamento. Trasferimento all’aeroporto di Tel Aviv in tempo utile per le operazioni di imbarco e partenza per l’Italia. Il nostro viaggio è giunto così veramente al termine, ma resterà sicuramente indimenticabile e ampliamente al di sopra delle nostre aspettative. Un dono da custodire nel nostro cuore per tutti gli anni a venire.
Durante il cammino: La profezia di Isaia: tutti i popoli radunati per un grande banchetto. La Benedizione di Melkisedek, re di Salem: pane e vino
Esperienza gastronomica: Dolcetti e pasticceria ebraica per la partenza nel mercato ebraico di Mahane Yehuda
05 Gennaio 2019
11:59 Ebron / Mamre / Betlemme: GRANO
La giornata è iniziata splendidamente a Mamre, dove Abramo ospitò a pranzo i tre uomini che portavano l’annuncio della nascita di Isacco. Abbiamo poi visitato Ebron, che custodisce tradizionalmente la tomba dei primi patriarchi, riuscendo a entrare sia nella Sinagoga che nella Moschea. Nel pomeriggio, raggiunta Betlemme, il luogo della nascita di Gesù vero Dio e vero uomo, abbiamo potuto visitare la Basilica della Natività, al Campo dei Pastori e alla Grotta del Latte. In serata, dopo la piacevole tipica cena palestinese in attesa dell'Epifania c'è stato un momento molto bello di partecipazione collettiva, tra degustazioni di dolcetti e letture di poesie.
Durante il cammino: Il menù molto particolare di Abramo.  Betlemme: la casa del pane. Gesù nasce in una mangiatoia.
Esperienza gastronomica: Cena palestinese preparata da famiglie locali.
   
04 Gennaio 2019
15:02 Yad Vashem / Monte Sion / Cenacolo / Getzemani / Santo Sepolcro: VITE
In questa giornata abbiamo visitato in prima mattinata lo Yad vashem, il Memoriale dell’olocausto: è stato un momento molto intenso, che ci ha permesso di introdurci alla memoria della passione e della risurrezione di Gesù. Poi il nostro itinerario è proseguito tra i luoghi delle ultime ore di Gesù, a partire dai santuari del Monte Sion, tra cui il Cenacolo e la Chiesa di S. Pietro in Gallicantu. Dopo il pranzo libero, nel pomeriggio abbiamo raggiunto la base del Monte degli Ulivi per visitare la Grotta dell’Arresto, la Tomba della Madonna e la Basilica del Getzemani; come gli antichi pellegrini abbiamo anche noi sostato lungo la tradizionale “Via Crucis di Gesù” e, dopo alcuni momenti davvero toccanti,  finalmente, abbiamo raggiunto la Basilica del Santo Sepolcro (detta dell’Anastasis).
Durante il cammino: L’ultima cena di Gesù. Gesù sceglie pane e vino per ricordare e rendere presente il suo sacrificio.
Esperienza gastronomica: Santa Messa.


03 Gennaio 2019
14:26 Muro Occidentale / Spianata delle Moschee / Cittadella di Davide / Mea Shearim: OLIO
Oggi è stata una bellissima ed interessante giornata dedicata interamente alla conoscenza della Gerusalemme ebraica. In mattinata ci siamo portati nella città vecchia, al quartiere ebraico, al Muro Occidentale, chiamato Kothel, per gli ebrei il muro dell’attesa. Essendo giorno di Bar Mitzvah eravamo attorniati da allegri cortei e sfilate. Alla Porta di Jaffa abbiamo potuto assaggiare ottimi dolcetti.  Camminando per le strade della città abbiamo potuto scorgere le imponenti cupole delle moschee islamiche di Al’Aqsa e della Roccia. Dopo il pranzo libero abbiamo raggiunto a piedi la cittadella di Davide e poi, in bus, il Museo di Israele, dove abbiamo potuto comprendere meglio la storia e la vita quotidiana di questa terra, grazie ai numerosi reperti presenti.  In serata abbiamo preso parte ad una gustosissima ed appassionante cena biblica presso il ristorante Eucaliptus.
La storia di Moshe Basson inizia nel 1960 quando durante la festa di tu bishvat, questo giovane ragazzo piantò una pianta di eucalipto nel cortile della casa di famiglia. L'anno dopo la famiglia si trasferì e l'eucalipto divenne alto e forte. Oggi, sotto questo eucalipto, Basson ha spero il suo ristorante. Massimo esperto di piante selvatiche, nei suoi piatti unisce i sapori e gli aromi della terra Israele e la tradizione biblica, tanto da essere definito un "archeologo del cibo". La cucina biblica è principalmente vegetariana e Basson, con la sua arte, è riuscito a ridare vita ai cibi antichi. I suoi piatti sono conditi con le stesse erbe che le donne ebree usavano secoli fa. Nel corso degli anni è diventato il simbolo della alta gastronomia; vincitore di numerosi premi, oggi può essere definito il miglior Chef israeliano.
Tra i piatti assaggiati alla cena biblica, quelli che hanno maggiormente stuzzicato il nostro palato, sono stati:
    • Tra gli antipasti, il più significativo è stato un piatto a base di melanzane leggermente affumicate con melagrana tahina e prezzemolo, più altri assaggi di antipasti a base di focaccia peperoni e zucca;
    • Gli involtini di pasta fillo ripieni di oca;
    • Gnocchi fatti con la malva selvatica (pianta autoctona) conditi con pomodoro;
    • Zuppa di lenticchie leggermente affumicate;
    • Cous cous , che rappresenta la semola offerta al tempio;
    • Carne marinata e resa dolce con il miele.
 
