Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
dal25 apr
mercoledì
al03 mag
giovedì
a partire da
1290 €
9 giorni / 8 notti
“Ancora vi dico, che in questa Grande Ermenia è l’Arca di Noè, in su una grande montagna negli confini di mezzodì inverso lo levante” Marco Polo
home  »  Viaggi  »  Armenia e Balcani  »  Viaggio in Armenia

Viaggio in Armenia con don Riccardo Pane, partenza da Malpensa o Fiumicino

Per chi vuole conoscere meglio l’Armenia, le sue origini e la sua storia, proponiamo un itinerario di viaggio indimenticabile alla scoperta del popolo vissuto ai piedi dell’Ararat, il monte dove secondo la tradizione biblica si fermò l’arca di Noè dopo il diluvio. Avrete la possibilità di visitare regioni dalle forti e antiche tradizioni e di conoscere il culto armeno ortodosso, in quello che fu il primo Stato ad adottare il cristianesimo come religione ufficiale, nel 301 d.C. Esploreremo i principali monasteri del paese, il sito megalitico di Stonehunge, e Yerevan, la metropoli moderna che conserva ancora tracce del suo antico passato.

L’Armenia è stato il primo regno ad adottare il cristianesimo e ha conservata intatta fino ad oggi la fede cristiana in un lembo di terra stretto tra paesi islamici. Il viaggio ripercorre i luoghi dei martiri, i monasteri, le testimonianze architettoniche e artistiche alla scoperta di questa antica e gloriosa civiltà cristiana, che ha conservata intatta fino ad oggi la fede, attraverso le persecuzioni persiane, arabe, mongole, fino al genocidio del 1915 e ai settant’anni di ateismo sovietico.

Proponiamo diverse partenze con accompagnatori dal’Italia esperti.

Il viaggio
da
mercoledì, 25 aprile 2018
a
giovedì, 03 maggio 2018
durata
9 giorni / 8 notti
iscrizioni
 posti disponibili 
quota
€ 1290
quota
€ 890
solo servizi a terra (volo escluso)
non include volo e trasferimenti da/per aeroporto
tasse
incluse
suppl. singola
€ 180
per info
sara@fratesole.com
Guida

don Riccardo Pane

Sacerdote diocesano della Chiesa di Bologna, Professore Abilitato di Armenistica e Caucasologia.

25 aprile: MILANO MALPENSA o ROMA* / YEREVAN

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato; disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo di linea notturno per Yerevan, con scalo in base all’operativo aereo. Pasti e pernottamento a bordo.

*I voli prenotati per Yerevan hanno tutti partenza in tarda serata, per cui è possibile raggiungere gli aeroporti di Malpensa o Roma in tutta calma. È comunque possibile richiedere un cambio di origine, con possibili supplementi.

26 aprile: ETCHIAMDZIN, il Vaticano Armeno
Dall’Arca di Noè alla nascita della prima nazione cristiana

Arrivo in nottata, disbrigo delle formalità doganali. Sistemazione in hotel e tempo a disposizione per riposare. Pranzo. Nel pomeriggio trasferimento nella vicina cittadina di Etchmiadzin, il “vaticano” della Chiesa apostolica armena. Visita alla chiesa di santa Hripsimè (V secolo), dove sono conservate le spoglie della prima martire armena giunta dall’occidente. Seguirà la visita alla cattedrale patriarcale di Etchmiadzin, costruita secondo la tradizione da San Gregorio Illuminatore all’inizio del V secolo, nel luogo indicatogli da Cristo stesso durante un’apparizione. Etchmiadzin significa infatti: “è disceso l’Unigenito”. Rientro a Yerevan. Cena e pernottamento in hotel.

Dopo cena è possibile incontrare P. Gevorg o padre Elia, che presenteranno la figura del Mechitar di Sebaste

27 aprile: ASHTOK / GYUMRI / YEREVAN
L’Ospedale Redemptoris Mater: l’Armenia lontana da Yerevan

Dopo la prima colazione, partenza per l’Ospedale Redemptoris Mater, ad Ashotsk, voluto da Giovanni Paolo II e gestito dai padri camilliani, che incontreremo: la testimonianza di padre Mario ci permetterà di toccare con mano la difficile realtà degli armeni che vivono al di fuori della capitale. Pranzo presso l’ospedale. Nel pomeriggio, sulla strada di rientro per Yerevan visita al monastero di Hovhannavank’ che custodisce le reliquie di Giovanni Battista ivi portate da Gregorio lluminatore dopo l’ordinazione episcopale a Cesarea di Cappadocia. Lungo il percorso si attraverseranno anche alcuni villaggi Jazidi. Rientro a Yerevan, cena e pernottamento.

28 aprile: YEREVAN / MATENADARAN / MEMORIALE DEL GENOCIDIO
Il genocidio armeno

Dopo la prima colazione, giornata dedicata interamente alla città di Yerevan. Inizieremo le visite presso il Museo dei Manoscritti (Matenadaran), uno dei sacrari dell’identità armena, che possiede una ricca collezione di manoscritti miniati. Tempo libero. Pranzo e nel pomeriggio visita al Museo del Genocidio (Tsitsernakaberd), dove sosteremo presso il sacrario. Attraverso un percorso fotografico ripercorreremo gli eventi e le cause che hanno condotto al primo genocidio del XX sec., determinando l’attuale assetto diasporico del popolo armeno. Al termine delle visite tempo libero a Yerevan. Possibilità di visitare il variopinto mercato del Vernissage e di assistere a uno spettacolo folkloristico in un teatro di Yerevan. Cena e pernottamento a Yerevan.

29 aprile: YEREVAN
La più bella liturgia cristiana

Prima colazione in hotel e giornata dedicata all’introduzione e comprensione della suggestiva liturgia armena così diversa da quella latina e ricca di retaggi arcaici provenienti dall’antica liturgia di Gerusalemme. Partecipazione alla Divina liturgia presso la cattedrale di Yerevan. I partecipanti saranno muniti di sussidio per poter seguire e comprendere i testi cantati e i segni liturgici. Il pranzo sarà presso un caratteristico agriturismo. Nel pomeriggio visita al monastero rupestre di Ghegard (X sec.) patrimonio dell’UNESCO, dove la tradizione vuole che sia stata conservata la lancia che trafisse il costato di Cristo e dove sgorga una sorgente considerata benedetta. Le suggestive cappelle rupestri si fondono con le scure rocce di un canyon suggestivo. Qui si avrà modo di approfondire i lineamenti del monachesimo eremitico, che fu la prima forma di vita religiosa presente in Armenia. Rientro in albergo.

In serata incontro sulla situazione politica armena e la questione del Nagorno Karabakh (Relatore prof. Edgar Kalantaryan, Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Yerevan).

30 aprile: YEREVAN / KHOR VIRAP / NORAVANK / SISIAN / GORIS
San Gregorio Illuminatore e la nascita del monachesimo armeno

Prima colazione in hotel e giornata dedicata ad un’escursione verso il sud dell’Armenia: visita al monastero di Khor Virap, che significa “fossa profonda”, antico sito meta di pellegrinaggi alle pendici del monte Ararat, al confine con la Turchia. In questo luogo è ancora possibile visitare la fossa in cui venne imprigionato san Gregorio Illuminatore ad opera del re Tiridate, non ancora convertito alla fede cristiana. Tempo atmosferico permettendo sarà possibile godere di una suggestiva vista del monte Ararat con le sue nevi perenni, dove la tradizione biblica racconta si sia fermata l’arca di Noè dopo il diluvio. Da qui si proseguirà per Noravank, complesso monastico del XIII–XV secolo patrimonio dell’UNESCO, opera in gran parte del celebre architetto e monaco Momik, abbellito da superbi bassorilievi. La profonda gola che conduce al monastero un’importante oasi naturalistica. Nelle kilometriche grotte che si aprono sul canyon, abita la più nutrita popolazione di pipistrelli dell’Eurasia. Alcune recenti scoperte archeologiche hanno riportato alla luce anche reperti dell’età del bronzo. Pranzo in corso di escursione. Nel pomeriggio si proseguirà verso l’estremo sud sulla strada che collega l’Armenia con l’Iran. Una sosta nei pressi della cittadina di Sisian permetterà di ammirare, a 2400 mt s.l.m. alcune serie concentriche di megaliti, risalenti al V millennio a.C. Ancora discussa la loro destinazione: certamente si tratta di qualcosa di molto simile al celebre sito europeo di Stonehenge. Sistemazione in hotel a Goris. Cena e pernottamento.

