Cerca partenze
Newsletter
Seguici su..
specialdal06 mag
sabato
al15 mag
lunedì
a partire da
1070 €
10 giorni / 9 notti
“Salpati da Pafo, Paolo e i suoi compagni giunsero a Perge di Panfilia” (At 3,13)

Trekking in Turchia Il cammino di San Paolo

A piedi in Turchia, partendo da Antalya, ritroviamo i passi di San Paolo in Asia Minore, mossi nel suo primo viaggio da Perge ad Antiochia di Pisidia (oggi Yalvac): fu qui che Paolo pronunciò uno dei tre discorsi pastorali ricordati dagli Atti degli Apostoli “Si alzò Paolo e fatto cenno con la mano disse: «Uomini di Israele e voi timorati di Dio, ascoltate»” (At 3,16).

Per tappe ripercorreremo gli itinerari che presumibilmente sono stati seguiti dai primi cristiani per diffondere il messaggio della nuova fede: non esiste una mappa tramandata delle strade su cui hanno camminato Paolo, Barnaba, Timoteo e Sila, ma il “St. Paul Trail” – che percorreremo a tratti – ne vuole seguire idealmente le tracce, seguendo i resti delle strade e dei villaggi d’epoca romana. Rivivremo in questo modo il periodo eroico dell’annuncio della nuova novella nei luoghi e nel contesto culturale e religioso in cui si dispiegò.

Il viaggio
da
sabato, 06 maggio 2017
a
lunedì, 15 maggio 2017
durata
10 giorni / 9 notti
iscrizioni
 posti disponibili 
quota
€ 1070
tasse
incluse
suppl. singola
€ 220
Quota valida per
minimo 20 partecipanti
Quota per minimo 15
€ 1180
Quota per minimo 10
€ 1380
Assicurazione sanitaria integrativa (consigliata)
€ 43
Nota
programma in mezza pensione (colazione + cena)

1° giorno: BOLOGNA O MILANO* / ANTALYA

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato e partenza con volo di linea Turkish Airlines per Antalya, via Istanbul. Arrivo ad Antalya, incontro con la guida locale Murat e trasferimento in albergo. Cena e pernottamento.

*su richiesta e compatibilmente con gli orari di volo da Istanbul ad Antalya, possibilità di richiedere partenza da Roma, Venezia, Torino, Catania, Bari e Napoli.

2° giorno: ANTALYA-PERGE / ASPENDOS

“Salpati da Pafo, Paolo e i suoi compagni giunsero a Perge di Panfilia” (At 3,13)

Colazione in albergo. Visita al sito archeologico di Perge, città stato della Panfilia, visitata da Paolo e da Barnaba (Atti 13:13-14 e 14:25). Visiteremo l’Agorà con l’ampio teatro, la strada colonnata, i bagni romani, il gimnasyum e le porte greche e romane. Proseguimento delle visite presso le rovine di Aspendos, dove ammireremo il teatro greco-romano ben conservato, le rovine della basilica, dell’agora e dell’acquedotto e ponte di epoca romana. Rientro in albergo per cena e pernottamento.

Secondo la leggenda, Perge fu fondata da sette eroi scampati alla guerra di Troia, in una posizione protetta a una decina di chilometri dal mare e nei pressi del fiume Kestros/Aksu. Fu poi conquistata dai Persiani e da Alessandro Magno, per diventare infine una provincia romana. Ed è nel periodo romano che, secondo la Bibbia, Paolo, Barnaba e Timoteo fecero vela da Cipro in direzione di Perge, sostandovi prima di proseguire per Antiochia di Pisidia (l’attuale Yalvac). La città fu abbondata in seguito alla distruzione causata da diversi terremoti, destino comune a molte floride città dell’Asia Minore.

3° giorno: ANTALYA-AKCAPINAR / KOZAN 

“Giovanni si separò da loro e ritornò a Gerusalemme. Essi invece proseguendo da Perge…” (At 3,14)

Colazione in albergo. Partenza per il villaggio di Akcapinar da cui partiremo a piedi per raggiungere le cascate di Ucan 1 e Ucan 2. Qui visiteremo le antiche rovine della città di Pednelissos. Rientro in albergo per cena e pernottamento.