Durante il cammino: Olio che unge, consacra, ristora. Una tavola comune è possibile? Regole alimentari e identità religiosa.
Esperienza gastronomica: Cena biblica al ristorante Eucalipto.
 
02 Gennaio 2019
15:13 Gerico / Koziba / Verso Gerusalemme: DATTERI
In mattinata ci trasferiamo in Giudea, attraversando la valle del Giordano, il Ghor; giunti a Gerico visitiamo le rovine del maestoso il palazzo di Hisham e saliamo con l’ovovia al Monastero delle Tentazioni. Dopo il pranzo libero proseguiamo poi per Gerusalemme, passando per le colline di Giuda e sostando davanti al Monastero di San Giorgio in Koziba. Entriamo a Gerusalemme presso la chiesa francescana di Betfage che fa memoria dell’ingresso glorioso di Gesù. In serata abbiamo potuto degustare un'ottima birra in località Taybee e datteri (in ebraico Tamar). La palma da dattero è famosa per le lunghe radici che assorbono l'acqua dalle profondità della terra ed è simbolo della vita che nulla può distruggere.
Durante il cammino: Gesù si invita a cena da Zaccheo e gli cambia la vita. Le tentazioni: non di solo pane vive l’uomo. Il cibo e l’esperienza monastica: Koziba. Il lievito dei farisei e quello del Regno di Dio
Esperienza gastronomica: Assaggi di frutta nell’oasi di Gerico. Degustazione della Taybeh beer.

01 Gennaio 2019
11:19 Galilea: Nazareth / Cana / Tabor: ORZO
Dopo la prima colazione, ci siamo incamminati con trepidazione verso Nazareth, il luogo dove Gesù ha vissuto la sua vita quotidiana! Abbiamo visitato, come d'obbligo la Basilica dell’Annunciazione e la Chiesa di S. Giuseppe, la Chiesa ortodossa di San Gabriele, la “Fontana della Vergine”, la tomba dell’uomo giusto. Dopo il pranzo libero, molto piacevole in una giornata calda e soleggiata, abbiamo raggiunto Cana di Galilea, dove Gesù secondo l’evangelista Giovanni ha compiuto il primo miracolo. Infine siamo saliti sul Monte Tabor dove abbiamo ricordato la Trasfigurazione di Gesù, visitando la chiesa francescana che ne fa memoria. La piacevolissima visita ad una cantina di vini locale a cui è seguita una degustazione, è stata anche l'occasione per ascoltare la splendida catechesi di Don Andrea Ciucci, che pubblichiamo a fine pagina per tutti quelli che volessero riascoltarla!
Durante il cammino: La quotidianità semplice e santa della vita di Gesù a Nazareth. L’esordio inebriante di Gesù: il vino buono che salva la festa.
Esperienza gastronomica: Visita ad una cantina di vini locale con degustazione.  

31 Dicembre 2018
14:46 Lago di Tiberiade / Cafarnao / Tabga / Beatitudini: FICO
IL LAGO DI TIBERIADE / CAFARNAO  / TABGA / BEATITUDINI: FICO In mattinata siamo partiti per Cafarnao per visitare i luoghi di Pietro e riascoltare, nella Sinagoga dove è stato pronunciato, il discorso sul pane di vita. In seguito, costeggiando il lago fra panorami spettacolari, abbiamo raggiunto la località di Tabgha dove abbiamo  visitato la Chiesa del Primato. L'escursione in battello si è rivelata allo stesso tempo divertente e toccante, grazie alla memoria della pesca miracolosa. Dopo una grigliata di pesce, nel pomeriggio abbiamo sostato al Monte delle Beatitudini: un momento di raccoglimento e riflessione collettivo molto bello. In serata abbiamo avuto l'opportunità di gustare buonissimi dolcetti arabi da Mahmur, la più antica pasticceria di Nazareth, il tutto in piacevole compagnia! Nei video le catechesi di don Andrea Ciucci, tutte da ascoltare e le spiegazioni della nostra bravissima accompagnatrice Francesca.
Durante il cammino: La Moltiplicazione dei pani e dei pesci: il Regno è compiuto! Le Beatitudini: la vita sapida dei discepoli.
Esperienza gastronomica: Grigliata di pesce in un ristorante del lago famoso per le pesche miracolose + degustazione di tipici dolcetti arabi.    