01 maggio: TATEV / SELIM / SEVAN / YEREVAN
Sulle tracce di monaci e mercanti lungo la Via della Seta

Dopo la prima colazione lasceremo Goris con una prima sosta al monastero di Tatev, del IX sec., che raggiungeremo con una funivia lunga quasi 6 km. Tatev fu sede di un’importante scuola miniaturistica e polo religioso-culturale di prima importanza nella storia armena. Pranzo in corso di escursione. Proseguiamo lungo la via della Seta seguendo il percorso dalle antiche carovane che viaggiavano cariche di merci preziose da Oriente verso occidente. Raggiungeremo il passo di Selim, oltre i 2000 mt di altezza, e visiteremo il suo caravanserraglio. Superato il passo si aprirà dinanzi a noi il maestoso lago di Sevan, e presso la sua penisola visiteremo il cimitero medievale di Noraduz. Qui potremo ammirare i khatchkar, “croci di pietra” finemente cesellate e caratteristiche dell’arte religiosa armena. Tempo permettendo, visita panoramica della penisola sul lago. Arrivo in serata a Diligian o a Sevan, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

02 maggio: HAGARTSIN / AKHTALA / HAGHPAT
Le dispute cristologiche al confine con la Georgia

Prima colazione in hotel. Visita al complesso monastico di Hagartsin, immerso in una lussureggiante vegetazione e recentemente restaurato. Si prosegue poi per il nord dell’Armenia vicino ai confini con la Georgia, dove sarà possibile gettare uno sguardo alle accese dispute teologiche sulla figura del Cristo, che infiammarono tutto l’oriente cristiano dopo il concilio di Calcedonia del 451. Visita a due complessi monastici di estremo interesse: il monastero fortificato di Akhtala (X-XIII sec.) noto per i suoi bellissimi e antichi affreschi; il monastero–università di Haghpat del X–XIIII secolo, patrimonio dell’UNESCO che con le chiese, le cappelle, la biblioteca, il refettorio e il campanile, può aiutare nella comprensione della vita all’interno di un monastero medievale. Nella zona sarà possibile vedere i resti desolati del glorioso passato industriale dell’Armenia sovietica. Cena e pernottamento a Yerevan.

Nella notte, trasferimento in aeroporto e imbarco su volo di linea per Atene.

 

 

 

03 maggio: MILANO MALPENSA o ROMA

Arrivo presso lo scalo previsto e proseguimento per l’aeroporto concordato. Termine dei servizi.

La quota comprende/non comprende

La quota comprende

  • Volo di linea da Malpensa o Roma con Aegean in classe economica con franchigia bagaglio di 23 kg; oppure da Malpensa con LOT.
  • Tasse aeroportuali pari a € 122 soggette a riconferma sino a 21 giorni prima della partenza.
  • Sistemazione in alberghi 3 o 4* stelle locali, in camera doppia con servizi privati:

Yerevan: Hotel Regineh 3* o similare

Goris: Hotel Mirhav 3* o similare

Diligian: Hotel Paradise Best Western 4* o similare

  • Trattamento di pensione completa dalla colazione del 2° giorno alla cena del penultimo.
  • Guida locale parlante italiano dall’arrivo in aeroporto alla cena del penultimo giorno.
  • Animatore culturale/spirituale dall’Italia con almeno 20 partecipanti paganti.
  • Trasferimenti come da programma in pullman privato, con acqua a disposizione (1/2 litro per persona al giorno).
  • Bibite durante i pasti (acqua gassata o naturale, tè, caffè). Vino incluso SOLO per la cena di congedo dell’ultimo giorno.
  • Visite ed escursioni come da programma con ingressi ai siti e guide locali nei musei, inclusa funivia per il monastero di Tatev.
  • Assicurazione medico-bagaglio Allianz Global Assistance Assistenza Gruppi (con massimale di € 10 mila per persona).
  • Mance nei ristoranti e negli alberghi.
  • Materiale di cortesia (guida*, borsa a tracolla o zaino).

*per le coppie verrà consegnata una guida per due persone.

La quota non comprende

  • Alcolici durante i pasti.
  • Mance a guida/autista (obbligatorie): considerare € 30 per persona.
  • Accompagnatore in caso di meno di 20 partecipanti.
  • Eventuali supplementi per cambio di aeroporto di partenza/arrivo.
  • Assicurazione contro le penalità di annullamento Globy Giallo (facoltativa):
Da maggio a settembre

Da ottobre ad aprile

5,8% della quota

6,9% della quota

  • Assicurazione sanitaria integrativa Globy Rosso con massimale di 155 mila euro per persona: € 64 per persona.
  • Extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.
Blog, News, Eventi
Ricordi di viaggio: volti e riti dell'Armenia

Un'intensa e toccante galleria fotografica, realizzata questa estate in Armenia da © Cesare Lesi e gentilmente concessa a FrateSole. I ..

continua
Ricordi di viaggio: Armenia

Bari Luis (Buona Luce) a tutti Inviamo alcune foto per farvi ripercorrere attraverso le immagini alcuni momenti del viaggio, sperando ..

continua
Ancora dall'Armenia: ricordi e riflessioni del gruppo di Giuseppe Casarin

Il viaggio è stato bellissimo e nel contempo impegnativo. Bellissimo perchè un arricchimento dal punto di vista storico, culturale e ..

continua
Pellegrini in Armenia: ricordi di viaggio dal gruppo di don Marco Bonfiglioli

Un assaggio di Armenia dalle immagini inviateci da don Marco Bonfiglioli e dai suoi pellegrini.

continua
Pellegrinaggio in Armenia: immagini in diretta da don Marco Bonfiglioli

Pubblichiamo in diretta le immagini che ci arrivano in questi giorni dall'Armenia, dove sta pellegrinando il gruppo bolognese di don Marco ..

continua
L'ultima dimora di Hripsimeh

A poca distanza dalla cattedrale di Echmiadzin, in Armenia, sorge il santuario dedicato alla santa romana Crispina, il cui martirio è ..

continua
Ricordi di viaggi: dai nostri gruppi in Armenia

Molti nostri pellegrini e viaggiatori hanno scelto quest'anno come destinazione l'Armenia: non sarebbe possibile pubblicare tutte le foto ..

continua
Ricordi di viaggio: Armenia e Georgia

Buonasera Sara, il mio giudizio sul viaggio è senz'altro positivo, le visite sono state tutte piacevoli, guide e servizi sono stati ..

continua
Armenia, profilo di una Chiesa

In occasione dalla visita del papa in Armenia dal 24 al 26 giugno, Terrasanta.net pubblica un bell'articolo sulla chiesa armena, a firma di ..

continua
Papa Francesco sarà in visita in Armenia a giugno

La Sala Stampa vaticana ha comunicato la prossima visita pontificale: accogliendo l'invito di Sua Santità Karekin II, Supremo Patriarca e ..

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© 2015 - "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia Minoritica dei Frati Minori dell'Emilia - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy