Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
dal12 ott
venerdì
al20 ott
sabato
a partire da
1470 €
9 giorni / 8 notti

Pellegrinaggio in Giordania e Terra Santa animato da fra Adriano Contran ofm

Una terra antica, di passaggio: da qui è passato Abramo per arrivare in Terra Santa; qui si sono svolti avvenimenti biblici importanti (citiamo solo la lotta di Giacobbe sul fiume Yabbok); qui si è compiuto parte del cammino dell’Esodo.

Una terra che incanta anche per la bellezza dei siti archeologici di origine greca e poi romana; per i resti di fortezze crociate e per il silenzio di antiche città beduine, come Petra, che ammaliano i visitatori pellegrini.

Il viaggio
da
venerdì, 12 ottobre 2018
a
sabato, 20 ottobre 2018
durata
9 giorni / 8 notti
iscrizioni
 lista d'attesa 
quota
€ 1470
Nord Italia, minimo 20 partecipanti
suppl. singola
€ 350
per info
ester@fratesole.com
Guida

fra Adriano Contran ofm

Commissario di Terra Santa per il Triveneto, il più antico tra i Commissariati della Custodia di Terra Santa in Italia: a Venezia si deve infatti la nascita di questa istituzione francescana, che risale al XIV secolo.

12 ottobre, venerdì: ITALIA / AMMAN

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato nel tardo pomeriggio, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per Amman alle ore 19.30 circa; all’arrivo previsto nella notte incontro con l’assistente, disbrigo delle formalità di visto. Sistemazione in albergo ad Amman per pernottamento.

13 ottobre, sabato: GERASA E IL GALAAD 

Prima colazione in tarda mattinata. Giornata che tocca i centri archeologici visibili della cosiddetta decapoli ellenistico-romana, lega di città greche semi-indipendenti fondate al tempo di Alessandro Magno e dei suoi successori. Sosta a Gerasa, chiamata anche la Pompei del Medioriente, splendida testimonianza della grandezza dell’opera di urbanizzazione romana nelle provincie dell’impero in Medio Oriente; a Umm Qays, l’antica Gadara citata nel vangelo di Matteo. Rientro ad Amman e possibilità di incontrare la comunità dei frati presso il TerraSancta College ad Amman.

Le prime memorie bibliche riguardanti il “Galaad” risalgono alle storie dei patriarchi: Abramo arrivò nella terra di Canaan attraversando il Galaad e risalendo verso Sichem sulle montagne di Samaria, percorrendo la cosiddetta “via dei patriarchi” che si snoda ancora lungo la via carovaniera costituita dal fiume Yabboq.

14 ottobre, domenica: LA REGIONE DI MOAB

In mattinata partenza con la visita dei mosaici nella chiesa ortodossa detta della “carta” a Madaba, dove è conservato un mosaico che rappresenta la Terra Santa secondo i canoni teologici e geografici cristiani di epoca bizantina. Trasferimento sul Monte Nebo, dove giunse e sostò il popolo di Israele guidato da Mosè: qui un santuario ricorda la sua sepoltura. Purtroppo parte del complesso è in restauro e quindi non visitabile, ma potremo godere dello splendido panorama verso “la terra promessa’’. Il sito fu scavato dal francescano padre Michele Piccirillo.  Proseguimento per Macheronte e visita della fortezza erodiana dove Giovanni fu ucciso. Sosta a Umm Ar-rasas, dove sono state ritrovate 19 chiese bizantine, sito che ha ricevuto grande impulso da padre Michele Piccirillo che ha condotto qui una grande campagna di scavi. Proseguimento per Petra e sistemazione in albergo.

Siamo nel territorio di “Moab”; qui i nemici Amorrei tentarono di fermarne la marcia e appena superato il terrente Arnon, Israele dovette combattere e vincere. La vittoria aprì la porta all’insediamento di Israele in Transgiordania. In questa terra troviamo molti resti della presenza cristiana dei primi secoli, prima dell’islamizzazione avvenuta nel VII sec. dopo Cristo.

15 ottobre, lunedì: PETRA / MAR MORTO

Mattinata dedicata alla visita di Petra, raggiungibile da una gola lunga circa un chilometro e mezzo, in alcuni punti molto stretta (per attraversarla si possono utilizzare i cavalli e per chi lo desidera – in maniera molto ridotta – calessi a 2 posti a pagamento). Questa gola, detta “siq”, si è formata a causa di una faglia naturale in cui la montagna si è spaccata e regala ancora oggi uno degli spettacoli più belli al mondo. Pranzo nel sito. Possibilità di alloggiare sul Mar Morto, cena e pernottamento.

In questa giornata esploreremo la regione chiamata “Edom”, in ebraico “rosso”, nome che deriva probabilmente dal colore delle montagne. Petra ne era la capitale storica. Per arrivare alla Terra promessa, Israele dovette attraversare questi territori, abitati da popoli ai quali era imparentato per via del patriarca Lot e di Esaù, fratello di Giacobbe: infatti questa era la terra di Esaù, dell’Altro, del Diverso da me, a cui Giacobbe carpì con l’inganno la primogenitura e la benedizione. Il deserto diventa una scuola di vita, un percorso per imparare a rispettare i diritti degli altri.

16 ottobre, martedì: ALLENBY / BETLEMME

In mattinata passaggio del confine con Israele in località Allenby; congedo dalla guida e proseguimento per il deserto di Giuda in località Gerico. Arrivo a Betlemme e visita del Campo dei Pastori e della Basilica della Natività. Possibilità di incontro con una delle realtà caritative di Betlemme. Cena e pernottamento a Betlemme o Gerusalemme.

In questa giornata passeremo dalle zone aride del Mar Morto alla piana di Gerico e Betlemme, per ricordare e percepire la benevolenza di Dio, che sa suscitare la vita anche dove non c’è nulla. Il deserto e il Mar Morto sono metafora del peccato, ma sono anche i luoghi in cui Dio è venuto a cercare l’uomo per non lasciarlo solo: a Betlemme gusteremo la buona notizia della grazia di Dio che accetta di farsi uomo, e prima ancora bambino.

17 ottobre, mercoledì: GERUSALEMME: MONTE DEGLI ULIVI / MONTE SION

Prima colazione e partenza per Gerusalemme, la città santa, arrivando in località Betfage, sul Monte degli Ulivi, per ricordare l’ingresso messianico di Gesù (Mc 11,1): nei pressi di una terrazza panoramica godremo di una meravigliosa vista sulla città vecchia. Raggiungeremo poi i santuari del Monte Degli Ulivi: la chiesa del Pater Noster, sorta sui resti della basilica costantiniana di Eleona e il Dominus Flevit, dove ricorderemo il pianto di Gesù davanti alla città di Gerusalemme. Nel pomeriggio rileggiamo il racconto della passione e risurrezione di Gesù, secondo il racconto dell’evangelista Marco lungo i santuari del Monte Sion. Partiamo dal Cenacolino (francescano), per proseguire con la visita al Cenacolo, la sala dell’ultima cena di Gesù e terminare le visite alla Chiesa di S. Pietro in Gallicantu.

A piedi (per chi vuole in bus), passando per la valle del Cedron, arriveremo alla Basilica del Getzemani: la lettura del testo di Marco ci introdurrà al mistero della decisione di Gesù di morire, dopo una notte trascorsa a pregare nell’orto (cf Mc 14,32-42). Tempo permettendo visita alla Grotta dell’Arresto e alla Tomba della Madonna.

La passione di Gesù comincia a Betania ed è simbolicamente racchiusa nel gesto della donna che rompe un vasetto di alabastro pieno di nardo. Un gesto che suscita scandalo in molti, ma che Gesù approva. È lui il vaso prezioso che ora viene rotto e ‘sprecato’ nella sua passione, per spandere il suo profumo di vita su tutte le persone che incontrerà in queste ore.

18 ottobre, giovedì: GERUSALEMME: Via Dolorosa / NAZARETH

Prima colazione. Inizio delle visite di Gerusalemme. Si percorrerà la via Dolorosa: partendo dalla Porta dei Leoni e attraversando il quartiere arabo, visiteremo la chiesa di S. Anna e la Piscina Probatica. Da qui faremo alcune soste lungo la “Via Crucis di Gesù”: alla Chiesa della Flagellazione e al Museo Francescano; alla 7° e alla 9° stazione (dove si trova il patriarcato copto); al Monastero Russo dedicato a S. Alessandro Nevski, dove si trova una soglia che, a parere di alcuni archeologi, può essere messa in relazione con l’antica porta delle Mura di Gerusalemme che Gesù ha varcato per salire al Calvario. Finalmente raggiugeremo la Basilica del Santo Sepolcro (detta dell’Anastasis) per una visita dettagliata di tutte le sue cappelle, che ospitano le tante chiese d’oriente che nei secoli hanno vi costruito i propri altari: armeni, copti, greci, i latini e siriani.

Proseguimento in bus per Nazareth e visita della Basilica dell’Annunciazione, della chiesa di San Giuseppe e passando per il suk si arriverà alla chiesa ortodossa che custodisce la Fontana della Vergine. Sistemazione in camera a Nazareth, cena e pernottamento.

La visita al Santo Sepolcro intende infonderci una grande speranza: la tomba vuota di Gesù ci ricorda che anche noi siamo destinati a risorgere, anima e corpo. Come possiamo credere che sia veramente risorto? Rileggendo i vangeli e facendo memoria del modo in cui è morto, a cominciare dalle ultime ore della sua vita, raccontate nelle stazioni della Via Crucis.

19 ottobre, venerdì: LAGO DI TIBERIADE

Dopo la prima colazione, partenza per il Lago di Tiberiade, che nel Nuovo Testamento ha un ruolo molto importante: qui e soprattutto lungo la riva nord sorgono numerose località in cui fu attivo Gesù, che fece di Cafarnao, un semplice villaggio di pescatori, il centro del suo ministero in Galilea, mentre i suoi primi e principali discepoli provenivano da Betsaida. Sosta in località Tabgha, area identificata dai pellegrini come legata all’episodio della Moltiplicazione dei Pani e dei pesci (Mc 6,30) e del Primato di Pietro (Gv 21); trasferimento quindi sulla collina dove avvenne il discorso sul monte, le Beatitudini. Rientro a Nazareth per cena e pernottamento.

Il lago di Galilea è il luogo di vita dei primi discepoli. È Gesù che prende l’iniziativa e li va a cercare e chiamare lì dove sono: sul posto di lavoro. Gesù si trova a suo agio in ogni tipo di ambiente, nella sinagoga di Cafarnao, come nella casa di Pietro. Il suo modo di fare suscita stupore, gioia, ma anche incomprensioni e ostilità. Tutti si chiedono chi è e da dove viene. Molti si aspettano da lui che guarisca tutte le malattie e liberi il popolo dai romani: i suoi miracoli però sono un invito alla condivisione e alla guarigione del cuore.

20 ottobre, sabato: STELLA MARIS / CESAREA MARITTIMA / TEL AVIV / ITALIA

Prima colazione in hotel e in tempo utile partenza in bus per Tel Aviv. Sosta alla chiesa Stella Maris e celebrazione della Messa, chiusura del pellegrinaggio a Cesarea Marittima. Visita del sito, dove si potrà ammirare l’antico acquedotto e ricordare l’Apostolo Paolo: secondo gli Atti degli apostoli, il porto di Cesarea fu l’ultima tappa del secondo e terzo viaggio missionario di Paolo (Cf. Atti 21,8). Da qui fu imbarcato per Roma dove venne poi giustiziato. In questo luogo troviamo quindi testimonianze della Chiesa che si diffonde sino ai confini della terra

In tempo utile partenza per l’aeroporto di Tel Aviv, operazioni di imbarco e partenza con volo di linea per l’Italia.

“Signore, che ci raduni insieme in questi luoghi (…) dà a ciascuno di noi un po’ di quello slancio con cui Paolo è partito da Mileto per andare là dove lo Spirito lo chiamava. E dona a noi tutti di partecipare a quell’affetto, a quella riconoscenza, a quella comunione che ha unito gli oranti presso il mare, sulla spiaggia di Mileto. Fa che nessuno di noi abbia paura della navigazione che lo attende, delle tempeste che ci possono sorprendere, delle insidie e delle fatiche che possono fiaccare il nostro entusiasmo” (Riflessione del Card. Carlo Maria Martini per il ritiro del Clero diocesano, 28 maggio 2002).

