Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
dal27 dic
mercoledì
al08 gen
lunedì
a partire da
2895 €
13 giorni / 11 notti

Capodanno in Dancalia con trekking Con tratti di trekking

Al mattino, prima ancora che sorga il sole, le carovane si mettono in cammino e quando il sole inizia a tramontare come in un controesodo biblico, le carovane si rimetteranno in marcia. Questo è il mondo degli Afar, magrissimi e spigolosi, capigliature aggrovigliate, carattere aspro e brusco. Il loro nome inneggia alla libertà. Contano i giorni seguendo il movimento di luna e stelle e la loro lingua è ostica per chiunque. Vivono in clan seminomadi. A sud in terre più fertili fanno pascolare le loro vacche nel fiume Awash. A nord vivono del commercio del sale. Qui in questa terra unica al mondo dove si cammina sul fondo di un mare prosciugato, acqua e sale, fuoco e sole hanno modellato un paesaggio che non ha eguali. Dallol è un terribile capolavoro, una geografia irreale di pozze d’acqua, di micro vulcani, di sculture che assumono la forma di fiori di sale. La Dancalia e le sue genti sono il senso della terra e il suo cuore pulsante.

Viaggio rivolto a viaggiatori esperti e in buone condizioni di salute (in questo territorio le temperature sono molto elevate), persone che non ritengono il comfort una priorità, ma che cercano l’approfondimento culturale ed il contatto con la natura incontaminata ed antiche culture. Questo richiede spirito di adattamento e sopportazione per qualche faticoso trasferimento.  Sono previsti tratti di trekking.

Il viaggio
da
mercoledì, 27 dicembre 2017
a
lunedì, 08 gennaio 2018
durata
13 giorni / 11 notti
iscrizioni
 ultimi posti disponibili 
quota
€ 2895
tasse
€ 243
suppl. singola
€ 190
Quota d’iscrizione
€ 100
Supplemento assicurazione integrativa obbligatoria
€ 50 (copertura € 50.000)
Polizza Annullamento viaggio
€ 90
Cambio euro/dollaro
1,10
Documenti da scaricare

Mercoledì 27 dicembre: Italia / Roma Fiumicino

Partenza con volo di linea Ethiopian Airlines per Addis Abeba con partenza da Roma. Pernottamenti e pasti a bordo. Avvicinamenti da altre città su richiesta.

Giovedì 28 dicembre: Addis Abeba / Kombolcha (mt. 2470 – km. 375)

Arrivo in prima mattina. Disbrigo delle procedure di sbarco e procedura per rilascio visto d’ingresso. Accoglienza all’uscita dell’aeroporto. Colazione e inizio del tour. Intera giornata di viaggio su strade pittoresche ed asfaltate. Sosta per il pranzo a Debre Birhan, città del XIV secolo. Attraverseremo i coloratissimi mercati locali, caratterizzati da mescolanze di razze quali Semiti e Cusciti. Visiteremo alcuni villaggi Oromo ed Amhara, tra ampie vallate coltivate in modo ancora arcaico e disseminate da piccoli tukul circondati da piante di aloe e boschi di eucalipti. Da segnalare un passo chiamato dai locali “la finestra di Dio”. Inoltre per gli appassionati etnografici indichiamo il villaggio Shewaerobit dove vive l’etnia Kamise, sottogruppo oromo musulmano seminomade riconoscibile dalle gonne usate anche dai maschi e dai molteplici talleri di Maria Teresa indossati dalle donne. Cena e pernottamento nell’unico hotel possibile a Kombolcha (CATEGORIA BASSA).

Venerdì 29 dicembre: Kombolcha / Dessi / Weldia / Lalibela (mt. 2600 – km. 300)

Intera giornata di viaggio. Il tragitto si snoda su strade asfaltate fino a Weldia. Attraverseremo Dessi nel pieno della regione Amhara. Qui con un po’ di fortuna, potremo vedere alcuni mercati locali, come quello che a Sirinka, tipico dell’etnia Amhara – Wollo. Altra etnia interessante Wollo è quella che incontreremo nei pressi di Mersa. A Weldia sosteremo per il pranzo per poi svoltare sulla strada sterrata di circa 30 km che porta a Lalibela (Roha). Il percorso viene frammentato da varie soste per ammirare zone d’interesse paesaggistico. Il saliscendi che si arrampica da m 2400 a m 3200 è assolutamente maestoso, formato da ambe e da vulcani inattivi con squarci naturalistici di impatto esaltante. Arrivo in serata a Lalibela (Roha).