Escursione: Akcapinar – Kozan (circa 5 ore)

Fondata in posizione strategica probabilmente nel periodo Hittita, Pednelissos viene citata nelle fonti dallo storico Polibio, che ne racconta la cruenta guerra contro la città di Selge, colonia greca secondo la leggenda fondata dagli spartani. Sopravvissuta alla distruzione grazie all’alleanza con i Seleucidi, sopravvissuta alle invasioni dei Galati grazie alla sua fortunata posizione, Pednelissos sopravvisse ancora fino almeno al IV sec d.C., come testimoniano le rovine di diverse chiese sorte nel perimetro della città.

4° giorno: ANTALYA-CANDIR / YESILDERE / SUTCULER (EGIRDIR)

Colazione in albergo. Trasferimento in pullman per il villaggio di Candir e da qui partenza a piedi attraverso il Canyon di Yazili, parco naturale noto per i suoi laghi e per la natura e la fauna rigogliose. Raggiungeremo il villaggio di Sutculer (Egirdir). Cena e pernottamento in albergo a Egirdir.

Escursione: Candir – Egirdir (circa 5 ore e 30 minuti)

Il parco nazionale di Yazili occupa circa 600 ettari ricoperti da foreste a nord del villaggio di Candir e all’interno di un canyon profondo fai 100 ai 400 metri. Alla base del canyon passava l’antica strada romana conosciuta come “la strada dei Re”, la cui presenza è oggi testimoniata da numerose iscrizioni ancora visibili sulle pareti rocciose del canyon. I villaggi che insistono su questa antica strada – Candir e Sutculer – ebbero un tempo una certa importanza, la quale decadde nel momento in cui la strada cessò di essere utilizzata. A Sutculer, villaggio datato al tempo dei Romani, è possibile intravedere ancora sparsi qua e là resti romani e bizantini.

5° giorno: SUTCULER-MUEZZINLER / ADADA / EGIRDIR

Colazione in albergo. Guideremo sino al villaggio di Muezzinler e da qui cammineremo lungo il percorso dell’antica strada romana per raggiungere e visitare le rovine di Adada, città della Pisidia nominata da diversi storici, tra cui Strabone. Rientro a Egidir per cena e pernottamento.

Escursione: Muezzinler – Adada (circa 5 ore e 30 minuti)

Il piccolo villaggio agricolo di Muezzinler è tagliato in due dalla strada romana che conduce 4 km più avanti a Sutculer. Dal villaggio è possibile raggiungere le rovine estremamente suggestive di Adada, secondo Strabone una delle più antiche città della Pisidia. Anche se la parte preponderante della città fu costruita dopo i viaggi di Paolo, il santo deve avere trovato qui un villaggio accogliente e confortevole. Qui si trovano insieme rovine pagane e cristiane, in una commistione che fa pensare ad una convivenza pacifica tra riti. La città divenne colonia romana intorno al 25 a.C. e cominciò a crescere e a risplendere. Con la “legalizzazione” del cristianesimo ad Adada fu assegnato un vescovo e i pellegrini iniziarono a visitarla nel loro percorso verso Antiochia Pisidia, per ripercorrere – come cerchiamo di fare noi oggi –  le strade di Paolo.

6° giorno: SUTCULER-DAVRAZ / EGIRDIR

Colazione in albergo. Raggiungeremo in pullman il rifugio sul Monte Davraz, per poi rientrare a Egirdir a piedi. Cena e pernottamento in albergo a Egirdir.

Escursione: Rifugio Monte Davraz – Egirdir (circa 5 ore e 30 minuti)

7° giorno: SUTCULER-KEMERDAMLARI / ASAGI TIRTAR / YALVAC

“…arrivarono ad Antiochia di Pisidia ed entrati nella sinagoga nel giorno di sabato, si sedettero” (At 3,14). 

Colazione in albergo. Partenza per il villaggio di Kemerdamlari. Da qui raggiungeremo a piedi il villaggio di Asagi Tirtar. Ultimo passaggio in pullman fino a Yalvac (Antiochia di Pisidia). Cena e pernottamento in albergo.

Escursione: Kemerdamlari – Asagi Tirtar (circa 7 ore e 30 minuti)

Lungo questo tratto, in prossimità del piccolo villaggio di Asagi Tirtar, incontreremo una chiesa/tomba rupestre, ricoperta all’esterno da graffiti ottocenteschi in lingua greca. All’interno un’abside semi-circolare porta tracce di un viso affrescato: si ritiene sia il volto di San Paolo. Siamo quindi probabilmente proprio sulla strada che condisse Paolo ad Antiochia di Pisidia: fondata nel III sec. a.C., Antiochia ebbe da subito una folta comunità di giudaica. Sotto i romani fu trasformata in una colonia per veterani e qui vennero esposte le Res Gestae Divi Augustii, il testamento dell’imperatore scolpito in tavole di pietra.

8° giorno: YALVAC-EYUPLER

Colazione in albergo. Continuiamo il nostro percorso fino al sito archeologico di Antiochia di Pisidia, dove troviamo le rovine dell’antica sinagoga dove Paolo ha tenuto il primo dei discorsi pastorali menzionati dagli Atti degli Apostoli e rivolto alla comunità ebraica. Dal sito, a piedi, raggiungeremo il villaggio di Eyupler, ricco di resti di epoca romana. Cena e pernottamento a Yalvac.

Escursione: Yalvac – Eyupler (5 ore)

Da Yalvac ripercorriamo “al contrario” alcuni tratti del St. Paul Trail. Eyupler è un piccolo villaggio ricco di resti romani, che si trovano un po’ ovunque: incorporati nei muri delle case, incastonati nelle fontane e così via. Qui si trovano un monumento dedicato ad un centurione della V legione romana e i resti di una chiesa bizantina.

9° giorno: YALVAC-SELGE-BESKONAK / ANTALYA 

Colazione in albergo. Continuiamo il nostro itinerario sui passi di San Paolo raggiungendo in pullman il parco di Koprulu, dove cammineremo fino alle suggestive rovine dell’antica città romana di Selge, sul fiume Eurymedon. Menzionata tra le più importanti città della Pisidia, si dice sia stata fondata come colonia greca dagli Spartani. Proseguiamo l’escursione nel canyon di Koprulu per poi rientrare ad Antalya. Cena e pernottamento in albergo ad Antalya.

Escursione: Selge – Beskonak (circa 5 ore)

Facciamo qualche passo indietro e ripercorriamo la strada che raggiunge le rovine all’antica Selge, sorta tra le foreste del canyon Koprulu. Città potente, prima alleata di Alessandro Magno, poi sotto l’influenza dell’impero romano, fu abbandonata come molte altre città dell’Asia Minore dopo essere stata danneggiata da un forte terremoto. Da Selge ci incammineremo attraverso un paesaggio similare alla Cappadocia, puntellato di pinnacoli di roccia scolpiti dall’erosione di acqua e vento.

10° giorno: ANTALYA | ITALIA

Colazione in albergo. In tempo utile trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia verso l’aeroporto concordato, con scalo a Istanbul. Termine dei servizi.

Note:

  • Si richiede attrezzatura adatta al trekking.
  • Si richiede spirito di adattamento, nelle zone in cui cammineremo le strade possono essere impervie. È stato scelto di utilizzare alberghi 3* nello spirito dell’itinerario.
  • Le escursioni hanno un livello di difficoltà medio; possono essere affrontate da persone adulte di ogni età, purché siano in buone condizioni fisiche.
  • In primavera le temperature sono miti, ma è possibile incontrare la pioggia: è necessario avere un’attrezzattura adeguata.
  • In estate le temperature sono molto alte e il caldo impegnativo. È bene avere con sé sempre acqua, un copricapo, crema solare e indumenti traspiranti.

