In Terra Santa con San Marco

Il pellegrinaggio che proponiamo è una rilettura del vangelo di Marco nella Terra del Santo, “quinto vangelo” (Paolo VI). e’ un invito a comprendere il cammino di Gesù che chiama i discepoli di ogni tempo ad immergersi nel suo mistero di morte e risurrezione. È consigliato portare con sé la Bibbia (ideale con il testo della nuova versione CEI).

Questo pellegrinaggio prevede partenze tutto l’anno: consultatele sul sito www.fratesole.com.

Per gruppi precostituiti di almeno 20 persone, quota a partire de € 1.000 (tasse aeroportuali incluse).

Programma:

1° giorno, ITALIA / TEL AVIV / BETLEMME

“Inizio del Vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio” (Mc 1,1)

Ritrovo dei partecipanti all’areoporto concordato; disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo di linea per Tel Aviv. All’arrivo, incontro con la guida e trasferimento a Betlemme. Inizio delle visite da questa cittadina della Giudea, cominciando dalla Basilica della Natività.

2° giorno, HERODIUM / QAS EL YAHUD / GERICO / QUMRAN

“Voce di uno che grida nel deserto” (Mc 1,3)

Partenza per il sito archeologico dell’Herodium: recenti scavi attestano la sepoltura di Erode in questa fortezza. Seguendo il vangelo di Marco arriveremo sulle rive del Giordano, in località El Yahud, per rinnovare le promesse battesimali, che storicamente diedero inizio al ministero pubblico di Gesù. Proseguimento per la piana di Gerico per contemplare il Monastero delle Tentazioni che conserva la memoria dei primi 40 giorni passati da Gesù nel deserto. Pranzo e proseguimento per la depressione del Mar Morto per la visita del sito archeologico di Qumran, che ci introduce al contesto religioso di Gesù.

3° giorno, IL LAGO DI TIBERIADE

“Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio” (Mc 1,14)

Partenza per il lago di Tiberiade, il luogo della chiamata dei primi 4 discepoli  e dell’attività “messianica” di Gesù. Lo costeggeremo da oriente a occidente, sostando a Kursi, il luogo che ricorda la guarigione dell’indemoniato geraseno. Proseguimento sul Monte delle Beatitudini, che conserva la memoria del discorso della montagna di Gesù. Nel pomeriggio visiteremo Cafarnao, dove Marco colloca il primo miracolo di Gesù. Il pellegrinaggio proseguirà nella chiesa francescana del Primato di Pietro, per concludersi a Tabgha, per la visita alla chiesa Benedettina che ricorda la moltiplicazione dei pani e dei pesci. In tempo utile salperemo per una breve navigazione sul lago, ricordando i tanti avvenimenti che si svolsero nei suoi pressi. Al termine, raggiungeremo la cittadina di Nazareth.

4° giorno, NAZARETH/ MONTE TABOR

“E si meravigliava della loro incredulità” (Mc 6,6)

Visita di Nazareth, il luogo che Marco ricorda perché Gesù ha insegnato di sabato nella sinagoga. La memoria di Nazareth è associata soprattutto alla Basilica dell’Annunciazione, costruita su quella che la tradizione definisce la “casa di Maria”. La visita prosegue alla Chiesa di S. Giuseppe, alla Chiesa di San Gabriele e alla Sinagoga. Nel pomeriggio saliremo al Tabor, luogo che è allo stesso tempo annuncio di passione e di glorificazione di Gesù.

5° giorno, MUHRAKA / SAMARIA / GERUSALEMME

“Ecco noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai capi dei sacerdoti e agli scribi”; lo condanneranno a morte (Mc 10, 33)

Ci dirigiamo sul monte Carmelo, in località Muhraka, dove la tradizione ricorda la sfida di Elia contro i sacerdoti di Baal. Da questo Santuario Carmelitano si gode un meraviglioso panorama sulla piana di Yzraeel, la terra che ha visto crescere Gesù. Proseguimento verso Gerusalemme attraversando la Samaria. Sosta a Sichem, luogo dove presso il Pozzo di Giacobbe Gesù incontrò la Samaritana. Visita alla chiesa ortodossa che custodisce la cripta medioevale. Arrivo in serata a Gerusalemme.

6° giorno, I RESTI DEL TEMPIO DI GERUSALEMME / IL MONTE DEGLI ULIVI

“Questo è il mio sangue dell’alleanza, che è versato per molti” (Mc 14,24)

Raggiungeremo il Muro della cinta erodiana, denominato Ha Kothel, il posto più sacro della religione ebraica. Se possibile si salirà sulla spianata all’interno delle Mura, dove sorgevano il primo e il secondo tempio degli ebrei: ora si ergono, imponenti, le moschee islamiche Al’Aqsa e la Cupola della Roccia – non visitabili. A piedi raggiungeremo il Monte Sion “Cristiano”, attraversando il Quartiere Ebraico, per rileggere la passione e la risurrezione di Gesù, secondo il racconto dell’evangelista Marco. Si partirà dal Cenacolino, per proseguire con la visita al Cenacolo, al Cenotafio di David, alla Chiesa della Dormizione e alla Chiesa di S. Pietro in Gallicantu. Nel pomeriggio saliremo sul Monte degli Ulivi in località Betfage, luogo che ricorda l’ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme; proseguimento alla chiesa che conserva la Grotta del Pater Noster e al Dominus Flevit, dove si ricorda il lamento di Gesù sulla città, ispirato alla presa di Gerusalemme da parte dei Babilonesi. A piedi raggiugeremo il Getzemani, per fare memoria della sua agonia . Se ci sarà tempo visita alla Grotta dell’Arresto e alla chiesa ortodossa dedicata all’Assunzione della Madonna.