Sabato 30 dicembre: Lalibela (antica Roha), ottava meraviglia del mondo

Intera giornata dedicata alle visite delle undici chiese ed alla festività del Natale. Lalibela, nata dall’omonimo Re, grazie all’isolamento avuto nel tempo ha mantenuto inalterata la propria bellezza e la sacralità del luogo. Questo complesso di undici chiese rupestri è stato costruito come dice la leggenda con l’aiuto degli angeli o, come raccontano alcune cronache etiopiche, con l’aiuto di operai provenienti dall’Egitto coordinati dalla grande conoscenza di raffinate tecniche costruttive degli architetti del tempo. Vennero scavate nella roccia undici chiese monolitiche congiunte con gallerie, tunnel, passaggi anch’essi scavati nel ventre della terra. Infine venne creato un fiume per dividerle chiamato “Giordano”. Le chiese sono di due tipi: ipogea, in cui la facciata è scavata nella roccia ed è frontale, oppure monolitica in un unico blocco ancorato a terra dalla base (come la più famosa S. Giorgio). Tutte queste chiese sono scavate all’interno e svuotate ed arricchite da nicchie, capitelli, pilastri e finestre dalle varie forme. L’insieme delle undici chiese che si visiteranno sono state dichiarate patrimonio mondiale dall’UNESCO. Visiteremo inoltre la chiesa di Na’akuto La’ab. Questa chiesa è un piccolo gioiello in quanto è stata ricavata all’interno di una roccia caratterizzata da stalattiti dai quali scende perennemente dell’acqua ritenuta santa e raccolta in acquasantiere in pietra usate per le benedizioni e battesimi. Il gentile sacerdote ci farà vedere preziosi manoscritti, antiche corone e croci alcune risalenti all’epoca della dinastia imperiale Zagwe.

Domenica 31 dicembre: Lalibela / Sekota / Korem / Mekele (285 km)

Intera giornata di viaggio dedicata al trasferimento verso il Tigray, la regione più a nord dell’Etiopia. Durante il tragitto, sono previste varie soste paesaggistiche, ed alcune visite ai villaggi tipici. La strada costeggia la grande scarpata che porta alla depressione dancala con uno scenario maestoso. Attraverseremo il passo dell’Amba Alagi, luogo di storica memoria dove fu combattuta la sanguinosa battaglia tra le truppe italiane e quelle del Negus. Potremmo ammirare lungo il percorso il lago Ashenge, con uno scenario fiabesco situato tra le verdi montagne.  In serata arrivo a Mekele (Makkalè), capitale della regione Tigrai.

Lunedì 01 gennaio: Le chiese rupestri di Geralta

Giornata dedicata alla visita delle chiese rupestri, scolpite nelle pareti rocciose o in grotte preesistenti. Geralta è il nome del plateau di roccia rossa, disteso in alto a nord-est di Wekro e a sud del Tembien. Possiede una delle tre prime chiese scavate nella roccia d’Etiopia. Solamente un terzo delle 150 Chiese e oltre sono state scoperte. Grazie ai loro complicati accessi, le chiese sono state per lungo tempo intoccate. Molte di queste vennero alla luce nel XIV sec. Questi gioielli architettonici sorgono nascosti fra le montagne, spesso raggiungibili dopo camminate attraverso aridi e rocciosi paesaggi.

Martedì 02 gennaio: Mekele / Berh Ale / Ahemdela

Partenza in primissima mattinata per Hamed Ella con sosta per il pranzo a Berhale. Meravigliosi paesaggi vulcanici allieteranno il nostro percorso. Cena e pernottamento in camping (TENDA).

Mercoledì 03 gennaio: Amhedela: trekking al Dallol / Lago Assale

Dopo la prima colazione partiremo per la visita al Dallol, il luogo più caldo della terra.  Potremmo ammirare le sue formazioni geologiche che con specie di vasche con cornici di cristallo contengono sale, zolfo e soda. Queste creano colori che dal giallo sfociano al verde e regalano uno spettacolo unico e abbagliante. Sempre via trekking raggiungeremo le montagne di sale. Rientro alle jeep e proseguimento verso il lago Assale. Arrivati assisteremo al processo di estrazione del sale fatto ancora manualmente, con piccole tavolette di circa 7 kg che vengono trasportate sui cammelli alla volta di Makallè. Camping (TENDA).