Quote e condizioni

La quota comprende

  • Volo di linea Turkish Airlines Milano o Bologna/Antalya a/r con franchigia bagaglio di 23 kg.
  • Tasse aeroportuali al 09/11/16 pari a € 178 e soggette a riconferma al momento del saldo.
  • Sistemazione in alberghi 2/3* in camera doppia con servizi privati.
  • Trattamento di mezza pensione (colazione + cena):
  • Guida locale esperta parlante italiano per tutto l’itinerario.
  • Animatore spirituale.
  • Bus come da programma per tutti i trasferimenti.
  • Ingressi ai siti in programma.
  • Assicurazione medico-bagaglio Allianz Assistance.

*alberghi previsti:

Antalya: Gurtas Hotel 3* o similare
Pisidia: Hotel Pisidia 3* o similare
Egirdir: Hotel Mavi Gol 4* o similare

La quota non comprende

  • Mance per guida e autista (considerare almeno 30 € per persona).
  • Assicurazione contro le penalità di annullamento.
  • Assicurazione sanitaria integrativa (caldamente consigliata).
  • Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Info e prenotazioni: sara@fratesole.com

Bologna, 11 novembre 2016

Blog, News, Eventi
Pellegrinaggio in Turchia con padre Paolo Bizzeti, vescovo dell'Anatolia

In Turchia guidati da padre Paolo Bizzeti SJ, Vescovo dell'Anatolia: dal 22 al 30 aprile 2017

continua
Pellegrini sulle orme di San Paolo: ricordi del pellegrinaggio in Turchia

E se non vi era bastata la diretta dalla Turchia, pubblichiamo anche le foto scattate da fra Luciano Pugliese in corso di ..

continua
In diretta dalla Turchia: pellegrini sulle orme di San Paolo

Seguite i nostri pellegrini in Turchia, guidati da fra Mirko Montaguti dalla Cappadocia all'Egeo.

continua
Dialogo ecumenico e interreligioso in Turchia: la Fraternità Internazionale

L'esperienza del nostro animatore spirituale Luca Bombelli in Turchia al corso della Fraternità francescana di Istanbul.

continua
"Rab Sizinle": padre Paolo Bizzeti ordinato Vescovo dell'Anatolia

Con il motto Rab Sizinle - Il Signore è con voi in lingua turca - ieri il giorno di tutti i santi del 2015 è stato ordinato Vescovo ..

continua
Giovani pellegrini in Turchia

Le bellissime immagini del pellegrinaggio giovani in Turchia della Parrocchia di Barbarigo, Milano. Sui passi di San Paolo, 30 giovani e ..

continua
In cerca di Bisanzio sul Caucaso

Vi invitiamo a leggere l'interessante reportage di Sergio Basso - regista e sceneggiatore - pubblicato nei giorni scorsi sulla pagina web ..

continua
La Turchia in mostra a Napoli: XV Congresso di Arte Turca

Dall'arte dei libri, all'architettura turca e alla sua influenza sui Balcani, dalla moda dei sultani in Turchia nel Medio Evo, al raffronto ..

continua
Non si ferma il turismo in Turchia: dati dal TTG

Non si ferma il turismo internazionale in Turchia: i dati continuano a indicare un aumento rispetto al 2015, soprattutto sul mercato ..

continua
padre Paolo Bizzeti SI è il nuovo vescovo dell'Anatolia

“Ho approfondito la conoscenza dei tanti luoghi biblici, delle piccole comunità cristiane esistenti, ho portato molti gruppi di ..

continua
Condividi
email whatsapp facebook twitter google plus pinterest
Richiedi un preventivo

* dati obbligatori

Seguici su..
Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter,
ti informeremo su attività e proposte di viaggio!

© 2015 - "FrateSole Viaggeria Francescana" della Provincia Minoritica dei Frati Minori dell'Emilia - P.Iva/Cod.fiscale: 01098680372privacy policy