 La quota comprende/non comprende

 La quota comprende

  • Volo di linea Alitalia da Venezia (su richiesta da altri aeroporti) in classe economica.
  • Tasse aeroportuali (€187) da riconfermare 21 giorni prima della partenza.
  • Sistemazione in Terra Santa in alberghi| istituti religiosi equivalenti a 3 stelle locali in camera doppia con servizi; in Giordania in alberghi equivalenti a 4 stelle locali;
  • Trattamento di pensione completa dalla colazione del 2° giorno alla colazione dell’ultimo;
  • Animatore spirituale in Terra Santa;
  • Guida locale Giordana,
  • Tasse d’uscita dalla Giordania;
  • Auricolari in Terra Santa con un minimo di 20 partecipanti.
  • Visite ed escursioni come da programma con ingressi inclusi.
  • Assicurazione medico-bagaglio Allianz Global Assistance Assistenza Gruppi (massimale di 10.000 € per persona).
  • Materiale di cortesia (guida*, borsa a tracolla o zaino).

*per le coppie verrà consegnata una guida per due persone.

La quota non comprende

  • Bevande ai pasti.
  • Mance – obbligatorie – circa € 45/50 per persona.
  • Assicurazione contro le penalità di annullamento Globy Giallo (facoltativa): vedi supplementi.
  • Assicurazione sanitaria integrativa fino a € 50,000 o € 150,000 euro (facoltativa): vedi supplementi.
  • Extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Modalità di iscrizione

Per partecipare ad ogni nostro viaggio occorre iscriversi comunicando il proprio nominativo (nome e cognome come da passaporto, indirizzo di residenza, contatto telefonico e codice fiscale):

    • Compilando il modulo di iscrizione al seguente link (copiare e incollare sulla barra indirizzi del browser web):

https://www.fratesole.com/in-partenza/modulo-di-preiscrizione-commissariato-di-terra-santa-del-nord-italia/

      • telefonando a FrateSole Viaggeria Francescana, tel. 051/ 64.40.168
      • inviando una e-mail a: ester@fratesole.com

ACCONTO:       € 300,00           entro 100 giorni prima della partenza, fino all’esaurimento dei posti                                                                                                                                         
SALDO :           entro 1 mese dalla partenza, con eventuale conguaglio cambio e tasse aeroportuali      

Dati bancari per effettuare il bonifico:
Banca Popolare dell’Emilia Romagna – Ag. 16
Codice Iban: IT 35 D 05387 02416 000001170344
Indicare nella causale: nominativo e data di partenza

Preghiamo di inviare la copia del bonifico via e-mail a laura@fratesole.com e/o mezzo fax al numero 051 – 64 47 427.

Penali di cancellazione

Se siete costretti a rinunciare al viaggio prenotato, verranno applicate delle penali, che hanno lo scopo di non far ricadere eventuali aumenti nei costi sugli altri partecipanti. Le penali sono proporzionali alla data di cancellazione, con riferimento ai giorni che mancano alla partenza da calendario, contando anche il sabato, la domenica e i festivi.

Per cancellazioni effettuate:

      • fino al 31° giorno dalla data di partenza (esclusa), sarà trattenuta una penale del 25% dell’intera quota di partecipazione
      • dal 30° al 21° giorno (incluso), rispetto alla data di partenza (esclusa), sarà trattenuta una penale del 35% della quota di partecipazione
      • dal 20° al 10° giorno (incluso), rispetto alla data di partenza (esclusa) sarà trattenuta una penale del 60% della quota di partecipazione
      • dal 9° giorno al 3° giorno (incluso) rispetto alla data di partenza (esclusa) sarà trattenuto il 75% della quota di partecipazione
      • Nessun rimborso per cancellazioni effettuate dal 2°gg (48 ORE PRIMA) al giorno di partenza

È possibile stipulare una polizza contro le penalità di annullamento al momento dell’iscrizione, versando il premio insieme all’acconto.

Informazioni utili

Documenti

Ai cittadini italiani (adulti e minori) è richiesto il passaporto individuale con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di rientro. Dal 24 giugno 2014 è abolita la tassa annuale del passaporto ordinario da € 40,29. Pertanto tutti i passaporti, anche quelli già emessi, saranno validi fino alla data di scadenza riportata all’interno del documento per tutti i viaggi, inclusi quelli extra UE, senza che sia più necessario pagare la tassa annuale da € 40,29. Non è previsto alcun rimborso per chi si presentasse alla partenza con un documento scaduto o non valido. Si consiglia di far riferimento alla questura per ulteriori informazioni. È obbligatorio portare con sé durante tutto il pellegrinaggio/tour il passaporto ed è consigliabile conservarne una fotocopia in valigia.

Visto

E’ necessario il visto per l’ingresso in Giordania: viene rilasciato alla Frontiera attraverso il nostro corrispondente locale che vi assisterà durante le operazioni. E’ obbligatorio che il viaggiatore invii alla nostra agenzia fotocopia della pagina del passaporto con la foto entro e non oltre 1 mese data partenza.

Per andare in Israele non occorre il visto. Consigliamo di non avere sul passaporto timbri e/o visti di Paesi quali: Siria, Yemen, Iran, Libano, Libia.

Sicurezza: integrazione alle condizioni di vendita dei pacchetti turistici

Articolo 13, comma 4

“Inoltre, al fine di valutare la situazione sanitaria e di sicurezza dei Paesi di destinazione, e, dunque, l’utilizzabilità oggettiva dei servizi acquistati e da acquistare, il turista reperirà (facendo uso delle fonti informative indicate al comma 2) le informazioni di carattere generale presso il Ministero Affari Esteri che indica espressamente se le destinazioni sono o meno assoggettate a formale sconsiglio: la decisione del turista di usufruire del pacchetto all’esito di dette verifiche comporterà l’assunzione consapevole del rischio di viaggio, anche ai fini dell’esonero di responsabilità di cui all’art. 46 del Codice del Turismo”.

Quote

Le quote di partecipazione sono espresse in Euro, calcolate in base al cambio euro/dollaro in vigore al momento della proposta. Si intendono sempre per persona in camera doppia e comprendono quanto indicato sopra. Al momento del saldo saranno adeguate al cambio dollaro/euro corrente.

Tasse aeroportuali e adeguamento carburante

L’importo delle tasse aeroportuali e gli adeguamenti relativi al costo del carburante sono aggiornati al momento della proposta. Eventuali variazioni saranno quantificate e applicate entro e non oltre 21 giorni prima della partenza.

Mance

Le mance costituiscono nel Medio Oriente una significativa forma di ringraziamento e sono indispensabili se si vuole assicurare un discreto servizio. L’importo indicativo verrà indicato nei documenti di viaggio.

Note sulla logistica dei Pellegrinaggi/Tour

Saranno riconfermate solo 3 camere singole per ogni partenza, eventuali richieste saranno soggette a riconferma. I programmi potrebbero subire modifiche nell’ordine cronologico delle visite e dei pernottamenti e per motivi indipendenti dalla nostra volontà. Alcune visite potranno essere cancellate in base al calendario delle festività delle 3 diverse religioni presenti in Terra Santa o alla particolare situazione socio-politica del momento e sarà cura dell’assistente-guida in loco proporre visite alternative al bisogno. Durante il passaggio di frontiera non è presente la guida giordana e/o israeliana. Non è possibile assegnare posti fissi sul pullman. Durante il Pellegrinaggio/Tour è garantita la celebrazione della Santa Messa nei giorni festivi e talvolta anche giornalmente: la partecipazione è facoltativa. L’assistente-guida laica o sacerdote curerà gli aspetti storici e culturali del viaggio; la parte spirituale sarà organizzata in base alle esigenze dei partecipanti. I nostri assistenti-guide (prioritariamente sacerdoti e suore) sono abilitati a guidare i gruppi in Terra Santa ma non ad accedere nelle aree aeroportuali riservate a personale israeliano: l’incontro con l’assistente-guida avverrà in aeroporto, presso l’unica uscita esistente.

Smarrimento Bagaglio

Eventuali denunce di smarrimento bagaglio sono a carico del partecipante e vanno obbligatoriamente espletate prima dell’uscita dall’aeroporto, presso il banco Lost and Found situato nell’area ricevimento bagaglio. Non sarà possibile rintracciare il bagaglio senza la denuncia di smarrimento. Attenzione: in caso di smarrimento o danneggiamento del bagaglio è necessario presentare denuncia alla compagnia aerea (inviando il PIR) entro 7 giorni dall’accaduto. Contattate tempestivamente l’agenzia in corso di viaggio.

Assicurazione

Il pacchetto comprende assicurazione medico bagaglio Allianz Global Assistance, che offre una copertura di 10.000 € per spese mediche, 500 € per il bagaglio, 100 € per spese di prima necessità in caso di ritardo superiore alle 12 ore nella riconsegna del bagaglio. Sono assicurabili solo cittadini italiani o di diversa nazionalità purché residenti in Italia e in possesso del codice fiscale italiano. E’ possibile stipulare una polizza integrativa per aumentare il massimale delle spese sanitarie in viaggio, fino a 50.000€ o fino a 155.000 €. Chiedete informazioni in ufficio! Sono assicurabili solo cittadini italiani o di diversa nazionalità purché residenti in Italia e in possesso del codice fiscale italiano. Non è compresa la polizza contro le penalità di annullamento: si può stipulare in agenzia SOLO al momento dell’iscrizione, versando il costo della polizza insieme alla caparra; il costo corrisponde a circa il 5.6 % (maggio-settembre compresi) o 6.9% (ottobre-aprile compresi) della quota di partecipazione in base alla data di partenza del viaggio (percentuale soggetta a riconferma). Chiedete maggiori informazioni in Ufficio.

Vaccinazioni

Nessuna vaccinazione è obbligatoria. Prendete però nota che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha incluso Israele nell’elenco dei Paesi affetti da Polio. Per ulteriori informazioni contattate la ASL di riferimento o consultate il sito del Ministero della Salute.

Clima e Ambiente

In estate il clima è caldo e secco con temperature che possono raggiungere i 40°, D’inverno invece le temperature possono scendere fino allo zero e ci possono essere precipitazioni. Le stagioni migliori per visitare il paese sono la primavera e l’autunno.

Fuso Orario

Un’ora in più rispetto all’ora solare italiana.

Valuta (al 10 gennaio 2018)

Nuovo Shekel Israeliano (1 Euro = 4 NIS)

Dinaro Giordano (1 Euro = 0.8502 JOD )

La valuta può essere cambiata solo in loco. Tutte le maggiori carte di credito sono accettate negli alberghi e nei negozi.

 

Blog, News, Eventi
Ricordi di viaggio: Giordania e Terra Santa con fra Francesco Ravaioli

Ringraziamo per le foto: © Puntin Hetti, Gherardi Franco, Gianjorio Claudia, Buffo Monica, Capra Maria.

continua
A piedi in Giordania, tra le meraviglie del paesaggio e quelle della storia

Amate camminare e cercate nuove destinazioni, oltre i sentieri classici europei? Il Medio Oriente offre ora una nuova possibilità di ..

continua
800 anni dei francescani in Terra Santa in mostra a Perugia

Dal 9 al 23 maggio sarà possibile visitare la mostra: 800 anni di presenza dei francescani in Terra Santa La mostra sarà ospitata alla ..

continua
Ricordi di viaggio: pellegrinaggio in Terra Santa con fra Francesco Ielpo

Pubblichiamo quasi in "diretta" le immagini del gruppo di Cinisello Balsamo, in pellegrinaggio con frate Francesco Ielpo in Terra Santa. ..

continua
Dalla Giordania alla Terra Santa: foto dei nostri pellegrini

Pubblichiamo le foto del bellissimo gruppo che ha affrontato il lungo viaggio dalla Giordania sino alla Terra Santa, partendo dal deserto ..

continua
In gita... in Israele!

I giovani dell'Istituto Archimede (www.archimede.gov.it) di San Giovanni in Persiceto (in provincia di Bologna) hanno deciso di svolgere la ..

continua
In viaggio con i francescani: il pellegrinaggio "giovani" dei frati della Toscana

I pellegrinaggi dei frati della Toscana rappresentano l'essenza del francescanesimo: la gioia del camminare insieme, di pregare e fare ..

continua
Betania oltre il Giordano

Questo libro è un’introduzione a Betania oltre il Giordano, il sito del battesimo di Gesù. Riportato alla luce dal 1997, oggi è al ..

continua
Convegno: "Tutti là siamo nati", Milano, 24 febbraio

Mattina di formazione e testimonianza  proposta dal Commissariato di Terra Santa per il Nord Italia Terza edizione ore ..

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Contattaci

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© 2015 - "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia S. Antonio dei Frati Minori - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy
chiama
051 6440168
whatsapp
327 1533257
email
info@fratesole.com