 Giovedì 04 gennaio: Amhedela / Erta Ale – trekking al vulcano

Trasferimento verso Erta Ale. Arrivo al campo base, sistemazione in tenda, breve riposo con veloce cena in attesa del tramonto da dove inizieremo la salita al vulcano. La salita è molto impegnativa e dura tre o quattro ore. Una volta raggiunta la vetta secondo piccolo spuntino. Pernottamento in Camping (TENDA).

Venerdì 05 gennaio: Erta Ale – trekking notturno al cratere / Semera (hotel)

Di notte scenderemo nel cratere fino a dove è possibile per osservare lo spettacolo del movimento del magma. Uno spettacolo unico che vi riempirà gli occhi. Rientro al campo base per riuscire a dormire ancora un po’ prima della ripresa tour del giorno seguente. Sveglia al mattino presto, circa alle 6:00. Potremo salire su di un particolare punto panoramico vicino ad un fiume in secca e vedere tutti i colori dell’alba. Il sole rosso sorge dal lago salato e crea sfumature e giochi di luce unici e meravigliosi. Con un po’ di fortuna potremmo vedere le “famose” carovane del sale che dopo essersi riposate sul letto del fiume ripartiranno verso il ago Assale in questo moto perpetuo che rimane inalterato nei secoli. Partenza alla volta di Semera. Pernottamento in hotel (CATEGORIA BASSA)

Sabato 06 gennaio: Semera / Awash (visita al parco)

Partenza di primissima mattina. Percorso molto impegnativo. Visita al parco Nazionale di Awash ed alle sue cascate. Pernottamento in hotel.

Domenica 07 gennaio: Awash / Addis Abeba – volo Internazionale

Rientro ad Addis Abeba. Arrivo nel pomeriggio. Camera a disposizione. Alla sera cena tipica con musica canti e balli tradizionali. Trasferimento all’aeroporto per il volo notturno di rientro in Italia diretto a Roma.

Lunedì 08 gennaio: Roma Fiumicino / Italia

Pernottamento a bordo. Arrivo a Roma Fiumicino. Rientri su altre città su richiesta.

Voli previsti (indicativi e soggetti a riconferma)

Voli con Ethiopian Airlnes, partenza da Roma Fiumicino

ET 713  27DEC  FCOADD 2300 0640+1

ET 712  08JAN  ADDFCO  0010 0430

Su richiesta avvicinamenti da tutti i maggiori aeroporti italiani

Informazioni utili

Programma idoneo a chi ha esperienza come viaggiatore in Africa che non ha problemi nelle lunghe percorrenze sulle strade africane e per chi ama i viaggi-avventura

 

La Dancalia si presenta come un vero e proprio viaggio avventura di non semplice percorrenza. E’ un vero itinerario/spedizione in cui si mette alla prova la tempra del viaggiatore. I tempi di percorrenza ed il chilometraggio indicati sono standard, non sempre reali. In questa zona ancora non si riesce a delineare un programma preciso in quanto pur scegliendo il percorso migliore, e pur sempre non semplice, spesso possono esserci intoppi di varia natura, tali da mandare il tutto fuori programma. Ci raccomandiamo massima tolleranza, pazienza e di viverla come una vera propria avventura. L’avventura della vostra vita!

Alberghi hotel 4/3 stelle ad Addis Abeba, in altri alberghi classificati 4/3 stelle nelle altre località da programma. La classificazione in Etiopia non corrisponde agli standard europei. In ogni caso sono selezionate le migliori strutture disponibili. Camping ed attrezzature a seguito, con cuoco personale. E’ richiesto spirito di adattamento. Guida Afar in Dancalia.