7° giorno, LA VIA DOLOROSA: attraversando la città vecchia…

“Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. E’ risorto, non è qui”. (Mc 16, 6)

Partendo dalla Porta dei Leoni e attraversando il quartiere arabo, visiteremo la chiesa di S. Anna e la Piscina Probatica. Da qui ripercorreremo a piedi la via “Dolorosa”, lungo la quale sono segnate, per la devozione cristiana, le diverse stazioni della Via Crucis. Nel percorso prevediamo solo alcune visite: alla Chiesa della Flagellazione; alla 6° stazione (dedicata a Veronica); alla 7° stazione (nella cui cappella è conservata una colonna romana dell’epoca dell’ Aelia Capitolina 135 d. C. ); alla 9° stazione (dove si trova il patriarcato copto); al Monastero russo dedicato a S. Alessandro Nevski, dove si trova una soglia che, a parere di alcuni archeologi, può essere messa in relazione con l’ antica porta delle Mura di Gerusalemme che Gesù ha varcato per salire al Calvario; e infine alla Basilica della Resurrezione, con la visita approfondita al Calvario e al Santo Sepolcro.

8° giorno, AIN KAREM / TEL AVIV / ITALIA

“Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che l’accompagnavano” (Mc 16, 20). Partenza per Ain Karem per la visita alla chiesa di San Giovanni e alla Chiesa francescana della Visitazione, che ricorda il viaggio di Maria per visitare sua cugina Elisabetta. Proseguimento per l’aeroporto di Tel Aviv: operazioni d’imbarco e partenza con volo di linea per l’Italia. Arrivo all’aeroporto concordato e termine dei servizi.

 Vai alla pagina relativa al viaggio sul nostro sito www.fratesole.com.

Contattaci
In Terra Santa con San Marco
Condividi
Gentile Ester, appena tornati dal pellegrinaggio in Terra Santa, vogliamo ringraziare lei e Fratesole per l'ottima organizzazione e per l'attenta cura di ogni dettaglio. Un grazie particolare e riconoscente a Luca, che ci ha guidato con ..
Chiara e Andrea
Buongiorno! Rispondo per dirle che la vostra organizzazione è stata molto buona, la guida Luca e Frate Paolo ci hanno guidato in quei luoghi Santi con competenza e ci hanno arricchito culturalmente e spiritualmente. Il gruppo è stato ..
Mauro
carissima Ester il trekking in Terra Santa è stata una splendida esperienza da suggerire e consigliare a tutti quelli che lo possono fare. L'esperienza con il gruppo è stata molto bella. Camminare consente di conoscere il compagno che ..
Roberta
Ciao Sara, questa è l'ultima mail che dedico a voi dell'Agenzia Fratesole. Grazie per come seguite i pellegrini dando una competenza sempre disponibile e una professionalità eccellente. Vorrei dare dei suggerimenti per la borsetta di ..
Silvana
Gentilissime Sara ed Ester, è con vero piacere che vi comunico che il viaggio in Armenia è stato splendido!! Complice forse è stato il fatto che il gruppo era formato dalla mia amica e dalla sottoscritta.....!!! Ero preoccupata per il ..
Daniela
Ciao Sara, siamo tornati venerdì dal viaggio in Romania e volevamo ringraziarvi per l'opportunità che ci avete dato di conoscere questo paese. Ottima l'organizzazione in ogni dettaglio e molto bravo Radu, la guida che ci ha accompagnato ..
Cinzia e Gianni
Cara Giovanna, L'Armenia è molto bella, alcuni paesaggi rimarranno per sempre nella mente. Tatev e la funivia meritavano il viaggio... Le persone ci hanno anche sorpreso in positivo: sono cordiali, gentili e molto fiere della loro terra ..
Paola
l'intensità la bellezza e la spiritualità dei luoghi sono stati così ben spiegati, da Don Giuseppe Ferrari,il quale ci ha permesso di accrescere la nostra fede, e da Giuseppe Cafulli che ci ha permesso di incontrare fratelli da ogni ..
Valeriano S.
Buongiorno, era nelle mie intenzioni scriverVi due righe per ringraziarVi della bellissima esperienza fatta. Organizzazione ottima, bellissimo gruppo, guide preparatissime....frate Giuseppe Ferrari è una persona straordinaria, mi è ..
Maria Gabriella
Il viaggio pellegrinaggio ha avuto da parte mia e mia moglie piena soddisfazione. Abbiamo imparato moltissimo soprattutto per merito di Don Ratislav Dvorovy che ci ha fornito spunti per ulteriori approfondimenti per la nostra fede. Allego ..
Paolo e Raffaella
continua...
Ricordi di Viaggio..
via M. D'Azeglio, 92/d Bologna
tel. 051 644 01 68 - fax 051 644 74 27 - info@fratesole.com
Seguici su..
newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter, ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© 2014 - "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia Minoritica dei Frati Minori dell'Emilia - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372