 
30 Dicembre 2018
11:54 Deserto di Zin / Masada / Ein Gedi: MELOGRANO
In mattinata, attraversando il deserto di Zin, abbiamo raggiunto la depressione del Mar Morto e saliti sulla fortezza di Masada abbiamo potuto godere di un meraviglioso panorama. Nel pomeriggio abbiamo avuto la possibilità di sostare in un luogo che è un miracolo di bellezze naturali e spirituali, dove si respirano i profumi del Cantico dei Cantici e del Diletto: l’oasi di En Gedi, sulla sponda del mar Morto a meno 200 metri dal livello del mare. La messa nel deserto è stata un'esperienza spirituale così profonda da non trovare parole adeguate per descriverla. L’aperitivo a base di frutta (al posto del melograno, fuori stagione) è stata la nostra particolare esperienza gastronomica. Il significato lo lasciamo alle parole della brava accompagnatrice Francesca.
Durante il cammino: La fatica del deserto: per cosa vale la pena digiunare? In mezzo al deserto, la promessa sorprendente di Dio assume il sapore del melograno, il frutto dell’amore.
Esperienza gastronomica: Una libera esperienza di digiuno. Aperitivo al succo di melograno e assaggi di frutta.
 

 
29 Dicembre 2018
17:37 Neghev
Siamo in arrivo ad Israele dopo il volo dall’Italia e subito partiamo alla volta del Neghev. Con meraviglia assaporiamo una gustosa cena beduina nel deserto. Questa esperienza vuole riportarci alla memoria il momento in cui Mosè si ritrovò a dover saziare il suo popolo affamato nel deserto senza avere cibo a disposizione, ma il Signore venne in suo soccorso facendo piovere pane dal cielo.
Durante il cammino: Israele entra nella Terra promessa dopo quarant’anni nel deserto. La manna e le quaglie: imparare a fidarsi di Dio.
Esperienza gastronomica: Tipica cena beduina nel deserto.
Blog, News, Eventi
Pellegrinaggio in Terra Santa con don Marco Bonfiglioli

Pubblichiamo le bellissime immagini e le impressioni in diretta di alcune delle tappe del pellegrinaggio in Terra Santa guidato da don ..

continua
Ricordi e immagini: pellegrinaggio con padre Valentino Romagnoli

Alcune immagini inviateci dal capogruppo Vincenzo Testa a ricordo del pellegrinaggio in Terra Santa (22 - 29 luglio) , guidato da padre ..

continua
Nel cuore di Gesù con il cuore di Dehon

Pubblichiamo le bellissime immagini e il racconto in diretta del pellegrinaggio internazionale dei padri dehoniani in Terra Santa, seguendo ..

continua
Viaggio "Sui passi di Gesù" in Terrasanta dal 20 al 27 maggio 2019

Di solito i ricordi di viaggio dei nostri pellegrini, si concretizzano al rientro a casa, in fotografie scattate durante il tour, che ci ..

continua
Pellegrinaggi truffa: scegliere agenzie conosciute

Una volta ritirata la caparra, approfittando unicamente della buona fede dei presbiteri, questi soggetti fanno perdere le proprie tracce.

continua
Terra Santa, sfatiamo i luoghi comuni

Con "Preferivo le cipolle" il giornalista Giorgio Bernardelli, con serietà ma anche con ironia, affronta alcuni pregiudizi che possono ..

continua
I segreti della basilica del S.Sepolcro: la cappella armena

All'interno della Basilica del S.Sepolcro oltre alle decine di cappelle e di altari, ci sono degli angoli nascosti, non visitabili dal ..

continua
Nazaret. Cinquant’anni dopo

Il 23 marzo 1969 veniva consacrata la nuova basilica dell’Annunciazione a Nazaret, dopo otto anni di lavori. Progettata da Giovanni ..

continua
L'appello dei vescovi cattolici di Terra Santa sul conflitto tra israeliani e palestinesi

Forse è giunto il tempo in cui «le Chiese e i leader spirituali indichino un altro cammino, insistano sul fatto che tutti, Israeliani e ..

continua
Il pellegrino oggi: alla ricerca di Dio e di se stesso

Spesso molti di voi, chiamando in agenzia per ricevere informazioni sui nostri viaggi, ci chiedono: "Ma in cosa consiste il ..

continua
Condividi
email whatsapp telegram facebook twitter pinterest
Contattaci

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy
chiama
051 6440168
whatsapp
327 1533257
email
info@fratesole.com