Mezzi di trasporto: fuoristrada in ottime condizioni. Vetture fuoristrada occupate dai partecipanti più l’autista. I bagagli sono quasi sempre caricati sopra il mezzo di trasporto. E’ inoltre prevista una Jeep supplementare per il trasporto materiale per il campeggio e cucina

Camping Diamo tutto il necessario per la notte compreso un piccolo materassino, dovrete solo munirvi di sacco a pelo. Nelle notti ad Amhed Ella non si dormirà in tenda ma all’aperto su apposite “brandine” locali fatte di legno e corda, in quanto il calore notturno all’interno delle capanne rende difficile il riposo. Sull’ Erta Ale si dormirà all’aperto su materassini e se possibile, avremo riparo dietro ad apposite strutture costruite nel corso degli anni dagli Afar per ripararsi dal vento notturno.

Bagaglio e vestiario consigliamo zaini dal peso contenuto, valigie rigide NON rigide. Un paio di scarponcini (tipo trekking) possibilmente non pesanti, un cappello con tesa larga e occhiali scuri da sole.

Temperature le temperature medie in Dancalia sono molto alte. Essendo uno dei luoghi più inospitali della Terra ed uno dei più caldi. Da dicembre a metà febbraio periodi consigliati per la visita vanno dai 35° di media nel pomeriggio ai più moderati 20° notturni. Da metà marzo in poi aumentano. In certi periodi dell’anno toccano quota 50°.

Cucina e accompagnamento Afar per quel che riguarda pranzi e cene appronteremo delle cucine da campo e il cuoco a seguito del gruppo preparerà squisite zuppe e carni alla brace. Le guide Afar che vengono ad unirsi in Dancalia sono numericamente superiori rispetto al necessario e, spesso sembra non aiutino lo svolgimento del tour. Dobbiamo capire che comunque il “turismo” in questa regione, rappresenta per loro fonte di reddito e non dimentichiamo mai che siamo ospiti in “casa loro”!!!

Quote e condizioni

La quota comprende

  • Volo internazionale in classe economica
  • Visto d’ingresso in regione Dancalia
  • Quota di partecipazione su base 7 partecipanti
  • Sistemazione in camere doppie hotel 3* e 4 * (tra i migliori disponibili in loco)
  • Guida locale esperta in lingua italiana
  • Ingressi a tutti i siti indicati da programma
  • Pensione completa dalla cena del primo gg. alla cena dell’ultimo gg.
  • Acqua ai pasti e durante i trasferimenti
  • Camera di cortesia ultimo giorno ad Addis Abeba
  • Cena folkloristica in tipico ristorante, con musica e danze popolari
  • Trasferimenti e trasporti con mezzi riservati ed idonei al tragitto da percorrere (Jeep Toyota 4×4 in ottime condizioni, carburante, usura mezzo, polizza assicurativa)
  • Tende, attrezzatura e cucina da campo con cuoco per la regione dancala
  • Scouts Afar in Dancalia
  • Assicurazione medico bagaglio (spese massimali € 10.000)
  • Quota d’iscrizione

 La quota non comprende

  • Tasse d’ingresso U$D 50 da pagarsi in aeroporto all’arrivo ad Addis Abeba
  • Tasse aeroportuali definibili solo al momento dell’emissione dei biglietti e eventuali adeguamenti carburante
  • Assicurazione spese mediche integrative (massimali fino a € 50.000)
  • Assicurazione annullamento
  • Tutte le mance, extra personali, mance per foto-video e personale, servizi lavanderia
  • Sacco a pelo
  • Bibite analcoliche, alcoliche
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

Viaggio organizzato in collaborazione con  VIAGGITRIBALI SAS

 

Ricordi di Viaggio
Blog, News, Eventi
Una Storia della Chiesa etiope

Nella cornice degli "Incontri a Villa Massimo" la Fondazione Terra Santa propone: Storia della Chiesa ortodossa Tawāḥedo ..

continua
Ricordi di viaggio: Etiopia

Adesso, al ritorno, il viaggio a lungo fantasticato in quella terra bella e tormentata che è l'Etiopia, è diventato ricordo, vivo e ..

continua
Alla scoperta dell'Etiopia: cinque incontri con Alberto Elli

A partire dal 24 maggio, la Fondazione Terra Santa ospiterà un corso in cinque incontri tenuto dal professor Alberto Elli, esperto di ..

continua
Mostra Fotografica "Spirit of Ethiopia"

In occasione del Festival Human Rights Nights viene presentata a Bologna la mostra fotografica Spirit of Ethiopia sulle diverse ..

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Richiedi informazioni

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© 2015 - "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia Minoritica dei Frati Minori dell'Emilia - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy